-1°

Spettacoli

"The artist", il film muto e in bianco e nero sente profumo di Oscar

"The artist", il film muto e in bianco e nero sente profumo di Oscar
0

ROMA
E' un esplicito omaggio al cinema hollywoodiano degli anni '20 quello realizzato da Michel Hazanavicius con «The artist», la raffinata commedia in bianco e nero «muta» (o quasi), grazie alla quale il protagonista, Jean Dujardin, aveva vinto il premio come miglior attore al Festival di Cannes della scorsa primavera. E adesso, almeno secondo i critici americani, è  sulla strada buona per  le nomination principali agli Oscar.
In attesa di vedere se anche l’Academy si lascerà conquistare, il film debutta in queste settimane in Italia, con un’uscita «sfalsata»: prima nelle grandi città e nei capoluoghi di regione, dov'è già in programmazione dallo scorso weekend, e da venerdì 16 in altre sale - fra cui, a Parma, l'Astra - distribuito da Bim.
 Il percorso trionfale del progetto, sulla carta utopico  («all’inizio è stata dura trovare un produttore, poi quello che mi ha dato fiducia ci ha creduto tanto da investire anche soldi suoi» ha spiegato il regista), passa da nove milioni e mezzo di euro al botteghino francese in poco più di un mese dall’uscita a fine ottobre, vendite in quasi 40 Paesi, compresi gli Usa, dov'è distribuito dalla Weinstein, e la vittoria pochi giorni fa dei premi per miglior film e regia del New York Film Critics Circle. «Non mi aspettavo affatto questo successo - commenta Hazanavicius, già autore delle dittico di spy comedy «OSS 117» regine al botteghino francese, sempre con Dujardin -. Il mio lavoro è solo sedurre gli spettatori in sala. Io ero convinto che il film potesse trovare un pubblico, ma molti erano convinti che non lo sarebbe andato a vedere nessuno. È incredibile vivere questa parabola, da aspettative minime alle voci di Oscar».
Protagonista della storia è George Valentin (uno strepitoso Dujardin), aitante e sorridente star del muto di fine anni '20, per cui sarà fondamentale l’incontro con una talentuosa aspirante attrice Peppy Miller (l'argentina Berenice Bejo, moglie di Hazanavicius). L’ascesa ad Hollywood della ragazza corrisponde al declino del divo, presto dimenticato con l’arrivo dei film sonori, abbandonato dalla moglie (Penelope Ann Miller) e finito in bolletta dopo il crollo della Borsa. Gli rimane vicino solo il fedelissimo cagnolino Jack e nel momento più duro sarà proprio Peppy ad aiutarlo. Nel cast appaiono, fra gli altri, anche John Goodman, James Cromwell, e Malcolm Mc Dowell.
 «Io avevo molta fiducia nel format del film muto - dice ancora il regista -. È una forma di narrazione eccitante, la più pura. Quando il suono non c'è è lo spettatore che lo crea, immaginandosi i dialoghi, i suoni». E allo stesso modo «quando fai uno film in bianco e nero lasci agli spettatori la libertà di creare tutti i colori».
 Hazanavicius si è avvicinato allo stile 'anni '20 anche con la tecnica di ripresa, di 22 immagini al secondo, «che cambia la gestualità», e per la recitazione «non volevo - ha spiegato - pantomime e clownerie. Ho chiesto agli attori di lavorare in maniera molto naturale. Li hanno aiutati i costumi e anche recitare al suono della musica. Poì e facile fare un bel film con attori così».
 Tra i protagonisti, spicca anche il cagnolino, un jack russel terrier, Uggy: «Il segreto per farlo recitare erano le salsicce nelle tasche di Jean - rivela il regista -. Credo il pubblico sia rimasto colpito dal cagnolino, perchè con la sua fiducia, al di là di tutto, in George, un divo egocentrico, rappresenta il buono che c'è in lui».
Hazanavicius è già tornato a lavorare con Dujardin: «Ho diretto uno degli episodi di Les infideles, una commedia a sketch omaggio al cinema italiano degli anni '60 (in uscita in Francia a febbraio), a film come i Mostri e I nuovi mostri, che racconta le varie forme dell’infedeltà maschile. Per molti Jean è un moderno Belmondo, a me invece ricorda molto di più Vittorio Gassman». Dujardin è protagonista di tutti gli sketch con Gilles Lellouche e i due sono anche registi di un episodio a testa. Gli altri sono diretti da Emmanuelle Bercot, Fred Cavaye, Alexandre Courtes e Eric Lartigau.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria