20°

34°

Spettacoli

Immigrazione, arriva il docu-choc sui respingimenti italiani

Immigrazione, arriva il docu-choc sui respingimenti italiani
3

ROMA,–  (di Francesco Gallo)

"Mare chiuso", il documentario di Stefano Liberti e Andrea Segre, presentato oggi alla Stampa estera e che sarà in poche sale da domani distribuito da Zalab, inizia non a caso con una sentenza, quella della Corte Europea dei Diritti dell’uomo di Strasburgo, che ha condannato il nostro Paese il 23 febbraio scorso per aver violato la Convenzione Europea per i respingimenti dei clandestini in acque internazionali tra il maggio 2009 e il 2010.  E questo in seguito agli accordi tra Gheddafi e Berlusconi che prevedevano che tutte le barche dei migranti intercettate in acque internazionali fossero ricondotte in territorio libico. Peccato che in Libia non esisteva alcun diritto di protezione e la polizia poteva, come sembra fece, esercitare indisturbata varie forme di abusi e violenze. Senza dimenticare che molti dei respinti erano richiedenti asilo.  Un documentario per certi versi shock, quello presentato stamani, non tanto per alcune immagini originali con i migranti in preghiera ed esultanti alla vista di una nave italiana (era capitata in quell'occasione una troupe tv straniera che raccontò e testimoniò di quel primo respingimento anche con alcune suggestive sequenze), ma per le testimonianze di alcune delle vittime dei respingimenti. Voci di migranti più che delusi verso un’Italia solo inizialmente amata.  In "Mare chiuso", che domani sarà presentato in anteprima al Cinema Farnese di Roma e di cui è prevista una proiezione alla Camera, anche alcune immagini di repertorio dell’allora ministro Roberto Maroni che indica come primo compito «di impedire l’ingresso degli immigrati» e di quelle del premier Berlusconi che dichiara come i boat people sono in genere non delle persone in fuga dai loro paesi, ma solo persone «reclutate da organizzazioni criminali».  Di fatto i respinti dalla Libia grazie a questa legge sono stati circa 2000 persone. Invece più difficile accertare quante persone siano scomparse durante la traversata.  «Volevo andare in Europa, in Italia, per avere protezione e cercare lavoro, stavamo andando in un Paese migliore, poi sono arrivati gli italiani: dalla posizione del sole ho capito che stavamo tornando a Tripoli» dice un immigrato nel documentario presentato stamani oltre che dai due registi, anche, tra gli altri, da uno degli avvocati Anton Giulio Lana vincitori dell’appello a Strasburgo, da Laura Boldrini, portavoce dell’alto commissariato Onu per i rifugiati, dall’onorevole del Pd, Jean-Leonard Touadi, dal rappresentante di Amnesty International Serafino Murri.  «Il cosiddetto pacchetto-sicurezza è stato solo una grande sconfitta della cultura democratica del nostro paese» ha detto Touadi che poi non ha mancato di rinnovare l’impegno che vada rivisto quel vergognoso accordo italo-libico. Un appello all’attuale premier Mario Monti, «che non stipuli o permetta alcun accordo che vada contro la sentenza di Strasburgo».  Il film, prodotto da ZaLab e realizzato con il sostegno di Open Society Foundation, è stato in gran parte fatto con interviste realizzate al confine libico-tunisino, ovvero al campo profughi di Shousha.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ELISABETTA

    15 Marzo @ 09.33

    Beh mi sembra giusto, noi siamo dei delinquenti se li rimandiamo indietro mentre loro sono liberi di delinquere e fare i propri comodii nel nostro Paese....che schifo!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Giuio

    14 Marzo @ 18.46

    E vi pareva che da Bruxelles e da strasburgo ci dovessero imporre questa gente. Le sorti dell'Italia vengono decise là, non dagli italiani o dai politici scelti da loro. Sono gli allegri menefreghisti di Bruxelles che da anni ci impongono questa società degradata e questa Italia pattumiera. Nessuno però che si senta in colpa per i reati che gran parte di questi delinquenti compiono ai danni degli italiani. NESSUNO ! Si vergognino questi euro fanatici della iper migrazione. Li insulterei a dovere se sapessi che giunge a loro la mia voce, e se non fossi censurato. Questa è la più orrenda epoca fatta di distorsioni della verità, di demagogia e nauseante buonismo. Tutto deciso e pianificato. E noi impotenti a lamentarci !!!

    Rispondi

  • cristina

    14 Marzo @ 18.16

    INSOMMA NOI ITALIANI CI DOBBIAMO SENTIRE SEMPRE IN COLPA!!!! MA FATEMI IL PIACERE !!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione"

Hollywood

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione" Foto

Maxi murale a Rio de Janeiro: è pronto per il Guinness

record

Maxi murale a Rio de Janeiro: è pronto per il Guinness Video

Figlio di Madonna preso dal Benfica

calcio

Il figlio di Madonna preso dal Benfica

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Si fa presto a dire Lambrusco

"ROSSO FRIZZANTE"

Si fa presto a dire Lambrusco. Lo speciale

di Chichibio

Lealtrenotizie

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti

SALA BAGANZA

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti Video

Salvata la fabbrica vicina. Dipendenti al lavoro nello stabilimento produttivo 

Gaione

Ladri in camera da letto, anziana finge di dormire

3commenti

via della salute

La banda degli scooter torna in azione. Ma stavolta è costretta a fuggire Foto

2commenti

tg parma

La città vissuta su una carrozzina: Scarpa e Pizzarotti in giro con Anmic Video

SPETTACOLI

Il «Sogno» inaugura l'Arena del Due

GIOVANI

Servizio civile, pochissime adesioni e il bando sta per scadere

2commenti

Paura

Fidenza: incendio in un appartamento, cinque intossicati

tragedia

Sorbolo: 40enne muore dopo una partita di calcetto Video

parma

Cercano di scipparla sul Ponte Italia: 20enne ferita

1commento

gazzareporter

I topi d'auto stavolta scelgono via Abruzzi

SONDAGGIO

Nel Parma in B preferireste rivedere Cassano o Gilardino? Votate

5commenti

I COMMENTI

Maturità, la prima prova? «Fattibile. Matematica e quizzone sono le bestie nere»

BEDONIA

Estate, risorgono i paesi disabitati

1commento

PARALIMPIADI

Ciclismo, la nuova sfida di Righetti

LIBRI

Leo Ortolani e l'arte di meravigliarsi ancora

calciomercato

Il 60% del Parma ai cinesi di Desports (a luglio): investiranno 15 milioni Video

Crespo sarà vicepresidente. L'annuncio di Marco Ferrari: "Lascio la vicepresidenza, spazio a nuove competenze"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Da Romano», qualità a conduzione famigliare

di chichibio

ITALIA/MONDO

teramo

Dottoressa accoltellata a morte: il presunto killer si è ucciso

mafie

La Dna: 'Ndrangheta stabile in quasi tutte le Regioni.E in Emilia patto con altre organizzazioni criminali"

SOCIETA'

GUSTO

I tortelli diversi: ecco le ricette

1commento

la ricetta

La ricéta p'r i tordéj d'arbètta in djalètt Pramzàn

SPORT

Moto

Max Biaggi resta in ospedale, altra operazione

Formula 1

F1, Sainz al posto di Alonso?

MOTORI

novità

Volkswagen Arteon, salutate l'ammiraglia

TECNOLOGIA

L'auto? La proveremo sul divano. Parola di Ford