-2°

Spettacoli

Vive Verdi - Verdi a parole? Si può se la voce è di Albertazzi

Vive Verdi - Verdi a parole? Si può se la voce è di Albertazzi
Ricevi gratis le news
0

Giulio Alessandro Bocchi

Solo sul palco, con la suggestiva cornice di Villa Pallavicino alle sue spalle, Giorgio Albertazzi ha reso il suo omaggio a Giuseppe Verdi, giovedì sera per la rassegna «estaVerdi».
«Che c’entro io con Verdi?», ha esordito il grande attore, per poi spiegare al pubblico che nello stesso albergo dove morì il Cigno di Busseto, il «Grand Hotel et de Milan» (dove ogni stanza è intitolata a grandi personaggi, da Maria Callas a Luchino Visconti) c’è anche una suite Albertazzi: proprio lui. «E io di tutti questi sono l’unico ad essere ancora vivo», ha accuratamene precisato. 
Il reading («fa figo dire reading» ha scherzato ancora Albertazzi) è iniziato con la narrazione di alcuni brani tratti da «La signore delle camelie» (che isprò «La traviata») con l’amore tra Margherita ed Armando, divenuti poi Violetta e Alfredo nel capolavoro verdiano. Non è stata comunque una semplice lettura visto che Albertazzi ha colorato l’incontro anche con alcuni monologhi e aneddoti.
Le musiche originali di Riccardo Joshua Moretti, scritte in stile verdiano, sono state fatte ascoltare nei momenti di pausa: accattivanti composizioni, di aderente somiglianza stilistica, che hanno suscitato anche i complimenti dell’attore e si sono fatte apprezzare per l’efficace pregnanza emotiva, anche se la riproduzione attraverso suoni campionati è sempre in qualche modo limitativa.
Dopo il romanzo di Alexandre Dumas figlio, Albertazzi è passato a Shakespeare con le due tragedie e la commedia messe in musica da Verdi grazie ai libretti di Piave e di Boito. Dall’Otello (o più shakespearianamente Othello) l’attore ha recitato alcuni monologhi del protagonista, compreso quello finale, prima del suicidio del moro. 
Dopo un intermezzo con il celebre “dubbio amletico”, si è passati al Macbeth e Albertazzi ha ricordato di quando allo Sferisterio di Macerata realizzò una regia dell’opera.
Si è comunque scelto di terminare la serata in modo più brioso con «Le allegre comari di Windsor» e le burle organizzate ai danni del panciuto e velleitario Sir John Falstaff. Quando in passato vestiva i panni del corpulento Falstaff, Albertazzi doveva portare una «pancia» di 9 kgi. I problemi alla schiena (comunque giustificati dai suoi 88 anni) gli sono stati causati anche da questi travestimenti. Comunque ha commentato: «cosa non si fa per l’arte?»
Ai versi di Boito «tutto nel mondo è burla», dal finale di Falstaff, è spettato l’onore di concludere l’omaggio dedicato da Albertazzi a Verdi. Il pubblico, incantato, ha seguito lo spettacolo con grandissima attenzione.
Il grande attore, prima di salutare il pubblico con il monologo conclusivo della Tempesta, è stato omaggiato dal sindaco di Busseto, Giovanna Gambazza, dall’assessore provinciale al turismo, Agostino Maggiali, e da Stefano Prinzivalli, direttore del museo.
Martedì, sempre a Villa Pallavicino e sempre alle 21, nel prossimo appuntamento di «estaVerdi», si esibirà l’ Orchestra Filarmonica Giovanile della Colombia (biglietti a 20 euro). Per informazioni: Parma OperArt, www.parmaoperart.com, tel. 393 0935075; Museo Nazionale Giuseppe Verdi, www.museogiuseppeverdi.it, tel. 0524 931002; Azzali editori Parma tel. 0521 232929. 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande