12°

Spettacoli

Echi di poesia a più voci

Echi di poesia a più voci
0

Francesca Benazzi
Torna l’emozionante connubio tra poeti e grandi interpreti.  Il ParmaPoesia Festival dedica due appuntamenti, curati da Nicola Crocetti e Teatro Festival – Fondazione Teatro Due, questa sera e domani alle 21 nella nuovissima Piazza Shakespeare, ai reading in lingua originale di quattro poeti internazionali, Lars Gustafsson, Marija Stepanova, Wendy Cope e Pedro Tamen, accompagnati per la lettura in italiano dei loro testi da due tra le più amate interpreti del teatro, Elisabetta Pozzi e  Anna Bonaiuto. Si parte stasera  con lo svedese Lars Gustafsson, molto noto anche in Italia dove i suoi romanzi sono pubblicati da Iperborea, con l’astro nascente della poesia russa Marija Stepanova e con Anna Bonaiuto: «E’ stata per me una conoscenza recentissima – dice l’attrice dei due poeti - Sono tra di loro molto diversi: in Marija Stepanova, giovane eppure già così potente,  sento  delle ferite femminili molto forti, unite a una grande capacità di guardare dentro agli esseri umani. Gustafsson – almeno per quanto riguarda le poesie che leggerò  – è invece in un certo senso meno “ermetico” e più rivolto verso la natura, le piccole cose, il trascorrere delle stagioni”.
La poetessa Wendy Cope (fenomeno letterario inglese, dove i suoi libri vendono un numero impressionante di copie) e Pedro Tamen, uno dei massimi poeti portoghesi, saliranno sul palcoscenico domani con Elisabetta Pozzi. «Ho conosciuto questi due poeti grazie a Nicola Crocetti – racconta l’attrice - La Cope riesce a essere una farfalla per la sua leggerezza, la sua poesia unisce un’ironia freschissima ad un’intelligenza acuta, fa il verso a tanti generi mettendoci dentro il suo tratto personale che riesce sempre a far sorridere. Tamen è autore di tutt’altro genere, la sua poesia  è un viaggio dentro un mondo labirintico, con versi frammentati, destrutturati. Sono contenta che ci sia lui a leggerli nella lingua originale, perché lavora tantissimo sulla parola. La sua è una poesia che va letta e ascoltata lentamente, entrare nel corpo, e che poi rimane dentro».
Ma quanto è difficile  interpretare la poesia?  «Molto, perché c’è sempre il rischio di sovrapporsi, di mettere accenti che magari l’autore non richiede – risponde Anna Bonaiuto - .C’è la difficoltà di dover rendere emozioni senza recitare.  O la si stravolge, come faceva ad esempio Carmelo Bene che la faceva completamente “sua”, oppure si cerca di restituire l’emozione che si ha avuto, con molto pudore».  Dello stesso parere Elisabetta Pozzi: «Leggere la poesia a voce alta per gli altri è un’impresa molto ardua. Devi avere coraggio ed essere anche un profondo conoscitore dell’opera. A me piace molto il modo in cui leggeva Carmelo Bene, perché diventava puro suono, possibilmente letto nella lingua originale. Ma fare da tramite tra il poeta e chi ascolta è in assoluto la cosa più difficile».  Eppure la poesia non smette di regalare emozione: «Più del racconto, più del teatro, è un momento di abbandono vero» continua la Pozzi.  «Mi emozionano le poesie dove sento una grande libertà – conclude Anna Bonaiuto- e  si avverte  che scaturisce direttamente dall’anima».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Il sexy allenamento ai glutei di Jessica Immobile fa il boom di clic Video

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

Stadio Tardini

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese Foto Video

I crociati tengono il passo del Venezia. Partita numero 300 per capitan Lucarelli con la maglia del Parma

1commento

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

7commenti

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

8commenti

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Gazzareporter

La foto di un lettore: "Parco del Cinghio finito e mai aperto"

Soragna

Da sempre senza patente, maxi-multa a una 50enne

9commenti

Animali

Nasce la mutua per curare cani e gatti

Si chiama «Dottor Bau & Dottor Miao» e costerà 120 euro all'anno la nuova previdenza sanitaria privata degli amici a quattro zampe

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

Sant'Ilario d'Enza

Mezzo nudo e in perizoma fa l'esibizionista davanti a una bimba: arrestato 

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery