17°

Spettacoli

Al Regio come in discoteca

Al Regio come in discoteca
1

Giacomo Marzi


Delle macchine. Ecco come, nel gergo dei musicisti, si potrebbe definire un gruppo come i Kool & the Gang. Tutti professionali, precisi, assolutamente rodati, nati showmen. Ogni concerto speso con la stessa energia per il groove ed il suo verbo, e per il pubblico, al Teatro Regio di Parma come al Jazz Festival di Montreux come alla House of Blues di Chicago.
Scaletta dosata sapientemente in un climax che partiva dalle melodie jacksoniane degli ultimi tempi a ritroso verso il groove nervoso ma sempre orecchiabile (non ci si aspetti nulla alla Fred Wesley Connection o alla Pee Wee Ellis Group, per intenderci) Kool e la sua Gang, martedì sera nell’inconsueta cornice del «tempio della lirica» ducale, hanno saputo scaldare gradualmente il pubblico come il miglior amante fa con la propria partner.
I primi pezzi, più recenti, come si è già detto fanno sentire prepotente l’influenza di Michael Jackson (al quale non per niente è tributato uno splendido omaggio con una versione quasi anastatica di «Don't stop 'til you get enough» con tanto di «moonwalking»), ma rispetto al King of Pop le atmosfere sono indubbiamente più funky: le ritmiche sono più appoggiate e più marcate (merito soprattutto dello stile scarno ed essenziale tutto al servizio del groove del basso di Kool, in arte Robert Bell, mente e fondatore della band); e le movenze armoniche indiscutibilmente più raffinate.
Da «Fresh» in avanti è un crescendo di funky sempre più teso: da un omaggio a James Brown dove Kool ha scimmiottato il grande Godfather of Soul prima dirigendo la band a bacchetta («Give me one!»…Bam! «Give me two!»…Bam Bam! Eccetera) e dando il quattro per un’infuocata «Party People» passando per i successi quali «Jungle Boogie» nei quali si è potuto apprezzare l’affiatamento e la precisione millimetrica della sezione fiati che grazie alle succitate caratteristiche sembra molto più ampia di quello che in realtà è (si parla di un trio tomba-trombone-sassofono contralto), e la preparazione jazzistica dello storico pianista George Brown che ha piazzato diversi assoli fatti di gusto e alcuni sorprendenti echi direttamente dal miglior Herbie Hancock.
La folla comincia ad agitarsi e da «Ladies’ night» a «Get down on it» è il delirio: il pubblico è in piedi e balla accalcato sotto il palco seguendo le coreografie (anch’esse studiatissime e sempre diverse) della band. Lo scontatissimo bis che conta un unico pezzo («Celebration», quale altro?) conclude l’unica serata nella storia del Teatro Regio che ha visto il pubblico andarsene sudato. Ma il funky, diceva sempre “The Soul Brother Number One”, Mr. James Brown, non è altro che «Body heat».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • commerciante preoccupata

    04 Agosto @ 09.25

    di certo uno dei concerti più belli che io abbiamo mai visto! di sicuro il più divertente in assoluto!!! un plauso alla band che per 2 ore ha suonato, cantato e ballato senza sosta, con una maestria e un entusiasmo che hanno contagiato il pubblico.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

traversetolo

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

10commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

1commento

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

autostrada

Schianto tra Fiorenzuola e Fidenza: ancora due chilometri di coda

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento