12°

Spettacoli

Stephen Medcalf: "Un Falstaff molto elisabettiano per il Farnese"

Stephen Medcalf: "Un Falstaff molto elisabettiano per il Farnese"
Ricevi gratis le news
0

Elena Formica

Come stipare in questa "O" di legno pur solo gli elmi che tanto terrore sparsero per il cielo di Agincourt»? Con queste parole, nell’Enrico V, William Shakespeare cita - così vuole la tradizione - il famoso Globe, il teatro di legno a forma di «O» eretto a Londra nel 1599 e demolito, dopo le fiamme e la ricostruzione, nel 1642. Destino a volte glorioso, ma spesso precario, quello del legno che si fa teatro. «Alcuni sperduti rumori esterni, che vagano con uno smarrito raggio di sole, sono velati e tristi (...); se mai gli spiriti recitano commedie, essi recitano le loro in questo palcoscenico da fantasmi». Charles Dickens, in Pictures from Italy, così descriveva nel 1846 il Teatro Farnese di Parma, andato in rovina dopo lungo abbandono. La splendida «U» di legno progettata dall’Argenta all’inizio del Seicento era diventata un’inquietante platea di ombre. Poi altri disastri e il bombardamento del 1944. Con un restauro, fra il 1957 e il 1965, si salvò il salvabile. Dalla Londra elisabettiana alla Parma dei Farnese, goal del Festival Verdi su gran tiro di Shakespeare: questa sera, grazie a una vera messa in scena operistica, tornerà a nuova vita il Teatro Farnese. In programma l’ultima opera di Giuseppe Verdi - Falstaff - tre atti di puro genio ispirati a Le allegre comari di Windsor e all’Enrico IV (parti I e II) di William Shakespeare. «Falstaff è la più grande collaborazione mai esistita fra cultura inglese e cultura italiana», sentenzia quel gentleman risoluto che è Stephen Medcalf, passaporto britannico, regista di fama internazionale che a Parma aveva già lavorato in Manon Lescaut e Die Zauberflöte. Fantastica sul Farnese, obviously, Mister Medcalf. Sogna di allagarne la platea come nelle antiche naumachie e rappresentarvi l’Otello di Verdi. Intanto, però, deve sottilmente esercitare l’ingegno su Falstaff, annusando Shakespeare e odor di legno. «Siamo una squadra tutta inglese - spiega il regista -, con me lavorano Jamie Vartan per scene e costumi e Simon Corder per le luci. Non c'è niente, nell’allestimento di questo Falstaff al Farnese, che non fosse realizzabile anche nel teatro di 400 anni fa. Intendo dire che non abbiamo fatto nulla che non si potesse fare anche nel Seicento in un teatro come il Farnese, di pochi anni successivo al Globe; solo le luci costituiscono un elemento tecnologico attuale. Sicché è un Falstaff molto elisabettiano nella messa in scena, e credo pure molto shakespeariano nel considerare i nessi con le due parti dell’Enrico IV e con The merry wives of Windsor. Inoltre non mancano spunti derivati da Ser Giovanni Fiorentino, che del resto sono ben presenti anche nel libretto di Boito per Verdi». Nell’atmosfera di Windsor è immerso questo Falstaff: «Sì - conferma il regista -, ho voluto che si vedessero le case, le strade e il parco del mondo piccolo rappresentato da Windsor. Ho adottato soluzioni semplici e antiche, suggestive credo, comunque non di impianto realistico. Windsor è una comunità borghese, con caratteri borghesi: i protagonisti, a parte Falstaff, sono persone di mezza età, commercianti oppure donne con mariti noiosi e legati ai soldi. L’arrivo di Falstaff, una figura così tanto più grande di loro, rompe un equilibrio e crea eccitazione, specie fra le donne. Nel Falstaff verdiano si ravvisano i tratti psicologici del grande Falstaff dell’Enrico IV - dissoluto, mentitore, tracannatore, ma anche uomo di battaglia e assai prossimo agli affari della Corona - inseriti nella trama borghese delle "Merry wives". Ho quindi ideato uno spettacolo molto leggero, apparentemente semplice e con tempi rapidi: i cambi scena, ad esempio, non durano più di un minuto. E’ una regia fatta di dettagli, di ritmo, nella quale il personaggio di Falstaff emerge per la sua intelligenza, per la parola sagace, per l’autoconsapevolezza di essere il vero motore degli scherzi che gli altri credono di tendergli e che, invece, sono la burla stessa della loro vita. E’ un Falstaff anziano e un po' depresso, persino commovente. Ma un Falstaff autenticamente verdiano per spirito e umanità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

Fausto Leali sui social, "io derubato da 4 slavi"

MONZA BRIANZA

Fausto Leali sui social: "Derubato da quattro slavi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Furto presso la concessionaria Boselli Moto di via La Spezia, 189/C

Foto dal video del TgParma

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

1commento

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

SOLIDARIETA'

La lotta di Isabella contro la Fop: via alla raccolta fondi

social

Rimosse le condoglianze per Riina: Facebook si scusa con la famiglia del boss

La salma del boss tumulata a Corleone (Guarda)

TRIBUNALE

Guerra tra vicini, 82enne patteggia 1 anno

Libro

Mazzamurro: «Quando eravamo in trincea, negli anni di piombo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Milano sconfitta dalla politica incapace

di Vittorio Testa

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

4commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

PESCARA

La tragedia dell'Hotel Rigopiano: la Procura emette 23 avvisi di garanzia

SPORT

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

CHAMPIONS

Finisce senza reti la sfida fra Juve e Barcellona

SOCIETA'

SPECIALE ORIENTAMENTO

Al via le iscrizioni 3.0: si fanno solo on line

Musica

«Sei un mito»: in tantissimi all'Euro Torri per Max Pezzali Gallery

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery