22°

Spettacoli

Luci a Langhirano: brilla la stella di Roberto Vecchioni

Luci a Langhirano: brilla la stella di Roberto Vecchioni
Ricevi gratis le news
4

Giulia Viviani

Probabilmente in Italia, solo Roberto Vecchioni può permettersi di salire su un palco e cantare canzoni raffinate, toccanti, colte, concedendosi negli intermezzi barzellette e battute un po' da bar.
Se lo può permettere perché nella sua lunga carriera ha saputo conquistare il Premio Tenco, ma anche il Festival di Sanremo e il Festivalbar. E se lo può permettere soprattutto perché il suo pubblico lo ama anche per questa sua capacità comunicativa che di fatto sa unire nella stessa platea generazioni diverse e lontane, come quelle che si sono ritrovate sabato sera in piazzale Melli a Langhirano ad applaudire il «professore».
Esordisce con un pezzo da novanta Roberto Vecchioni, «Voglio una donna», «canzone ironica - spiega, pur non essendocene bisogno - che suscitò però diverse critiche». Parla con il suo pubblico, come se fosse in un salotto tra amici, spiega il crescendo del concerto, che passa «dal cazzeggio al nubifragio di lacrime», e prende in prestito le parole di Pablo Neruda e della sua «Ode alla pace», per farne un manifesto poetico: «Io qui non vengo a risolvere nulla. Sono venuto solo per cantare e farti cantare con me».
Si va avanti con «Canzoni e cicogne» e il «Violinista sul tetto», con quella voce femminile che nell’album del 2007 appartiene a Teresa De Sio; una canzone «mammona», per questo dolce e italianissima, dove alla sconfitta di un figlio si accompagna l’amore incondizionato di una madre, «l'amore più grande al mondo», dice il cantautore cedendo alla tentazione di raccontare anche qualche aneddoto famigliare. E sempre come ode all’amore materno, arriva «Vorrei essere tua madre», piccola rarità del repertorio live del maestro. Ma c'è spazio anche per l’amore paterno con «Figlia», del 1976. Immancabile e portatrice di una forza sempre sconvolgente, l’esecuzione di «Sogna ragazzo, sogna», titletrack del bell'album del 1999.
Non c'è canzone che il pubblico non conosca e che non strappi l’applauso già dalle prime note: dalle più recenti a quelle più lontane di una carriera praticamente quarantennale. Già perché a fare bene i conti, Roberto Vecchioni è uno dei pezzi viventi della storia della musica italiana, ma a vederlo sul palco, muoversi, ballare e incitare il pubblico, si capisce come la sua sia una storia ben lontana dal finire in un museo. Lo spettacolo è in crescendo con «Il suonatore stanco», «Le mie ragazze» e una serie di canzoni voce-chitarra che fanno cadere qualche lacrima: «Le lettere d’amore», «Viola d’inverno» e «L'ultimo spettacolo».
Dopo una parentesi con «la più bella canzone mai scritta al mondo: “O surdato nnammurato"», ci si avvia alla conclusione con «Mi porterò», «Stranamore», «Milady» e la toccante «Le rose blu», per poi arrivare alla canzone che è valsa a Vecchioni la vittoria all’ultimo Festival di Sanremo, «Chiamami ancora amore». Un immancabile bis, con «Luci a San Siro» e «Samarcanda» ha infine strappato la standing ovation.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • anna azzolini

    13 Settembre @ 15.41

    Seguo Vecchoni da sempre e sebbene prediliga il concerto a teatro dove il prof non solo da il meglio di se ma riesce sempre a superarsi non potevo mancare sll'appuntamento a Langhirano . E' stato un concerto intenso e l'emozione per me è stata come sempre fortissima grazie Roberto !!!!

    Rispondi

  • nando

    12 Settembre @ 22.57

    Sì, al concerto del prof Roberto Vecchioni a Langhirano sabato sera c'ero anch'io ... Si è trattato, da parte mia,di una splendida (ri)scoperta dell'uomo e dell'artista Vecchioni (un personaggio davvero speciale che può permettersi di presentarsi al pubblico come colto e popolaresco, tenero e irridente, sognante e disincantato, comunque sempre arguto e accattivante) ... Grazie Festival, grazie Vecchioni: "tu chiamale se vuoi emozioni"! Nando - Corniglio

    Rispondi

  • michele

    12 Settembre @ 14.30

    io c'ero quella sera a quel bellisimo concerto di roberto vecchioni è stata un'emozzione complimenti a roberto

    Rispondi

  • Coco

    12 Settembre @ 13.40

    Sempre bravo. E sempre bellissimo. Alla faccia degli anni

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La cucina piace bella piccante

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Barchette di carciofi con curry e curcuma

di Silvia Strozzi

Lealtrenotizie

Lite con coltello in via Lazio: e così vien incastrato per furto

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

2commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

10commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

11commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

41commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

6commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

3commenti

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

terremoto

Messico, 20 bimbi e due maestre morti nel crollo della scuola. Le vittime sono almeno 217 Video

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...