-5°

Spettacoli

Precari del Regio, la Cgil critica il sovrintendente Meli: "Vive in una torre d'avorio"

Precari del Regio, la Cgil critica il sovrintendente Meli: "Vive in una torre d'avorio"
3

Silvia Avanzini, segretaria generale di Slc-Cgil, interviene sulla questione dei lavoratori precari del Regio, criticando il sovrintendente Mauro Meli. Secondo la sindacalista, Meli vive in una torre d'avorio, ha messo in calendario concerti "senza avallo del consiglio d'amministrazione" e non affronta in modo adeguato il problema dei lavoratori.
Ecco la nota della Avanzini:
«Come sempre il sovrintendente Meli fa orecchie da mercante. La protesta dei lavoratori del Teatro Regio al Farnese ha riproposto, oltre alla questione dei precari storici, il tema dei privilegi, degli sprechi e delle scelte artistiche sostenibili, queste sì in capo al maestro, che costringe il teatro all'inseguimento dei suoi annunci impegnativi. Ad esempio il concerto già in calendario per il 2012 con Abbado o lo Stiffelio della stagione lirica non hanno nessun avallo del CdA, eppure vengono annunciati come già decisi. Ai budget di spesa chi ci penserà?
Quanto ai precari: impropriamente Meli parla di un CdA del 25 maggio favorevole alla stabilizzazione (nel video a onor del vero è più chiaro); in realtà si trattava di un'assemblea con i vertici della Fondazione, chiesta con lo stato d'agitazione permanente dei lavoratori, in cui il presidente si è lanciato su ricapitalizzazione del teatro (parlando di ingresso di Iren!) e precari storici. Da quel momento in poi si sono susseguiti ritardi, tentativi di condizionare la stabilizzazione dei precari all'arrivo delle risorse romane, interrogazioni in Consiglio Comunale sul tema, convocazioni e slittamenti di CdA, tutto condito con la ben nota salsa parmigiana di una giunta in progressiva decadenza.
Il sindacato e la Rsu – molto più ampia rispetto a quanto dimostra di conoscere il maestro, composta infatti da due componenti la segreteria SLC Cgil e cinque la Rsu – con la controparte naturale (da statuto), e cioè il segretario generale Carra, hanno avviato il confronto non semplice sui criteri di definizione della storicità. Il presidente parlò infatti di 16/18 precari su una platea di potenziali “sprecarizzabili” più ampia.
Come si può immaginare partita non facile la definizione di criteri ad escludendum (stagioni, anzianità, etc.) con una visione restrittiva da parte della Fondazione ed il più possibile inclusiva del sindacato.
Sullo stipendio di Meli abbiamo già sprecato troppo fiato e risulta veramente stucchevole l'accostamento a tata e signora delle pulizie. A proposito di torre d'avorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CEDRIC

    03 Novembre @ 15.53

    Neanche Bill Gates guadagna come questo individuo!poi si chiedono i sacrifici ai cittadini onesti appiopando multe per rimpingiìuare le casse del Comune e di coloro che hanno rubato a manetta,o per meglio dire a manette!

    Rispondi

    • Dedo

      03 Novembre @ 17.03

      Meli prende 200.000 euro all'anno, in linea con gli stipendi di altri sovrintendenti in Italia. Se sia troppo non sta a me dirlo. Ci sono cantanti lirici che prendono di più per una recita. Comunque per lui è pronta la stessa poltrona a Chicago, presso il suo amico Muti, a 1,5 milioni di dollari. Quella di Chicago è considerata da tutti una delle cinque migliori orchestre al mondo.

      Rispondi

  • andrea

    03 Novembre @ 11.35

    grande mestro Meli!!! arriverà il tempo della nuova amministrazione e ti manderanno a casa!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

2commenti

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

20commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto