-5°

Spettacoli

Barilli: "Tra i miei progetti anche un Moby Dick sul Po"

Barilli: "Tra i miei progetti anche un Moby Dick sul Po"
0

 Apparirà spesso con una margherita in bocca, ma non per questo il suo personaggio può considerarsi un «buono». Francesco Barilli ha appena terminato le riprese del nuovo film di Francesco Campanini, dal titolo «La casa nel vento dei morti», scritto ed interpretato da Luca Magri.
Per Barilli, regista e attore di lunga esperienza, è la «seconda volta» con la giovane coppia di amici Campanini-Magri dopo il noir «Il solitario»: «Qui – racconta – ci sono una storia e una sceneggiatura più “complete” rispetto al primo film. Loro sono giovani, ed è un bene in un momento come questo in cui il cinema italiano sta soffrendo per la mancanza di coraggio e la voglia di pensare più al piccolo schermo che al grande: con la loro energia, possono fare quello che vogliono e trasformare un noir in un horror».
Sul cinema indipendente aggiunge: «Ci sono parecchi giovani che ci provano: spesso mi mandano i loro lavori; belli o brutti, il fatto di crederci è la cosa più importante».
La disillusione sull’attuale momento del cinema nazionale, però, resta: «In giro si vedono film che sembrano ordinati dal dottore, e non incassano perché non osano. All’estero, invece, o fai davvero il cinema per il cinema o fai la tv che, addirittura, tenta di superare il cinema perché più “libera”. Da noi, invece, drammaticamente trionfa un prodotto come “Don Matteo” che mostra più delitti a Gubbio di quelli che avvengono a Los Angeles». Parlando del suo personaggio nel film di Campanini, Barilli ricorda anche gli sforzi fisici durante la lavorazione: «Abbiamo corso parecchio su e giù per l’Appennino, girando sequenze di “fuga” faticose. Ho voluto che il mio zaino fosse davvero pesante e correvo anche prima di iniziare le riprese: si deve vedere che il sudore è vero e non acqua spruzzata sui volti e i costumi».
L’attore parmigiano, in questo horror ambientato nel Dopoguerra, è uno dei quattro ladri in fuga sulle montagne dopo un colpo a un ufficio postale: «Mi sono divertito con me stesso, tagliandomi i capelli apposta, scegliendo con la costumista (la sorella Evelina, ndr) gli abiti adatti e mettendo una margherita in bocca ogni volta che sparo. Volevo fare il “matto”, con un personaggio tosto, che era stato in galera per aver strozzato la moglie». 
E l’atmosfera sul set? «Molto professionale, con attori e tecnici davvero preparati». Tra gli interpreti parmigiani, anche un volto storico del Teatro delle Briciole come Paola Crecchi. Barilli, che anche all’estero è riconosciuto come un maestro dell’horror grazie al cult da lui diretto «Il profumo della signora in nero», ha portato la sua esperienza in questa produzione ed ha girato personalmente un piccolo flashback.  Attualmente sta lavorando a diversi progetti: un horror indipendente da girare nei boschi di Carrega, un film in attesa di un produttore il cui copione è piaciuto molto a Claudia Gerini e un corto che partirà a giorni con riprese nel Parmense. Il suo progetto più ambizioso rimane quello di un film visionario ambientato in un grande fiume: «Una sorta di “Moby Dick” sul Po».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

1commento

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

3commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: i crociati provano a riprendere il volo Diretta

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

21commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto