22°

Spettacoli

Toscanini quarto direttore d'orchestra di tutti i tempi

Toscanini quarto direttore d'orchestra di tutti i tempi
5

E' Carlos Kleiber il miglior direttore d’orchestra di tutti i tempi, mentre Claudio Abbado è il primo tra quelli in attività. «Classic Voice», il mensile italiano leader nel settore della musica classica, nel nuovo numero in edicola da oggi ha infatti chiesto alle cento più autorevoli bacchette internazionali, dalla A dello stesso Abbado alla Z di Xian Zhang, di indicare il più grande direttore di tutti i tempi. Dopo Kleiber figurano Bernstein, Karajan e, solo quarto -  dunque ai piedi del podio -  il «nostro» Arturo Toscanini, che comunque è il primo tra gli italiani. Una classifica che non mancherà di suscitare qualche malumore tra gli appassionati parmigiani
Tra i cento direttori d’orchestra di tutto il mondo che hanno votato ci sono tutti i grandi nomi (come Muti, Mehta, Chailly, Gatti, Luisi, e il direttore musicale del Regio di Parma Temirkanov), ma anche giovani astri del podio tra i quali Harding, Dudamel e Matheuz. Il risultato finale proviene dunque da una giuria a dir poco qualificata. E questi sono i risultati pubblicati su Classic Voice: Kleiber, pur essendo un direttore a dir poco «irregolare», ha trionfato lasciando a buona distanza il secondo classificato Leonard Bernstein, Herbert von Karajan e Arturo Toscanini. Tra i direttori in attività Claudio Abbado è stato il più votato dai suoi colleghi, seguono Harnoncourt e Muti.
I maestri attualmente  impegnati a dirigere le principali istituzioni musicali italiane, Barenboim alla Scala, Pappano a Santa Cecilia e Mehta al Maggio fiorentino, hanno  raccolto pochi voti, non riuscendo a entrare nella top 20 generale, e collocandosi nella parte bassa della classifica dei migliori direttori di oggi, dopo Gardiner, Boulez e Rattle. Riccardo Chailly, commentando le qualità del vincitore, ha elogiato la sua «grande tecnica direttoriale mai superata da altri» e la capacità di «raggiungere sempre la vetta della sua somma ricerca interpretativa».
Nel numero di «Classic Voice» in edicola (allegati 2 cd con Abbado che dirige le Musiche per il teatro di Beethoven e l'annuario biografico «Classic People») si trovano le classifiche particolari, i voti espressi dai 100 direttori e la motivazione delle loro preferenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eugenio Marco Casu

    16 Dicembre @ 01.18

    Anch'io mi chiedo che fine può aver fatto in questa classifica Mravinskij, ma anche Celibidache o Kempe, o Cluytens o Fricsay (per fare altri nomi delle decine che si potrebbero fare, specie di direttori morti e dimenticati da un pezzo). Per non parlare di mostri sacri come Bruno Walter o Victor De Sabata. E - visto che questa sarebbe la graduatoria dei direttori "di tutti i tempi"- che posizione assegnare a direttori di cui nessuno può dare un giudizio diretto, come ad esempio Hector Berlioz, Hans von Bulow o Gustav Mahler (allora grande direttore, oggi ammirato, non da me, come grande compositore) ? Comprerò la rivista per divertirmi a scorrere la classifica. Certo che se Luisi è considerato "grande " direttore e che tra i votanti ci sono gli "astri nascenti" Harding, Dudamel e Matheuz (bravi soprattutto a gesticolare) mi chiedo che valore possa avere questa trovata.

    Rispondi

  • marco

    15 Dicembre @ 20.10

    Che classifica del PIFFERO !

    Rispondi

  • guido campanini

    14 Dicembre @ 21.42

    Non leggo di solito quella rivista musicale, capisco la mania delel classifiche (fa vendere copie della rivista), ma nkn mi appassiona... Come giudicare direttori diversi di tempi diversi? in base ai dischi? in base all'esperienza diretta? ma la memoria a distanza di anni può ingannare.... in base al repertorio? In base alle orchestre o ai cantanti diretti? Ciascuno di noi ha una serie di "ricordi indimenticabili" se ha avuto la fortuna di assistere ai concerti dei grandi... Tanto per fare un nome fuori classifica (mi sembra) ho ancora nelle orecchie una V sinfonia di Cailovskij sentita alla Scala... nel 1980.. se non ricordo male ... con l'orchestra filarmonica di Leningrado (oggi sanpietroburgo) diretta dal grandissimo Mravinskij O, più recentemente, la III di Beethoven udita al Regio con Claudio Abbado e l'orchestra Mahler Chamber (da "camera" si fa per dire). Ma è come dire se era meglio Sivio Piola o Paolo Rossi, Gigi Riva o Michel Platini...

    Rispondi

  • Walter

    14 Dicembre @ 21.23

    come tutte le classifiche...non accontenteranno mai nessuno. Però a mio parere ogni direttore ha una sua particolare affinità (se così si può dire) per un certo tipo di repertorio....Toscanini, per esempio, non si è mai esposto sulla musica barocca e sul classicismo di Mozart e Haydn..... ma anche per tutti gli altri valgono le stesse considerazioni. ...per quanto riguarda Kleiber....bisogna dire che era un grande su tutto il repertorio....ma aggiungo che solo gli addetti ai lavori possono veramente capire le vere differenze.....e adesso sparatemi pure....un saluto a tutti

    Rispondi

  • Dedo

    14 Dicembre @ 19.20

    Per me il più grande direttore di tutti i tempi è Wilhelm Furtwängler e non comprendo come possa essere stato escluso dai primi della lista. Tra i viventi la mia preferenza va a Boulez, seguito da Temirkanov ed Abbado.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

7commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon