10°

Spettacoli

Bologna: 30mila persone in "Piazza Grande" per l'addio a Lucio Dalla

Bologna: 30mila persone in "Piazza Grande" per l'addio a Lucio Dalla
3

(Ansa - di Giorgia Bentivogli)

Bologna ha salutato un figlio. Nel giorno in cui avrebbe compiuto 69 anni, Lucio Dalla si è congedato dalla sua città, che gli ha detto addio con un abbraccio "grande" quanto la piazza che aveva celebrato.

Una cerimonia composta, nella basilica di San Petronio, come nelle oltre 30mila persone raccolte in piazza Maggiore. «Tutta Bologna ti vuole bene, tu hai amato tutti, questo popolo ti capisce, dalle autorità agli ultimi. Bologna ha perso un figlio vero» ha spiegato nell’omelia il suo confessore, il padre domenicano Bernardo Boschi. E infatti la gente in piazza, come le autorità in chiesa, hanno dimostrato di capirlo, di volergli bene. Tanti gli applausi al feretro. Ma anche alla voce rotta di Marco Alemanno, che ricorda Lucio dopo aver letto "Le rondini" a conclusione della cerimonia, testimoniando tra i singhiozzi il profondo legame che lo univa al cantante scomparso.

Bologna è una città che dimostra nel giorno del funerale di amare, senza bisogno di spiegazioni, uno dei suoi figli migliori, che non si è mai nascosto. Anzi: si è sempre dato generosamente e non si è mai negato alla gente. «Lucio Dalla veniva da un colloquio con Dio incredibile, la sua fede passava attraverso l’uomo e rifletteva la sua umanità» è la spiegazione più semplice che padre Boschi dà, nell’omelia, della spiritualità del cantante. «Lucio - ha continuato - con la parola e con la musica scolpiva nelle nostre anime, attingeva dalla profondità, con la sua sete di Dio e dell’assoluto». Un uomo che «trasmetteva serenità e gioia, l’eredità che ci lascia è proprio questa, l’insostenibile leggerezza dell’essere».

La Chiesa aveva chiesto una cerimonia non spettacolare, senza musica. La città "rossa" gliela ha data. Nessuno striscione in piazza, nessun coro, applausi e qualche "Lucio, Lucio" al passaggio del feretro. Tanti i bolognesi che hanno preferito rimanere sul sagrato di San Petronio, nonostante in chiesa ci fossero ancora posti liberi. Dentro, in San Petronio, volti noti come quelli di Renato Zero, Eros Ramazzotti, Ligabue, Gianni Morandi, Gigi D’Alessio, Gaetano Curreri, Renzo Arbore, Jovanotti, i Pooh, Andrea Mingardi e Roberto Vecchioni. Ma un grande assente, Francesco De Gregori, che con Dalla condivise il mitico tour di "Banana Republic": molto addolorato, il cantautore però - spiegano dal suo staff - non partecipa mai a questo tipo di cerimonie.

Quando esce dalla chiesa sulla bara di Dalla, per tutti, viene messa la corona tricolore del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Per l’ultimo saluto restano accanto al feretro i "pezzi" più importanti della famiglia "allargata" di Dalla: lo stesso Marco Alemanno, poi Ron, il manager Tobia Righi, l’amico Benedetto Zacchiroli e Gaetano Curreri degli Stadio. Lo accompagnano fino al cimitero della Certosa, dove in 500 persone aspettano il feretro. Ma prima il cantante saluta la sua città con un giro in auto che tocca le strade del centro e quei colli che amava tanto. Lucio fece lo stesso per la madre quando morì, regalandole un’ultima veduta di Bologna dall’alto.

Poi la Certosa, il cimitero così vicino allo stadio tanto amato. E dove il cantautore, come scelto da chi gli viveva accanto, ora riposa vicino a papà Giuseppe e mamma Jole. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pier luigi

    05 Marzo @ 16.09

    tutti gli altri giornali e servizi televisivi parlavano di 50mila, per non parlare di quanti, anche se disturbati da giretti, erano davanti ai televisori e lasciamo perdere lo sproloquio della annunziata!

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    05 Marzo @ 11.06

    Non confondiamo prosciutto e...culatello (vedi che già il paragone, rispetto a quello parmigiano più volgare) rende merito a Dalla, che reputo effettivamente un gigante della musica italiana (italiana: quelli di LIverpool sono di un'altra dimensione). Sono d'accordo con te sul poco spazio, ma solo per sabato e per la Gazzetta web ("colpa" mia: ma ero da solo ed è stato un sabato pieno di cronaca e di politica). La Gazzetta di carta, però, ha dedicato a Lucio Dalla ampi ed ottimi servizi. E noi abbiamo recuperato ieri, con i servizi tuttora in home page. Billy

    Rispondi

  • franco

    05 Marzo @ 01.08

    CARO BILLY, SPERO DARAI PROVA DI EQUITA' QUANDO MORIRA' UNO DEI BEATLES ANCORA IN VITA (CARIATIDI VIVENTI)! LA POCA CONSIDERAZIONE DEL TUO GIORNALE ON LINE SULLA MORTE DI UN GRANDE CANTAUTORE....URLA VENDETTA!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Video Gigi Pacifico Fidenza

fidenza

"Io non so" l'ultimo video di Gigi Pacifico

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Auto si ribalta  e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: donna incastrata, 5 feriti Foto Video

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

4commenti

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

anteprima gazzetta

Ranieri esonerato: "Pro e contro", tra sport e costume

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

arresti

Trafficanti seguiti da Fidenza a Parma: avevano in auto un kg di eroina

tg parma

Legionella, Comune e Ausl varano un protocollo di intervento Video

11commenti

tg parma

Parma, rinnovi per Baraye e Nocciolini. Scaglia in attacco a Salò?

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

POLizia

Campagna antitruffe “Non siete soli #chiamatecisempre” I consigli

1commento

scuola

Contro le bufale dei social, educare a informarsi bene

Incontro all'Ipsia Primo Levi con gli studenti di sei medie superiori di Parma e provincia

musica

Ottima prova zero: Parma dà il la a Elio e le Storie tese Video

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

4commenti

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

IL CASO

Troppo sport fa male al desiderio

1commento

svezia

Sesso in pausa pranzo: proposta choc in un comune artico

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia