11°

Spettacoli

Marta sui tubi e Après la classe al Fuori Orario

Marta sui tubi e Après la classe al Fuori Orario
Ricevi gratis le news
0

Stasera, venerdì 2 dicembre al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico alle 22.30 si esibiranno i I Marta Sui Tubi, una delle migliori band «underground» nazionali con un concerto che ricalca il loro nuovo album «Carne con gli occhi» e si rifà anche ai loro brani del passato. Lo show inizia alle 22.30, con ingresso riservato ai soci Arci e biglietti a 12 euro, alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e del buffet gratuito, intitolato «Sushi & Lambrusco Party», fino alle 21.15 in compagnia della band; info www.arcifuori.it.
Nati come duo (Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone), originari di Marsala ma ora con base a Milano, i Marta Sui Tubi hanno esordito discograficamente nel 2003 con l’album «Muscoli e Dèi». «Carne con gli occhi», uscito nel 2011, è il loro quarto album e ha già fruttato due singoli di successo: «Cristiana» e «Di Vino», il cui videoclip, per la prima volta in bianco e nero, gioca sulla circolarità e velocità degli eventi, grazie all’abilità di Dandaddy. Il titolo «Carne con gli occhi» prende spunto da una frase in dialetto siciliano. Quando si usa dire «si un pezzo di carne cu l’occhi», si fa riferimento a qualcuno che non ha spina dorsale, un soggetto passivo che non sa prendere decisioni, uno che va al rimorchio di qualcun altro, uno che fatica a farsi da solo un opinione sulle cose, uno che si fida di quello che dicono le pubblicità. Dunque, «Carne con gli occhi» siamo noi quando spegniamo il nostro cervello accendendo la tv. Il titolo indica la deumanizzazione dell’essere umano contemporaneo, che si fa portare al guinzaglio da chi gli indica quali devono essere i suoi gusti, le sue vacanze, i suoi acquisti in genere. Ma, soprattutto, «Carne con gli occhi» lo si diventa quando si smette di pensare che si può essere qualcos’altro.
Fin qui il senso profondo dell’album. Ma i Marta Sui Tubi puntano anche su un sound particolare e accattivante nella sua originalità. Lo riassume bene la recensione di Alberto Dentice su L’Espresso: «Un mix rabbioso di metal, ironia demenziale e poesia, concepito per scuotere la cittadinanza dal rammollimento e dalla rassegnazione». Non è da meno Stefania Ulivi sul Corriere della Sera: «Sono passati tre anni e centinaia di continui appuntamenti live da “Sushi e Coca” (precedente album dei Marta Sui Tubi). Il tessuto folk-rock non cambia, così come lo sguardo irriverente. I pezzi migliori, però, sono quelli dove i Marta Sui Tubi vanno più in profondità: “Canzone del labirinto” e “Cristiana”». 

Domani, sabato, sarà invece la volta degli Après la classe preceduti alle ore 20.45 dalla diretta su maxischermo dell’anticipo di calcio di Serie A e seguito all’1 dal dj set di Andro.id (Andrea Mariano), tastierista dei Negramaro. Lo show degli Après La Classe inizierà alle 22.30, con ingresso riservato ai soci Arci e consumazione obbligatoria a 12 euro; alle 20 apertura del circolo, del punto ristoro (prenotazioni allo 0522-671970 o 346-6053342) e del buffet gratuito, intitolato «Frisella e Pittula Party», fino alle 21.15 in compagnia degli artisti; info www.arcifuori.it.
Gli Après La Classe sono la band che riscuote il maggior affetto al Fuori Orario: lì è nato il loro fan club nazionale e lì ritornano almeno un paio di volte all’anno. Energia e allegria sono gli ingredienti del loro spettacolo, con un mix di reggae, rock, ska, tango, musica tradizionale salentina e balcanica, in una parola l’album «Mammalitaliani», titolo anche del singolo che ha fatto ballare tutti, premiato al Mei come pezzo folk dell’estate 2010 e cliccatissimo su YouTube. Altrettanto forte il secondo singolo estratto, «Perdonami». Il cd trova la sua massima espressione dal vivo e gli Après La Classe sono stati invitati a Hit Week di Mtv a New York e Los Angeles, con Elisa, Giovanni Allevi, Ludovico Einaudi, i Negrita e Roy Paci. La band è composta da Cesko, voce, synth e chitarre, Puccia, voce, fisarmonica e tastiere, Combass, basso e cori, e Rekkia, batteria.
«Mammalitaliani», pubblicato e prodotto da Caparezza con la sua etichetta Sunny Cola, è quindi l’ultimo lavoro della band pugliese che al Fuori Orario è di casa da anni: il singolo title-track, scritto proprio con Caparezza, è un ragamuffin in cui gli Après pongono l’accento sulla visione italica al giorno d’oggi. L’album contiene 13 brani tra pop’n’roll, elettronica, reggae e canzone d’autore, dalla politica al sociale e dalla fede all’amore. Da ballare e cantare... magari riflettendoci sopra!
Ecco le parole di Caparezza: «Gli Après La Classe suonano da così tanto tempo che per me diventa impossibile mettere in fila tutti i ricordi legati alle loro esibizioni. Dopo aver condiviso con loro il palco, le attese, le piscine notturne e qualche bicchiere di primitivo di troppo, mi è sembrato naturale condividere anche la nascita di questo album, “Mammalitaliani”, che esce dunque con la complicità della mia etichetta Sunny Cola e contiene due brani co-prodotti da me. Prosit».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Non ce l'ha fatta la 71enne ucraina travolta in via Langhirano

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

fiere

Cibus 2018 scalda i muscoli: attesi 80mila visitatori

A MEDESANO

Pioggia di lettere anonime a luci rosse

Il caso

«Io, musulmano, sono contro la chiusura delle "Luigine"»

2commenti

carabinieri

Capodanno rovinato: l'appartamento in affitto a Madonna di Campiglio era una truffa

LA BACHECA

Ecco 66 nuove offerte di lavoro

tg parma

Novità in casa Tep: arrivano tre nuovi autobus lunghi 10 e 12 metri Video

1commento

Gioco

Busseto, vinti 64mila euro al lotto

FIDENZA

Auto in fiamme nella notte: incendio doloso?

m5s

Cominciate le parlamentarie. Per Parma Ferraroni, Distante, D'Alessandro e...?

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti