-1°

Spettacoli

Film recensioni - The Iron Lady

Film recensioni - The Iron Lady
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi

«Ci terremo in piedi sui principi o non staremo in piedi affatto». L'uomo forte della Gran Bretagna degli anni '80? Era una donna. E non una qualsiasi. Ma la figlia del droghiere del Lincolnshire, la ragazza tenace che non amava i compromessi e sapeva quanto poteva essere amara (vero Monti?) la medicina di chi ha il coraggio di fare scelte impopolari. Citava San Francesco, amava il whisky ed era convinta (non a torto) che gli uomini non avessero fegato: con la lacca nei capelli e quintali di determinazione restituì l’orgoglio a una nazione. Tanto che i russi, a cui non risparmiava invettive, la presero talmente sul serio che la chiamarono la signora di ferro, the iron lady. Costruito sui ricordi, nitidi e feroci, di una protagonista della Storia che ha smarrito il suo presente (la memoria come consolazione e ancora a un oggi che si dissolve), il film di Phyllida Lloyd più che un biopic tradizionale sulla prima donna alla guida di una democrazia occidentale è il ritratto intimo, anche doloroso, di un personaggio controverso di cui la regista non riesce però davvero a cogliere i molti perché né le domande sospese o la reale eredità. I tagli ai costi, gli scioperi, le bombe dell’Ira, la guerra delle Falkland: ascesa, regno e oblio di Margaret Thatcher, leonessa d’Inghilterra. Pieno di autentica compassione per il crepuscolo di un mito, icona offesa dalla malattia e dall’età, «The Iron Lady», che si muove su un doppio piano temporale, è un film stilisticamente un po' borghese e in parte irrisolto nella sua ricostruzione socio-politica (a volte in ombra di fronte alla rilettura privata), ma che, al di là di un comunque evidente interesse specifico, trova un senso e una ragione nella mostruosa, impressionante, interpretazione di una straordinaria e dominante Meryl Streep, che non solo si cala nel personaggio ma letteralmente se ne appropria diventando essa stessa il segno ultimo della pellicola, madre e matrigna di un film che si divora e che ne restituisce, fotogramma per fotogramma, la bravura senza paragoni, il talento oltre la rappresentazione, laddove volto e maschera finiscono, in modo sbalorditivo, per coincidere. La «streepitosa» prova della diva 62enne (che, molto ben truccata, già vinto il Golden Globe, marcia a passi ben distesi verso il terzo Oscar, a 30 anni di distanza da quello che le venne assegnato per «La scelta di Sophie») è la pietra angolare su cui poggia un dramma antimaschilista che - seppure non riveli sempre un’adeguata capacità di approfondimento (il difficile rapporto coi figli oppure l’antieuropeismo sono temi che avrebbero meritato maggiore sviluppo e attenzione) -, nel momento in cui ripercorre le tappe salienti di una figura unica nel panorama politico internazionale guarda con lucida amarezza a un presente senza ideali e schiena dritta: perché, come dice la signora di ferro, «una volta lo scopo era realizzare qualcosa di importante: ora invece lo scopo è diventare importanti». E se permettete c'è una bella differenza.

-THE IRON LADY
REGIA: PHYLLIDA LLOYD
SCENEGGIATURA:
ABI MORGAN
FOTOGRAFIA: ELLIOT DAVIS
INTERPRETI: MERYL STREEP, JIM BROADBENT, IAIN GLEN, ALEXANDRA ROACH, RICHARD E. GRANT
GENERE: DRAMMATICO
GB/Fra 2011, colore, 1 h e 45'
DOVE:
ASTRA, THE SPACE CINECITY, ODEON (Salso)
GIUDIZIO: ●●


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5