13°

20°

Spettacoli

Giorgio Gori lascia Magnolia: Ilaria Dallatana alla guida del gruppo

Giorgio Gori lascia Magnolia: Ilaria Dallatana alla guida del gruppo
Ricevi gratis le news
0

La parmigiana Ilaria Dallatana prende le redini del gruppo Magnolia. Giorgio Gori infatti lascia carica di presidente di Magnolia e di Zodiak Active. Fra i titoli storici della casa di produzione di programmi di intrattenimento ci sono “L’Isola dei famosi”, “X Factor” e “L’eredità”; tra le new entry, “Piazzapulita”, condotto da Corrado Formigli su La7.
Ilaria Dallatana è amministratore delegato di Magnolia dallo scorso febbraio. Ora che Giorgio Gori ha annunciato di voler «intraprendere nuovi percorsi professionali», la Dallatana guiderà il gruppo.
Gori dice che non si occuperà più di business e lascia intendere un impegno in campo pubblico: «La situazione che stiamo vivendo fa sì che non sia più tempo, a mio avviso, per chi può farlo, di perseguire solo i propri privati interessi». Gori tra l'altro ha partecipato alla convention di Matteo Renzi, sindaco di Firenze, alla stazione Leopolda.

L'ADDIO DI GIORGIO GORI. «Giorgio Gori - si legge nella nota della casa di produzione - ha lasciato con decorrenza odierna la carica di ceo di Zodiak South Europe & America Latina nell’ambito di Zodiak Media Group (ZMG), società leader internazionale nella produzione e distribuzione di contenuti per la televisione e i nuovi media, e le cariche di presidente di Magnolia e di Zodiak Active».
«La decisione di lasciare gli incarichi di cui sopra - si spiega - è stata motivata da Giorgio Gori dal desiderio di intraprendere nuove sfide professionali in ambiti diversi dal settore “media”, attività che lo ha visto protagonista e top manager per tanti anni. Giorgio Gori rimarrà nel board di Zodiak Media Group come consigliere e resterà azionista della società».
«Lascio gli incarichi esecutivi - dichiara Gori, che nei giorni scorsi ha partecipato alla convention di Matteo Renzi a Firenze - con il completamento di questa fase di sviluppo del Gruppo per intraprendere nuovi percorsi professionali. Ringrazio sia il Gruppo De Agostini per la fiducia cha mi ha accordato in questi anni e per l’opportunità avuta di partecipare attivamente ad un progetto strategico stimolante quale la costruzione di Zodiak Media, sia David Frank per il lavoro svolto assieme in questo ambito. Vorrei ringraziare anche tutti i miei collaboratori che hanno vissuto con me l’entusiasmante esperienza di questi anni. Resterò comunque vicino a questo Gruppo, assicurando il mio contributo nel ruolo di Consigliere del Board di Zodiak Media.»
«Ringrazio Giorgio - commenta David Frank, ceo di Zodiak Media Group - per l’impegno e la dedizione che ha riservato a ZMG fin dalla sua nascita, per il suo inestimabile supporto ed il contributo sempre fattivo in termini di idee ed iniziative che hanno favorito la realizzazione di questo ambizioso progetto. Sono lieto che Giorgio prosegua come consigliere all’interno del board di ZMG, certo che con la sua grande esperienza e conoscenza del mercato televisivo italiano ed europeo possa contribuire ulteriormente allo sviluppo futuro del Gruppo. A Ilaria Dallatana, dal febbraio 2011 amministratore delegato con responsabilità operativa di Magnolia, va la nostra massima stima e fiducia per i risultati che potremmo raggiungere insieme».

GORI SPIEGA LA SUA DECISIONE: "NON E' PIU' TEMPO DI PERSEGUIRE SOLO GLI INTERESSI PRIVATI".  «La situazione che stiamo vivendo fa sì che non sia più tempo, a mio avviso, per chi può farlo, di perseguire solo i propri privati interessi»: è il passaggio centrale della lettera inviata da Giorgio Gori ai dipendenti del gruppo Zodiak, di cui oggi ha lasciato tutte le cariche operative.
«Ho maturato questa decisione - scrive tra l’altro Gori - negli ultimi mesi, e potete immaginare non senza difficoltà, ma sono sicuro che sia la cosa giusta da fare. Quelli che di voi mi conoscono meglio sanno che ogni dieci anni, più o meno, dentro di me si manifesta con forza il bisogno di affrontare nuovi percorsi, di mettere in discussione l’acquisito, di provare ad imparare qualcosa di nuovo. È successo così - ricorda Gori - anche quando decisi di lasciare Mediaset. Da lì nacque Magnolia, e di quella scelta non mi sono mai pentito. Magnolia è cresciuta, è inserita in un ambizioso progetto internazionale, può contare su moltissimi professionisti di prim'ordine (voi) e su un amministratore delegato (Ilaria Dallatana, ndr) che è senza dubbio la persona più adatta a guidare l’azienda nei suoi prossimi passi. Il fatto che sia una donna è ancora più importante e significativo. La società insomma è solida e può finalmente fare a meno di me. Mi mancherà infinitamente».
«In questi dieci anni Magnolia - sottolinea ancora il produttore - ha rappresentato tutta la mia vita, a parte la famiglia, e qui ho trovato alcuni dei miei migliori amici. E' stata molto più che un’azienda. Adesso però è giusto che voi andiate avanti, a cogliere successi ancora più grandi, e che io provi a fare qualcos'altro. Cosa? Non un altro "business", di questo sono abbastanza sicuro. La situazione che stiamo vivendo fa sì che non sia più tempo, a mio avviso, per chi può farlo, di perseguire solo i propri privati interessi. In ogni caso non Vi farò mancare mie notizie. Vi seguirò anzi da vicino, convinto (per citare un grande, Jobs ndr) che i giorni più innovativi e luminosi della nostra azienda debbano ancora arrivare».

CHI È ILARIA DALLATANA. Con l’addio di Giorgio Gori, Ilaria Dallatana, cofondatrice di Magnolia e amministratore delegato dal febbraio 2011, riceve di fatto il timone e si pone alla guida operativa di tutta la società, che fa capo a Zodiak Media Group, terzo gruppo mondiale nella produzione di programmi di intrattenimento.
Nata a Parma, classe 1967, dopo aver conseguito la maturità classica, si laurea in Lettere Moderne all’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Dal luglio '90 al luglio '91 è a Parigi, dove ottiene un diploma D.E.A. (Diplome d’Etudes Approfondies) di Scienze della Comunicazione all’Università della Sorbonne Nouvelle. Dal settembre '91 al maggio '94 lavora all’ufficio marketing Rti (Reti Televisive Italiane, concessionaria delle reti Mediaset) come responsabile della fascia prime time (analisi di ascolto, previsioni di ascolto per la concessionaria, analisi quali-quantitative dei programmi in onda sulle 3 reti Mediaset e concorrenti).
Dal luglio 1994 al luglio '97 si trasferisce in Spagna, a Madrid, per curare la riorganizzazione della rete Tele 5 per conto di Mediaset. Lavora sul palinsesto, sull'ottimizzazione dei diritti, sullo sviluppo delle produzioni e acquisto di formati di intrattenimento. Dal giugno 1997 al gennaio 2000 è responsabile delle produzioni di intrattenimento di Italia 1, incarico che ricoprirà poi per Canale 5 dal gennaio 2000 al marzo 2001.
Il 31 marzo 2001 Ilaria Dallatana lascia Mediaset e con Gori fonda Magnolia di cui da subito diventa responsabile della produzione programmi. nel febbraio 2011 diventa amministratore delegato della società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spaghetti settembrini

LA RICETTA 

Gli "Spaghetti settembrini" della Peppa

Lealtrenotizie

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

29commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

annuncio

Parma si candida a capitale italiana della cultura 2020

6commenti

elettricità

Il guasto è nel campo coltivato: black-out nella zona di Gaione

incidente

86enne in bici urtato da uno scooter in via Baganza: è grave

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

1commento

Economia

Banca di Parma entra in Emil Banca

inchiesta

Milioni nascosti al fisco, Zamparini: "Nessuna attività illecita"

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

10commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

2commenti

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

3commenti

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

4commenti

Piazzale Maestri

Antiterrorismo «fai da te»: gli ambulanti si organizzano

3commenti

Lutto

Addio a Pierino, il barista del Parco Ducale

1commento

MALTEMPO

Strada Naviglio Alto in versione lago

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

ONU

Trump: "Se la Corea del Nord attacca la distruggiamo"

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano

SOCIETA'

Inghilterra

In due aggrediscono autista: ma lui è esperto di arti marziali Video

USA

Toys R' Us getta la spugna: chiesta la bancarotta

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

IL TEST

Nuova Polo: ecco come va la sesta generazione