-2°

Spettacoli

Film recensioni - Habemus Papam

Film recensioni - Habemus Papam
1

Filiberto Molossi

L'ultima tentazione del Papa? Prendere l'autobus come un «comune mortale», entrare in un centro commerciale senza comprare nulla, confondersi, in incognito, tra la gente, vagando per una città dove nessuno gli chieda di essere qualcuno. In fuga da sé e da un compito insostenibile per smettere di sentirsi, almeno una volta,  fuori dal mondo: e ritrovarsi, invece, parte del reale, pedina, confusa tra mille altre, del tutto. E se Dio fosse uno di noi? E se Moretti non fosse il diavolo che qualcuno dipinge, ma un regista che a volte non ci merita ma che più spesso non ci meritiamo? Dopo avere impersonato l'«unto dal Signore», Nanni mira ancora più in alto: per raccontare la solitudine del santo padre, accarezzando con dolente partecipazione l'imprevedibile tenerezza di chi si scopre uomo tra gli uomini, fragile come tanti, smarrito come tutti. Pezzo mancante di un puzzle incompiuto, simbolo scomodo della contemporanea inadeguatezza: là dove il buio minaccioso tra le tende rosse di un balcone che resta vuoto è il baratro di ognuno, l'oscurità senza certezze che già siamo. C'è un'idea (anzi, più di una) geniale e potente dietro l'ultimo, riuscitissimo, film di Nanni Moretti che, disinnescati i facili dogmi dell'anima e dell'inconscio, della religione e della psicanalisi - entrambe ormai incapaci di rispondere alle aspettative dell'oggi -, immagina, con laica ispirazione, un Papa (un grande Michel Piccoli) che, eletto a sorpresa dal conclave, va in crisi e rifiuta le sue responsabilità. Per far sì che il pontefice superi le sue paure viene allora chiamato uno psicanalista...
Più divertito che iconoclasta nei momenti lievi, forte e intenso, invece, in quelli drammatici, «Habemus Papam» va al di là della rappresentazione di una religione e di una chiesa (che «da un po' di tempo fatica a capire le cose») come una prigione, eterna (e a volte inconsapevole) clausura verso «l'altro», per mettere in scena la recita del mondo, là dove solo il teatro, l'illusione (bella la sottotraccia de «Il gabbiano» di Cechov), sembra in grado di svelare la verità. Cardinali che giocano a pallavolo, messe deserte,  un pontefice che voleva fare l'attore: in un mondo in cui nessuno ha più consapevolezza del suo ruolo, in cui nessuno esce di scena, si dimette o si fa da parte (anche quando dovrebbe), il coraggio di non sentirsi all'altezza del Papa di Moretti suona come un atto rivoluzionario: quello di un cinema che non cerca consolazione né tantomeno assoluzione.

-HABEMUS PAPAM
REGIA: NANNI MORETTI
SCENEGGIATURA: NANNI MORETTI, FRANCESCO PICCOLO E FEDERICA PONTREMOLI
FOTOGRAFIA: ALESSANDRO PESCI
INTERPRETI: MICHEL PICCOLI, NANNI MORETTI, JERZY STUHR, MARGHERITA BUY, RENATO SCARPA
GENERE: DRAMMATICO
Italia/Francia 2011, colore, 1 h e 44’
DOVE: ASTRA, CINECITY, THE SPACE e ODEON (Salso)
GIUDIZIO:


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • SERGIO

    18 Aprile @ 15.38

    Concordo con il critico. Un film "geniale" nel soggetto e nella realizzazione, che tocca tutte le corde che deve toccare il cinema per essere arte, oltre che spettacolo. Far ragionare, divertire, stupire, commuovere. Non sono un fan di Moretti, ma qui è davvero un grande. E gli attori, lui compreso, sono tutti bravissimi. Da Michel Piccoli, ai vari Cardinali, alla Buy ed all'incredibile Guardia svizzera! Film da non perdere e da rivedere! Alla faccia di chi dice che il cinema italiano è morto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

1commento

Viabilità

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: chiusa la statale 63 del Cerreto nel Reggiano

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

2commenti

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

5commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

LA GT

Renault, arriva la Twingo «cattiva»