15°

29°

Spettacoli

Il Teatro Regio va in Russia: nel segno di Verdi

Il Teatro Regio va in Russia: nel segno di Verdi
Ricevi gratis le news
0

Giuseppe Verdi e il Teatro Regio: un binomio vincente, che si riconferma da esportazione. Questa volta la destinazione è la Russia: il Teatro Regio in settimana sarà in tournée a San Pietroburgo, in occasione del XII International Winter Festival Arts Square, con due appuntamenti alla Grand Philharmonic Hall.
La notizia era nota, ieri l'ufficializzazione in una nota stampa: «Un nuovo prestigioso impegno riconferma l’indiscusso ruolo di primo piano in campo internazionale che al Teatro Regio di Parma, alle sue produzioni, all’Orchestra, al Coro e a tutte le maestranze tecniche invitate da istituzioni e teatri di tutto il mondo, deriva da quasi due secoli di storia e tradizione. Città del Messico, Mumbai, Nuova Delhi, Parigi, Bilbao, Hong Kong, Pechino, Wiesbaden hanno visto trionfare negli anni più recenti la musica di Verdi nei teatri e nelle sale più prestigiosi. Chiamato di recente a portare l’opera, per la prima volta nella storia del paese, nel Sultanato dell’Oman in occasione della prestigiosa anteprima della nuova Royal Opera House di Muscat, con Rigoletto, nello storico allestimento di Pier Luigi Samaritani, il Teatro Regio di Parma - con oltre centocinquanta partecipanti - è invitato nei prossimi giorni a portare la musica di Verdi alla Grand Philharmonic Hall di San Pietroburgo, sede della più antica Orchestra Sinfonica della Russia fondata nel 1882, nell’ambito delle Celebrazioni dell’anno culturale bilaterale Italia – Russia 2011 e in occasione del XII International Winter Festival Arts Square». Un impegno importante che porta una ventata di ottimismo in Teatro in un momento non semplice (per la cronaca questa mattina si riunirà il Cda presieduto dal Commissario Ciclosi per deliberare tutte le Stagioni 2012 e il Festival Verdi).
«Verdi Gala»
Due gli appuntamenti verdiani nella storica sala nel cuore della città degli zar: giovedì  alle ore 20.00 il soprano Irina Dubrovskaya, il tenore Stefano Secco, il baritono Leo Nucci, il mezzosoprano Olga Lehmann-Balashova, con il Coro del Teatro Regio di Parma, eseguiranno brani scelti da La Traviata e da Rigoletto di Giuseppe Verdi, diretti da Andrea Battistoni, Primo Direttore Ospite del Teatro Regio di Parma, sul podio della St. Petersburg Academic Symphony Orchestra che aprirà il «Verdi Gala» con le sinfonie di Giovanna d’Arco e  Nabucco.
«Messa da Requiem»
Venerdì, alle 20, sarà la volta del grande Yuri Temirkanov, che guiderà il Coro e l’Orchestra del Teatro Regio di Parma nella «Messa da Requiem» di Verdi; prestigioso il quartetto vocale diretto dal Maestro russo, Direttore Musicale della Filarmonica di San Pietroburgo e del Teatro Regio di Parma, nonché Direttore Artistico del Winter Festival Arts Square: nel capolavoro sacro verdiano canteranno il soprano Dimitra Theodossiou, il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Stefano Secco e il basso Alexander Vinogradov. Maestro del Coro del Teatro Regio di Parma è Martino Faggiani.
L'orgoglio di Temirkanov
 «Posso affermare con orgoglio che nel corso di questi dodici anni, il Winter Festival “Art’s Square” ha mantenuto un altissimo livello di qualità – dichiara Yuri Temirkanov - e il programma, come negli anni precedenti, vede ancora una volta la presenza di eccezionali musicisti russi e stranieri. Quest’anno il festival non è però incentrato su un singolo tema, ma si svolge nel più ampio progetto delle Celebrazioni dell’anno delle relazioni bilaterali Italia – Russia 2011, da qui l’invito al prestigioso Teatro Regio di Parma».
Tesori della musica italiana
«Con questa prestigiosa trasferta a San Pietroburgo, il Teatro Regio di Parma conferma il ruolo di primo piano svolto in questi anni nel rappresentare la musica italiana e in special modo quella verdiana, in campo internazionale - dichiara Mauro Meli, Sovrintendente del Teatro Regio di Parma - A conferma di ciò, assume eccezionale significato l’invito ricevuto dalla Filarmonica di San Pietroburgo, una delle più autorevoli istituzioni musicali al mondo, a eseguire alcuni dei capolavori verdiani nella storica Grand Philharmonic Hall. Affidate al Direttore Musicale del Teatro Regio di Parma e della Filarmonica di San Pietroburgo Yuri Temirkanov e alla bacchetta del giovanissimo Primo Direttore Ospite del Teatro Regio Andrea Battistoni, gli straordinari solisti, il Coro e l’Orchestra del Teatro Regio di Parma saranno protagonisti di due serate volte a esaltare uno degli inestimabili tesori della musica italiana».
I due appuntamenti, realizzati grazie al sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e a Finmeccanica – sponsor unico della tournée del Teatro Regio di Parma, nell’ambito delle Celebrazioni dell’anno culturale bilaterale Italia – Russia 2011, si terranno nella Sala Grande progettata nel 1839 dall’architetto Pavel Petrovich Jacot per l’Assemblea dei Nobili di San Pietroburgo.
La Grand Philharmonic Hall dall’acustica straordinaria, la cui facciata fu disegnata dall’italiano Carlo Rossi, può ospitare fino a millecinquecento persone. Centro musicale della città dal 1840 ha visto esibirsi moltissimi rinomati musicisti del XIX secolo: Lizst, Berlioz, Wagner, Mahler, Rubinstein, Schumann, Viardo, Sarasate e molti altri, e ha ospitato la prima esecuzione assoluta di molti lavori dei più significativi esponenti della tradizione classica russa, da Borodin a Mussorgsky, da Cajkovskij a Rimsky-Korsakov a Glazunov. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Rischio attentati: barriere e new jersey a feste e mercati

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

11commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti