-3°

Spettacoli

Max Gazzé: "Faccio sposare il pop e la lirica"

Max Gazzé: "Faccio sposare il pop e la lirica"
0

Margherita Portelli
Contando quello che una musica può fare, c'è da figurarsi quello sono in grado di fare due (musiche) che - incontrandosi per una serata «tra il sublime e il faceto» - propongono al pubblico sperimentazioni sonore e melodiche mai udite prima. Il pop e la lirica si sposano, domani in Pilotta. E a celebrare le nozze sarà lui, «L'Uomo Sinfonico» Max Gazzè, grazie al nuovo progetto musicale che l’artista romano sta portando avanti con la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma e che vedrà il proprio debutto questa sera a Sassuolo. Max il multiforme cantautore polistrumentista, che grazie al suo ultimo album «Quindi» è reduce da un tour completamente sold out, proposto in numerosi teatri italiani, si mette alla prova in una serie di concerti-evento che prendono il via stasera (domani alle 21.30 la data parmigiana nel Cortile della Pilotta, per la rassegna «Sotto il cielo di Parma») e che andranno avanti per tutto il 2012. Con la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, l’artista de «La favola di Adamo ed Eva» rivisiterà «in chiave sinfonica» molti dei suoi successi, intervallando le hit ad alcune tra le più note arie liriche, nel progetto co-prodotto da Parmaconcerti e Fondazione Arturo Toscanini. In un inedito mix, l’artista interpreterà msusiche tratte dal repertorio classico e lirico con rielaborazioni di brani di Rossini, Mozart, Bizet e Stravinskij. Vietato, però, aspettarsi un Max dall’ugola lirica.
Gazzè, cos'è l’«Uomo Sinfonico»?
«È un connubio. Ma senza tentativo di confronto alcuno. Nel senso che c'è la volontà di misurarsi con un genere di musica differente, ma non ho intenzione di improvvisarmi cantante lirico: non si tratta di riarrangiare i miei brani per orchestra o di stravolgere le grandi arie liriche. È una sorta di scambio culturale che però prevede il giusto rispetto e il necessario distacco. Quello che farò, ad esempio, è tentare di tirar fuori l’emotività di certe arie, grazie anche a un tipo di canto differente, più rock, come ad esempio in "Una furtiva lagrima" (dall'Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, ndr), o in "Che gelida manina" (Giacomo Puccini, La Bohème, ndr). Ecco, ci sarà un’attualizzazione del canto, ma gli arrangiamenti saranno quelli classici».
Cosa si devono aspettare i suoi fan?
«Il mio repertorio ci sarà, e sarà oggetto di scambio. Non si tratterà di un esercizio di stile. E poi diciamo che "metteremo il microfono" a certe arie liriche che, necessariamente, erano nate senza».
Perché nel tempo digitale che viviamo,  ha deciso di lasciarsi andare a un esperimento simile?
«Sono convinto che sarà un’esperienza che, come musicista e performer, potrà arricchirmi molto. Oggigiorno le basi musicali se ne escono tutte dallo stesso software. Le nostre orecchie forse sono troppo abituate al "ritmo elettronico", che finisce per trasformarsi in una perfezione di suono innaturale. Siamo al punto in cui lasciare un errore è molto più difficile che correggerlo; essendo umani e limitati, dovremmo tornare a saperci gustare più l’intenzione del risultato, altrimenti poi c'è il rischio che  che manchi l’anima».
Di anime ce ne saranno parecchie, invece, insieme a lei sul palco. Intimorito dalla presenza del maestro Alessandro Nidi e dei professori d'orchestra?
«No, tutt'altro. Uno stimolo, piuttosto. È una grande opportunità di arricchimento per un cantautore come me, ecco perché ci tengo a ringraziare la Filarmonica Arturo Toscanini per questa preziosissima esperienza».
Quali brani del suo repertorio non mancheranno?
«Eseguiremo "La favola di Adamo ed Eva", "Mentre Dormi", "Una musica può fare", arrangiati da Silvia Catasta. Ma ci saranno anche delle sorprese: "Cara Valentina" sarà eseguita in chiave barocca, mentre ne "Il solito sesso", a farla da padrone saranno le percussioni».
Qualche mese fa a Parma, parlando a una platea di studenti delle superiori, li aveva esortati a cercare di coltivare le proprie passioni. Max Gazzé ad aspirazioni com'è messo? Questo Uomo Sinfonico è forse un piccolo sogno che si realizza?
«Ho sempre amato e ascoltato la musica classica. Sì, credo che mettermi alla prova con questo esperimento sia un tassello importante nella costruzione della mia esperienza artistica, la realizzazione di un obiettivo, e certamente di un sogno».
Info. Biglietti da 12 a 30 euro. Tel. 0521.200145.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

3commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

politica

Bilancio del Comune, Alfieri attacca: "Cittadini spremuti?"

"Ci hanno detto che eravamo pieni di debiti, tasse e tariffe dovevano essere al massimo. Ora compare un tesoretto di 138 milioni di euro?"

1commento

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

San Secondo

Addio a Gardelli, giocò nella Juve e nella Lazio

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Calciomercato

Il Parma voleva Castagnetti. Ma era legato a Vagnati

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti