11°

29°

Spettacoli

La Filarmonica Toscanini festeggia il nuovo anno in Cina

La Filarmonica Toscanini festeggia il nuovo anno in Cina
1

Festeggerà il nuovo anno in Cina la Filarmonica Toscanini che partirà il 26 dicembre alla volta della terra del dragone per una tournée di quattro concerti.
Sarà diretta da Lawrence Foster, una bacchetta che ha già guidato più volte e anche all’estero i professori della Filarmonica che saranno accompagnati inoltre da due apprezzatissime voci, quella del tenore Ivan Momirov, recentemente applaudito protagonista in Roméo et Juliette e del soprano Zuzana Markova giovane promessa che già vanta importanti presenze nei teatri italiani.
La tournée in Cina inaugura un calendario fitto di impegni che nei primi mesi del 2012 porterà la Filarmonica ad esibirsi anche a Lugano ed in Germania. Il primo concerto sarà il 28 dicembre a Pechino al National Centre for the Performing Arts. Il giorno successivo la Toscanini sarà all’Opera House di Guangzhou (Canton) quindi il 30 dicembre alla Concert Hall di Shenzhen. La tournée si chiuderà domenica 1° gennaio con il concerto al centro Culture and Arts di Suzhou.
Il programma proposto è principalmente incentrato nelle celebri arie d’opera dei grandi compositori italiani e fra questi Donizetti, Mascagni, Puccini, Rossini, Verdi, ma non mancheranno i brani immortali tratti dalla Carmen di Bizet e da Die Fledermaus di Johann Strauss Jr.
Ecco il programma nel dettaglio: Sinfonia da Guillaume Tell di Rossini ; “Ardon gli incensi” da Lucia di Lammermoor di Donizetti. Da Carmen di Bizet, Entr’acte II, III e IV, “Je dis que rien ne m'épouvante”, “La fleur que tu m'avais jetée” e “Parle moi de ma mère” , l’Overture da Nabucco di Verdi, da La Traviata: “Follie, follie…” “Dei miei bollenti spiriti” “ Parigi, oh cara…”. Non può naturalmente mancare Puccini:  da Gianni Schicchi “O mio babbino caro”, da Tosca “E lucean le stelle”, da Turandot “Nessun dorma”. Seguirà Mascagni con Intermezzo da La cavalleria rusticana e chiuderà il programma “Mein Herr Marquis” da Die Fledermaus di Johann Strauss Jr.
Come direttore d’opera, Foster si è esibito nei maggiori teatri lirici di tutto il mondo ed è stato direttore musicale di orchestre quali: Barcelona Symphony Orchestra, Monte Carlo Philharmonic, Jerusalem Symphony Orchestra, Houston Symphony Orchestra and Lausanne Chamber Orchestra. È stato direttore artistico alla Gulbenkian Orchestra di Lisbona e dalla stagione 2009-2010 è direttore musicale dell’Orchestra e dell’Opéra National di Montpellier. Ha diretto la Filarmonica Toscanini al Festival Enescu di Bucarest del 2007, alla Scala di Milano nel 2008 e l’anno scorso al Teatro Regio di Parma.


La Filarmonica Arturo Toscanini, costituita nel 2002,  è il punto d’eccellenza dell’attività produttiva della Fondazione Arturo Toscanini, maturata sul piano artistico nella più che trentennale esperienza dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e nell’antica tradizione musicale che affonda le proprie radici storiche nell’Orchestra Ducale riordinata a Parma da Niccolò Paganini.
Oggi una delle più importanti orchestre sinfoniche italiane, la Filarmonica si è esibita sotto la guida di direttori del calibro di James Conlon, Charles Dutoit, Eliahu Inbal, Lawrence Foster, Rafael Fruhbeck de Burgos, Gianluigi Gelmetti, Dmitrij Kitajenko, Emmanuel Krivine, Yoel Levi, Lorin Maazel, Kurt Masur, Zubin Mehta, Krzysztof Penderecki, Michel Plasson, Georges Prêtre, Mstislav Rostropovich, Pinchas Steinberg, Jeffrey Tate e Yuri Temirkanov,  nelle maggiori sale da concerti di tutto il mondo: Washington, Parigi, Madrid, Barcellona, Amburgo, Mosca, Lucerna, Budapest, Bucarest, Varsavia, Gerusalemme, Tel Aviv, Tokyo, Osaka, Pechino, Shanghai.
Tra i numerosi solisti di cui la Filarmonica Arturo Toscanini vanta la collaborazione vanno citati: Maxim Vengerov, Stanislav Bunin, Misha Maisky, Mariella Devia, Vladimir Spivakov, Placido Domingo, Anna Caterina Antonacci, Mike Patton, Lucio Dalla, Uto Ughi, Salvatore Accardo, Marco Rizzi, Steven Isserlis, Boris Petrushansky, Natalia Gutman, Juan Diego Flórez, Sonia Ganassi, Sharon Isbin, Sergej Krylov, Mario Brunello, Shlomo Mintz, Ivo Pogorelich.
La costante innovazione delle strategie musicali, associata al rigore dell’approccio artistico, ha indotto al recente ampliamento del repertorio, esteso dai capisaldi del XIX secolo verso le frontiere del XX, fino agli avamposti del presente. A questo passo è corrisposto l’invito rivolto ad una nuova rosa di direttori, tutti appartenenti alla giovane generazione ma già pienamente affermati a livello internazionale.
Dal 2006 ad oggi si sono così avvicendati con vibranti successi sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini i nomi di Kazushi Ono, Vladimir Jurowski, Carlo Rizzi, Tugan Sokhiev, Juraj Valčuha, Tomas Netopil, Rinaldo Alessandrini, Michele Mariotti, Lawrence Renes, Wayne Marshall, Tan Dun, Asher Fisch, Stéphane Dèneve, Pietari Inkinen, Christian Arming e John Axelrod.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    23 Dicembre @ 15.43

    IMPORTIAMO giocattoli tossici e robaccia taroccata... ed ESPORTIAMO il MEGLIO della nostra cultura... UN AFFARONE !!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

L'INIZIATIVA

Parma città creativa dell'Unesco: nasce la Fondazione

L'organismo è aperto. Per ora ne fanno parte Comune, Fiere, Upi, Cciaa e Università

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima