-2°

Spettacoli

I Culpable: «Tutti nudi» inseguendo il tormentone

I Culpable: «Tutti nudi» inseguendo il tormentone
0

 Marco Pipitone

Siete alla disperata ricerca del tormentone dell’estate? Non affannatevi, il motivetto da cantare sotto la doccia potrebbe essere più vicino di quanto si pensi, addirittura appartenere ad un gruppo della nostra città! Si chiamano Culpable e il loro nuovo singolo «Tutti nudi» possiede i requisiti necessari per diventare a tutti gli effetti la canzone dell’estate 2011. Abbiamo incontrato la band, al giorno d’oggi composta da: Lorenzo Lavagetto, Sebastiano Sguarino, Matteo Casetti, Davide Savani, Alessio Bazzini, Giorgio Vecchi e Alessandro Nidi.
 Come nasce il vostro percorso artistico?
«In circostanze del tutto casuali, ma la voglia comune di confrontarci con una linea non precisa di genere è stata la spinta necessaria per far sì che il progetto prendesse corpo».
 Definite il vostro sound
«La semplicità armonica, la ritmica danzereccia, il tutto condito con dei testi simpatici. La sfida vera però è la semplicità: a volte riesce, altre meno».
Con questo singolo sembra ci siate riusciti, dopo che ci eravate già andati vicini con «Se non ci sei io piango».
«Volevamo creare uno slogan 'liberatorio' cercando di essere leggeri, ma evitando di cadere nella banalità o nella goliardia».
 Tra l’altro il video è molto divertente.
«È stato realizzato dal regista Alessandro Nidi con la collaborazione di Alberto Cocchi per la fotografia. Volevamo che il divertimento e l’ironia della canzone fossero tradotte anche per immagini. Abbiamo scelto un tono visivo già presente in altri video del gruppo. Una cosa che continuerà anche in futuro».
 Qual è la ricetta per uscire dai confini cittadini?«
«Un tempo l’etichetta e la conseguente produzione facevano sì che il percorso fosse segnato. Il mercato ora è completamente cambiato, nel senso che ad un mercato chiuso corrisponde la nascita di tantissimi gruppi che possono trovare visibilità grazie al web. Questo è ok ma crea inevitabilmente una forbice ampia tra domanda ed offerta».
Torniamo al singolo: «Tutti nudi» è molto radiofonico, come si riesce ad arrivare ai grandi network? 
«L'autopromozione in rete può essere una strada. Esistono diversi gruppi che attraverso di essa sono arrivati al successo. Purtroppo noi siamo pigri...».
E questo vi rende «colpevoli»...
«Culpable significa proprio questo. Scherzi a parte, ci si confronta con un mondo che richiede caratteristiche tecniche e commerciali ben precise e dove le produzioni indipendenti sono penalizzate. Ma le nostre piccole soddisfazioni ce le siamo già tolte».
Cosa pensate della scena musicale parmigiana?
«Esiste una scena? Gli spazi di condivisione nel tempo hanno privilegiato altre forme di aggregazione e dunque vengono a mancare i presupposti».
 Nonostante ciò, nella nostra città esiste un sottobosco musicale piuttosto prolifico.
«Grazie alle ottime sale prove e alla persistenza di alcuni locali come il Mac Queen o l’Onirica, per citarne due a caso, che offrono ottimi spazi per i gruppi».
Progetti per il futuro?
«Finire il nuovo cd in autunno, venderne milioni di copie, trasferirci su un’isola deserta per ciascuno ma talvolta ritrovarci per suonare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017