Spettacoli

Neue Vocalsolisten, mirabili intrecci tra parole e musica

Neue Vocalsolisten, mirabili intrecci tra parole e musica
0

 «O parola, tu che mi manchi», la disperata invocazione di Aronne sulla quale la penna di Arnold Schoenberg si è fatalmente arrestata, alla fine del secondo atto della sua grande opera incompiuta, «Moses und Aron», sembra oltremodo prolungarsi lungo i tracciati della contemporaneità rinnovando quel dilemma che da sempre la musica si è portata addosso nel confrontarsi con la parola, in un gioco di concessioni, di convergenze, di appropriazioni, di violenze mai concluso. 
E il senso di questa stimolante irrisolutezza affiorava in maniera avvincente dal programma realizzato l’altra sera al Farnese, per l’inaugurazione della rassegna «Traiettorie», dai Neue Vocalsolisten, complesso di straordinaria bravura per intelligenza e forza inventiva, doti quanto mai proficue per penetrare le trame più occulte dei vari intrecci tra parola e musica, quali i quattro proposti. 
Parola che si dissolve per ricomporsi - quella presenza/assenza indicata da Boulez - attraverso altri modi, insinuandosi nel timbro, nei modi d’attacco, in tutta una sequenza di atteggiamenti come quelli con cui Georges Aperghis rivive le frenesie materiche, non poco drammatiche, di Wölfli muovendo da quel suo dialetto bernese di cui solo sul finire del brano - «Vittriol» appartenente alla 'Wölfli-Kantata' - affiora un residuo, patetico ritorno alla realtà. Parola che si fa suono, materia, attraverso il filtro del passato, propone José Maria Sanchez Verdu in questa sua «Scriptura antiqua», retaggio madrigalistico - che l’ambientazione del Farnese pareva rinnovare in una prospettiva suggestivamente deformata - che si decanta appunto in un materismo sottile, sabbie accumulate da un tempo immemore che erodono il profilo di emblematiche scritte, con guizzi improvvisi di coscienza, come avviene in un grande conterraneo del musicista, Antoni Tapies. Andreas Dohmen, con «Infra», parte invece da un passato più aulico, musicalmente più celebrato anche, un sonetto del Petrarca, rivisitato nelle viscere dei suoi elementi primari, materia sonora percorsa dall’interno, indagata nelle sue componenti fonetiche, come a ricomporre un percorso poetico, non senza una certa troppo scoperta pretestuosità effettistica. Cambio di registro deciso nella seconda parte, interamente occupata da «A-Ronne» di Berio, su testo di Sanguineti, lavoro legato nella nostra memoria ad una stagione lontana, dominata dagli sperimentalismi linguistici indotti dall’«opera aperta» e da quel gusto del gioco in cui il compositore ligure non era secondo a nessuno: scambi combinatori, alla Perec, scorciatoie inattese, sortite innescate da quello strepitoso crogiolo di inventiva vocalistica che era Cathy Berberian. 
Il timore dell’invecchiamento, lo stesso che ci accompagna in certi riaccostamenti al 'dada', è stato invece smentito dalla vivacità della proposta con cui i magnifici vocalisti hanno interpretato il «radiodramma», con una gestualità, fisica e fonetica insieme, davvero esilarante: senza mai tradire le regole del gioco. Applauditissimi, giustamente.g.p.m.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti