21°

Spettacoli

Speciale Festival Verdi: l'inserto della Gazzetta di Parma - 2

Ricevi gratis le news
0

Dall'inserto della Gazzetta di Parma

Al Valli, «sull'ale dorate» A Reggio Emilia «Nabucco» - di Elena Formica

Quel 9 marzo del 1842 il bis del coro non venne richiesto per «Va, pensiero». Alla prima scaligera del «Nabucco» di Verdi, se ben si legge la cronaca, venne replicato il coro a cui «tutti i personaggi del dramma prendono parte» facendo «del concetto musicale un insieme nuovo e meraviglioso» («La Gazzetta Privilegiata di Milano»). No, non poteva essere «Va, pensiero», magnifica «aria per soprani, contralti, tenori e bassi» secondo la definizione di Rossini. «Va, pensiero», che ben presto sarebbe diventato adesivo permanente del Risorgimento italiano, non coinvolge tutti i personaggi: gli Ebrei, in quel coro, cantano da soli l’infinito dolore per Gerusalemme perduta. Il debutto del 1842 Ad essere «bissato» fu dunque «Immenso Jeovha», dove tutti i personaggi in scena (tranne Abigaille che, morente, giungerà dopo) proclamano la grandezza del Dio d’Israele. Una precisazione, questa, avanzata dalla critica recente (Foletto) dopo che tanto sommariamente era stato trattato il cosiddetto «primo Verdi» da pur illustri studiosi che non avevano trivellato a fondo il pozzo della storia operistica coeva. Roger Parker, che ha curato l’edizione critica di Nabucco, si fa garante di quanto dichiarato: nessun documento attesta che «Va, pensiero» sia stato recepito con un entusiasmo straordinario da parte del pubblico che assistette alla prima del 1842; questo coro, destinato a imperitura fama, venne accolto bene e niente più.

Sta di fatto, comunque, che Nabucco piacque, piacque davvero: immediatamente ottenne 8 repliche, non di più perché la stagione era in chiusura; alla ripresa, in agosto, ne vennero programmate una sessantina e il titolo - come si sa - non uscì mai di repertorio. Che poi il Risorgimento se ne sia appropriato (e dell’opera e, soprattutto, del «Va, pensiero») è faccenda nota sebbene inquinata da ampie retoriche. La stupenda linea melodica del coro degli Ebrei che, sulle sponde dell’Eufrate, vagheggiano con parole indimenticabili la patria perduta ha realmente rappresentato per la gente, non solo per quanti assistettero all’opera in teatro, un canto di condivise speranze patriottiche. In «Nabucco», del resto, il «brano famoso» non è un’aria, non è un concertato, ma è un coro: «E' la chiara vittoria - osserva Baricco - della dimensione collettiva su quella individuale, privata». Monumentale storia biblica Scritta su libretto di Solera tratto dal dramma «Nabuchodonosor» di Anicet-Burgeois e Cornu, con quest’opera - ricorda Verdi - «si può dire veramente che ebbe principio la mia carriera artistica». Nabucco che conquista Gerusalemme e deporta gli Ebrei a Babilonia; l’amore tra sua figlia Fenena e l’ebreo Ismaele come «incistato» nel corpo di una monumentale storia biblica; Abigaille che, presunta figlia di Nabucco, si scopre schiava e compie di fatto un colpo di stato, spodestando il re impazzito che si era proclamato dio; Nabucco rinsavito che salva tutti; Abigaille suicida: sembra, ma non è, una tipica storia da melodramma dell’'800 con l’amor sofferto e poi vittorioso in barba a guerre, troni, follie. In verità «Nabucco» ha sì molto a che vedere con la tradizione operistica ottocentesca, ma con quella che verrà, con quella che Verdi lì preannuncia.

La storia politica, con le sue azioni militari e le sue congiure, era stata mille volte l’habitat naturale della storia privata - e veramente centrale - di giovani amanti e contrastati cuori. Qui però accade qualcosa di diverso: la vicenda amorosa viene traslata su un altro piano, meno in vista, e il personaggio di Abigaille, potente e definito, si staglia fin dalla prima entrata come la tragica e non casuale miccia del dramma. Se Nabucco non è solo un feroce pagano, un sovrano assoluto poi delirante e penoso, è perché Abigaille gli contende, con oplitico desiderio e dall’interno della famiglia, un ruolo di comando, un primato, uno spazio vitale. La coppia degli amanti è defilata e il potere, che è passione delle passioni, annienta Abigaille, mentre Nabucco è costretto a un percorso che gli frutta il senno di un possibile «padre verdiano». Il «Nabucco» del Festival andrà in scena al Teatro Valli di Reggio Emilia. Protagonisti Anthony Michaels Moore (Nabucco) e Dimitra Theodossiou (Abigaille). Sul podio Michele Mariotti. Regia di Daniele Abbado.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi

16commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

1commento

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

4commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

1commento

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

1commento

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

Parma Marathon

Raccolta fondi per la famiglia del runner morto

Un'iniziativa per i familiari di Luigi Liuzzi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

MODENA

Otto anni all'aggressore del primario Tondi

SPORT

Tg Parma

Affare Parma - Desports: la Cina apre gli investimenti esteri Video

PARMA

Tra i premiati Sport Civiltà nomi noti e giovani promesse Video

SOCIETA'

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: 5 passi nel nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto