21°

35°

Spettacoli

Toscanini quarto direttore d'orchestra di tutti i tempi

Toscanini quarto direttore d'orchestra di tutti i tempi
Ricevi gratis le news
5

E' Carlos Kleiber il miglior direttore d’orchestra di tutti i tempi, mentre Claudio Abbado è il primo tra quelli in attività. «Classic Voice», il mensile italiano leader nel settore della musica classica, nel nuovo numero in edicola da oggi ha infatti chiesto alle cento più autorevoli bacchette internazionali, dalla A dello stesso Abbado alla Z di Xian Zhang, di indicare il più grande direttore di tutti i tempi. Dopo Kleiber figurano Bernstein, Karajan e, solo quarto -  dunque ai piedi del podio -  il «nostro» Arturo Toscanini, che comunque è il primo tra gli italiani. Una classifica che non mancherà di suscitare qualche malumore tra gli appassionati parmigiani
Tra i cento direttori d’orchestra di tutto il mondo che hanno votato ci sono tutti i grandi nomi (come Muti, Mehta, Chailly, Gatti, Luisi, e il direttore musicale del Regio di Parma Temirkanov), ma anche giovani astri del podio tra i quali Harding, Dudamel e Matheuz. Il risultato finale proviene dunque da una giuria a dir poco qualificata. E questi sono i risultati pubblicati su Classic Voice: Kleiber, pur essendo un direttore a dir poco «irregolare», ha trionfato lasciando a buona distanza il secondo classificato Leonard Bernstein, Herbert von Karajan e Arturo Toscanini. Tra i direttori in attività Claudio Abbado è stato il più votato dai suoi colleghi, seguono Harnoncourt e Muti.
I maestri attualmente  impegnati a dirigere le principali istituzioni musicali italiane, Barenboim alla Scala, Pappano a Santa Cecilia e Mehta al Maggio fiorentino, hanno  raccolto pochi voti, non riuscendo a entrare nella top 20 generale, e collocandosi nella parte bassa della classifica dei migliori direttori di oggi, dopo Gardiner, Boulez e Rattle. Riccardo Chailly, commentando le qualità del vincitore, ha elogiato la sua «grande tecnica direttoriale mai superata da altri» e la capacità di «raggiungere sempre la vetta della sua somma ricerca interpretativa».
Nel numero di «Classic Voice» in edicola (allegati 2 cd con Abbado che dirige le Musiche per il teatro di Beethoven e l'annuario biografico «Classic People») si trovano le classifiche particolari, i voti espressi dai 100 direttori e la motivazione delle loro preferenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eugenio Marco Casu

    16 Dicembre @ 01.18

    Anch'io mi chiedo che fine può aver fatto in questa classifica Mravinskij, ma anche Celibidache o Kempe, o Cluytens o Fricsay (per fare altri nomi delle decine che si potrebbero fare, specie di direttori morti e dimenticati da un pezzo). Per non parlare di mostri sacri come Bruno Walter o Victor De Sabata. E - visto che questa sarebbe la graduatoria dei direttori "di tutti i tempi"- che posizione assegnare a direttori di cui nessuno può dare un giudizio diretto, come ad esempio Hector Berlioz, Hans von Bulow o Gustav Mahler (allora grande direttore, oggi ammirato, non da me, come grande compositore) ? Comprerò la rivista per divertirmi a scorrere la classifica. Certo che se Luisi è considerato "grande " direttore e che tra i votanti ci sono gli "astri nascenti" Harding, Dudamel e Matheuz (bravi soprattutto a gesticolare) mi chiedo che valore possa avere questa trovata.

    Rispondi

  • marco

    15 Dicembre @ 20.10

    Che classifica del PIFFERO !

    Rispondi

  • guido campanini

    14 Dicembre @ 21.42

    Non leggo di solito quella rivista musicale, capisco la mania delel classifiche (fa vendere copie della rivista), ma nkn mi appassiona... Come giudicare direttori diversi di tempi diversi? in base ai dischi? in base all'esperienza diretta? ma la memoria a distanza di anni può ingannare.... in base al repertorio? In base alle orchestre o ai cantanti diretti? Ciascuno di noi ha una serie di "ricordi indimenticabili" se ha avuto la fortuna di assistere ai concerti dei grandi... Tanto per fare un nome fuori classifica (mi sembra) ho ancora nelle orecchie una V sinfonia di Cailovskij sentita alla Scala... nel 1980.. se non ricordo male ... con l'orchestra filarmonica di Leningrado (oggi sanpietroburgo) diretta dal grandissimo Mravinskij O, più recentemente, la III di Beethoven udita al Regio con Claudio Abbado e l'orchestra Mahler Chamber (da "camera" si fa per dire). Ma è come dire se era meglio Sivio Piola o Paolo Rossi, Gigi Riva o Michel Platini...

    Rispondi

  • Walter

    14 Dicembre @ 21.23

    come tutte le classifiche...non accontenteranno mai nessuno. Però a mio parere ogni direttore ha una sua particolare affinità (se così si può dire) per un certo tipo di repertorio....Toscanini, per esempio, non si è mai esposto sulla musica barocca e sul classicismo di Mozart e Haydn..... ma anche per tutti gli altri valgono le stesse considerazioni. ...per quanto riguarda Kleiber....bisogna dire che era un grande su tutto il repertorio....ma aggiungo che solo gli addetti ai lavori possono veramente capire le vere differenze.....e adesso sparatemi pure....un saluto a tutti

    Rispondi

  • Dedo

    14 Dicembre @ 19.20

    Per me il più grande direttore di tutti i tempi è Wilhelm Furtwängler e non comprendo come possa essere stato escluso dai primi della lista. Tra i viventi la mia preferenza va a Boulez, seguito da Temirkanov ed Abbado.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Incidente a Scarampi

varano

Incidente a Scarampi: grave un motociclista

PINZOLO

Baraye e Calaiò (triplette) protagonisti nella prima uscita stagionale: 14-0

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

incidenti

Auto contomano in via Cappelluti, frontale: ferita una donna

traffico

Coda tra gli svincoli Autocisa e A1

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

motori

Grande festa al Paletti di Varano per la Formula Sae Italy Gallery

coldiretti

Agricoltura: siccità ma anche nubifragi, danni in regione per 150 milioni

traversetolo

I segreti della trebbiatura a Castione Gallery

PARMA

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

1commento

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

1commento

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

3commenti

Il caso

Le liti stradali? Dilagano. Anche a Parma

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

venezia

Donna accoltellata dall'ex marito che poi chiama i carabinieri e confessa

Moto

Tragedia nel motocross: morto a 13 anni

SPORT

nuoto

Mondiali: Italia subito sul podio, Detti bronzo nei 400sl

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

Malore

Frassica in ospedale per una bevanda ghiacciata

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori