Spettacoli

Echi di poesia a più voci

Echi di poesia a più voci
0

Francesca Benazzi
Torna l’emozionante connubio tra poeti e grandi interpreti.  Il ParmaPoesia Festival dedica due appuntamenti, curati da Nicola Crocetti e Teatro Festival – Fondazione Teatro Due, questa sera e domani alle 21 nella nuovissima Piazza Shakespeare, ai reading in lingua originale di quattro poeti internazionali, Lars Gustafsson, Marija Stepanova, Wendy Cope e Pedro Tamen, accompagnati per la lettura in italiano dei loro testi da due tra le più amate interpreti del teatro, Elisabetta Pozzi e  Anna Bonaiuto. Si parte stasera  con lo svedese Lars Gustafsson, molto noto anche in Italia dove i suoi romanzi sono pubblicati da Iperborea, con l’astro nascente della poesia russa Marija Stepanova e con Anna Bonaiuto: «E’ stata per me una conoscenza recentissima – dice l’attrice dei due poeti - Sono tra di loro molto diversi: in Marija Stepanova, giovane eppure già così potente,  sento  delle ferite femminili molto forti, unite a una grande capacità di guardare dentro agli esseri umani. Gustafsson – almeno per quanto riguarda le poesie che leggerò  – è invece in un certo senso meno “ermetico” e più rivolto verso la natura, le piccole cose, il trascorrere delle stagioni”.
La poetessa Wendy Cope (fenomeno letterario inglese, dove i suoi libri vendono un numero impressionante di copie) e Pedro Tamen, uno dei massimi poeti portoghesi, saliranno sul palcoscenico domani con Elisabetta Pozzi. «Ho conosciuto questi due poeti grazie a Nicola Crocetti – racconta l’attrice - La Cope riesce a essere una farfalla per la sua leggerezza, la sua poesia unisce un’ironia freschissima ad un’intelligenza acuta, fa il verso a tanti generi mettendoci dentro il suo tratto personale che riesce sempre a far sorridere. Tamen è autore di tutt’altro genere, la sua poesia  è un viaggio dentro un mondo labirintico, con versi frammentati, destrutturati. Sono contenta che ci sia lui a leggerli nella lingua originale, perché lavora tantissimo sulla parola. La sua è una poesia che va letta e ascoltata lentamente, entrare nel corpo, e che poi rimane dentro».
Ma quanto è difficile  interpretare la poesia?  «Molto, perché c’è sempre il rischio di sovrapporsi, di mettere accenti che magari l’autore non richiede – risponde Anna Bonaiuto - .C’è la difficoltà di dover rendere emozioni senza recitare.  O la si stravolge, come faceva ad esempio Carmelo Bene che la faceva completamente “sua”, oppure si cerca di restituire l’emozione che si ha avuto, con molto pudore».  Dello stesso parere Elisabetta Pozzi: «Leggere la poesia a voce alta per gli altri è un’impresa molto ardua. Devi avere coraggio ed essere anche un profondo conoscitore dell’opera. A me piace molto il modo in cui leggeva Carmelo Bene, perché diventava puro suono, possibilmente letto nella lingua originale. Ma fare da tramite tra il poeta e chi ascolta è in assoluto la cosa più difficile».  Eppure la poesia non smette di regalare emozione: «Più del racconto, più del teatro, è un momento di abbandono vero» continua la Pozzi.  «Mi emozionano le poesie dove sento una grande libertà – conclude Anna Bonaiuto- e  si avverte  che scaturisce direttamente dall’anima».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Ucciso da forma di parmigiano: condannato produttore "spazzolatrice"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

5commenti

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

Curiosità

Al seggio col colbacco del «no»

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

2commenti

tg parma

Ventenne travolto a Lemignano: è in Rianimazione Video

QUESTURA

Bici rubate trovate al parco Falcone e Borsellino: qualcuno le riconosce? Foto

1commento

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Cambridge

Trovata morta ricercatrice italiana: cause naturali

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

pazzo mondo

Venezia: si lancia con il surf da Ponte degli Scalzi

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)