15°

Spettacoli

Franconi Lee: "In questa Aida è l'amore a prevalere nel finale"

Franconi Lee: "In questa Aida è l'amore a prevalere nel finale"
1

 Giulio Alessandro Bocchi

Va subito al proprio maestro il pensiero di Joseph Franconi Lee. Era il 2005 e nel pieno della preparazione di «Aida», per il Festival Verdi, il regista Alberto Fassini, che era stato anche collaboratore di Luchino Visconti, era venuto a mancare. Al giovane Franconi Lee era dunque toccato il compito di portare in scena quella che era l’idea di Fassini, cercando di rendere omaggio, il più possibile, all’arte del maestro.
«Quest’Aida con le scene e i costumi di Mauro Carosi - spiega il regista parlando dell'allestimento dell'opera che inaugurerà venerdì alle 20 la stagione 2012 del Regio - tornerà con qualche sottile differenza in quello che riguarda l’aspetto mimico e nei balletti. In questo mi ha dato un aiuto importante la coreografa Marta Ferri con la quale abbiamo analizzato a lungo molti geroglifici per ispirarci. Quest’Aida, infatti, è costruita quasi come se si scendesse in una tomba egizia e poco a poco i geroglifici prendessero vita. È uno spettacolo ispirato al mondo dei morti, come si vede anche dai suoi colori tra i quali prevale un blu lunare; nel finale però, a differenza del 2005, più che il terrore per la sepoltura prevarrà l’amore e la speranza nel sogno di un mondo migliore per Aida e Radames, come sottolinea anche la bellissima musica scritta da Verdi. In questo mi sono fatto aiutare molto anche dalle luci di Guido Levi».
Franconi Lee, nato a New York, ha intrapreso anche studi musicali alla Juilliard School e forse anche per questo ritiene che per uno spettacolo sia vitale l’accordo con il direttore d’orchestra. 
«Le mie regie sono tradizionali - continua - soprattutto nel senso del rispetto della musica: la musica nell’opera lirica deve restare sovrana. Alcuni registi cercano di prevalere sugli autori imponendo la loro visione, ma molto raramente ci riescono se partono già con quest’idea di mettere l’opera in secondo piano. Per questo è importante lavorare in pieno accordo con i direttori. Sono molto contento perché Antonino Fogliani ha partecipato a tutte le mie prove».
Anche il rapporto con i cantanti è vitale.
 «Non bisogna mai chieder loro - prosegue - cose che li mettano in difficoltà. Con questo cast tutto composto da giovani, comunque, mi sono trovato perfettamente e devo ammettere che per una volta tutti davvero avevano il "phisique du rôle"».
 Forse per il particolare rispetto dell’opera e delle tradizioni (pur cercando di inserire sempre elementi personali) nei suoi allestimenti, la severità del loggione non gli ha mai dato problemi. 
«Qui a Parma ho presentato già molte regie e con il pubblico del Regio mi sono sempre trovato molto bene». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • serena

    26 Gennaio @ 09.09

    ero alla generale ieri pomeriggio,mi è piaciuta molto,curiosi i costumi stile Hollywood sul Tevere anni 50, ho notato errori ma forse voluti, tipo la scena davanti allo statuone del dio Ptah che rappresentava invece un faraone.ed altre piccole cose ma l'impostazione scenica era quella di una favola (amneris aveva in testa un copricapo come quello delle zarine medievali.... Mi è piaciuta molto Aida e suo padre.... un pò meno radames soprattutto agli inizi. Insomma mi sono divertita

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia