-5°

Spettacoli

Il teatro puro di Jean Cocteau: una donna straziata "appesa" al filo del telefono

Il teatro puro di Jean Cocteau: una donna straziata "appesa" al filo del telefono
0

La voce trattenuta, come a contenere un dolore compresso: le parole che escono con fatica, stancamente, spezzate e interrotte come quella linea telefonica che «è caduta» e che scandisce con i suoi capricci il ritmo a singhiozzo del dramma. E’ «La voce umana» di una dolente Mascia Musy, nella sua lunga camicia da notte bianca priva di sensualità sulla quale indossa in fretta un cappotto, a ingaggiare questo match di sofferenza al telefono, con un interlocutore mai vivo e presente, che amplifica la sua immensa solitudine. In cinquantacinque minuti il feroce atto unico di Jean Cocteau, diretto da Walter Le Moli in questa nuova produzione di Fondazione Teatro Due che ha debuttato giovedì sera in occasione dell’8 marzo, affida al telefono il compito di straziare la sua protagonista, che si presenta già stesa a terra nella scena iniziale, di farla «perdere sangue come una bestia ferita» come indica l’autore stesso in didascalia, fino a strozzarla con quel filo a cui tiene appesa tutta la sua esistenza. La fine di un amore al telefono, «teatro puro» di Cocteau ieri come oggi attuale, come sottolinea la regia in un continuo gioco di rimandi dal filo della cornetta a quello più moderno dell’auricolare del cellulare, è lo specchio di un’esasperazione della solitudine nella vita sempre più tecnologica e mediatica, dove non ci si vede più direttamente e non c’è più «lo sguardo che può cambiare tutto». L’allestimento ci mostra una camera da letto in bianco e nero, dove l’ombra della protagonista (o del suo interlocutore, che è poi sempre se stessa) giganteggia su una parete. Ma siamo anche in una sala teatrale, oggi, come ci ricorda la quinta sfondata che mostra il retro della scena,  o il divieto di fumare imposto alla protagonista, o quel trillo di cellulare tutto contemporaneo che gioca inizialmente con l’equivoco che qualcuno dal pubblico abbia davvero dimenticato di spegnere il proprio telefono. E Mascia Musy, nella sua intensa prova d’attrice, è nel finale vittima e regista del proprio dolore, gridando quel «Taglia!» che è sia un invito al boia a ucciderla col filo del telefono divenuto ghigliottina che ad abbassare le luci su quel dramma in cui tutti possiamo riconoscerci.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

10commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

6commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

MODENA

Donna di 53 anni trovata mummificata in casa a Modena

si scava ancora

Rigopiano: si cercano tracce dei cellulari, è corsa contro il tempo

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto