-2°

Spettacoli

Clooney fa già il "pieno" di voti

Clooney fa già il "pieno" di voti
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi
Io candidarmi come presidente? Beh, vede, negli Stati Uniti c'è un tizio attualmente in carica che è una persona molto simpatica e che sta soffrendo molto: non ho davvero nessuna intenzione di prendere il suo posto. Mi piace troppo il mio lavoro: non vedo proprio perché dovrei mettermi a fare politica». Vote for George: Clooney superstar a Venezia. Il divo sbarca al Lido e subito lo sbanca: applausi a «Le idi di marzo», il bellissimo film - di cui Clooney è regista e interprete - che ieri ha inaugurato la 68esima Mostra del cinema, sporcando il tappeto rosso con il fango del ricatto e del compromesso.  Solo posti in piedi per vedere da vicino re Giorgio, capelli brizzolati, completo grigio e camicia a righe che si intona al sorriso sornione: con lui, star del calibro di Philip Seymour Hoffman, Paul Giamatti, Marisa Tomei e Evan Rachel Wood, il meglio di un'Hollywood «impegnata» che lo seguirebbe in capo al mondo. E che insieme al protagonista Ryan Gosling (ieri, purtroppo per le signore, assente) scava dietro le quinte di un'immaginaria ma non troppo battaglia elettorale.
«Più che fare un film politico - spiega Clooney - mi interessava parlare della questione morale, di chi è disposto a vendere l'anima per ottenere un risultato. Non avevo un'idea precisa in quale contesto ambientarlo, ma quando ho visto la piece teatrale che ha ispirato il film, mi è sembrata straordinaria, perfetta per una storia morale. E poi la politica è davvero molto seducente».
Perché ha scelto proprio questo titolo?
«Perché le cose vanno avanti in questo modo dai tempi di Giulio Cesare: chissà, forse è un indice della nostra mancanza di salute mentale... E poi mi sembrava che nella nostra storia ci fossero alcuni temi shakespeariani: ma lascio agli spettatori decidere chi è Cesare e chi Bruto».
E' vero che da anni pensava a questo film?
«Dovevamo girarlo già nel 2007, ma poi è stato eletto Obama e tutti erano così ottimisti...: il film c'è sembrato troppo cinico e così abbiamo pensato di rimandarlo. Poi, è tornato improvvisamente d'attualità. Abbiamo raccolto il denaro attraverso alcuni investitori stranieri, riuscendo a girarlo con 12 milioni di dollari, una cifra molto bassa per gli standard di Hollywood. Ma sono questi i film che voglio fare: quelli che pongano domande piuttosto che dare risposte. Sono cresciuto con il cinema degli anni '70, con quelle pellicole che accendevano il dibattito: spero di riuscirci anch'io».
Il suo è un film molto amaro: pensa che ormai in Usa il cinismo abbia sopraffatto l'idealismo?
«La temperatura nel nostro Paese è tale che è molto difficile    governare: tanto che sembra davvero che il cinismo abbia preso definitivamente il sopravvento sull'idealismo. Ma io sono ottimista: le cose si aggiusteranno. Almeno spero».
Come ha convinto gli interpreti a girare questo film?
«Avevo delle loro foto compromettenti...; no, scherzi a parte, la sceneggiatura era talmente ben scritta che hanno voluto tutti fare parte del progetto. Gosling era la prima scelta: abbiamo subito pensato a lui come protagonista».
A quale politico consiglierebbe di andare a vedere «Le idi di marzo»? Magari a Strauss Kahn considerato il ricatto che il  candidato nel film subisce a causa di una scappatella...?
«No, non mi permetterei: ogni Paese in fondo ha i suoi scandali sessuali. Io però non consiglio nulla a nessuno».
Questo è un film sui compromessi che i politici accettano: lei come regista ne ha mai dovuti accettare?
«Ogni giorno: il cinema è tutto un compromesso. Ma per fortuna le mie decisioni non influenzano la vita della gente. Il mio lavoro è pur sempre un gioco: non vorrei mai che le mie scelte costassero la vita a qualcuno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande