-5°

Spettacoli

Arriva Vasco, la Scala "affila le punte"

Arriva Vasco, la Scala "affila le punte"
5

Alessandra Magliaro
31 marzo 2012: Vasco alla Scala. Albachiara sulle punte - «respiri piano per non far rumore ti addormenti di sera ti risvegli col sole» - riarrangiata in chiave classica senza perderne di vista l’anima romanticamente pop.
Archiviati i guai di salute che gli hanno guastato la seconda parte del 2011, durante la quale grazie ai social network non ha mai perso il contatto con il suo pubblico, Vasco Rossi è al lavoro, dopo aver detto sì alla proposta del teatro milanese, una nuova creazione assoluta della Scala capace di attirare giovani che magari non ci hanno messo mai piede. S'intitola «L’altra metà del cielo» e sarà uno spettacolo particolare: danza, musica, teatro insieme, nel nome di Vasco e in omaggio alle figure femminili che in oltre 30 anni di carriera sono state spesso al centro delle sue canzoni.
Il debutto è fissato per il 31 marzo (il 30 alla prova generale ci dovrebbe essere lo stesso Vasco) e sarà in scena fino al 13 aprile: i ballerini del corpo di ballo della Scala stanno facendo a gara per fare parte dello spettacolo con le coreografie di Martha Clarke. E da questo evento uscirà anche un disco con 13 canzoni, una sorta di colonna sonora.
L'impostazione drammaturgica è dello stesso cantautore modenese che ha immaginato una storia in cui la donna, dall’adolescenza alla maturità, vive in tre personaggi - Albachiara, Silvia, Susanna – che riassumono altrettante sfumature dell’universo femminile cantato nella sua lunga carriera.
E su una nuova dimensione delle sue canzoni, rilette e arrangiate per orchestra, il corpo di ballo si muoverà guidato da Martha Clarke, pluripremiata coreografa e regista poliedrica, ironica, stravagante e aperta alla contaminazione dei linguaggi. Il suo approccio, teatrale e non puramente coreografico, sarà una nuova sfida per i danzatori scaligeri. L’orchestrazione è di Celso Valli che a Bologna ha registrato le musiche,  mentre i costumi sono di Nanà Cecchi. Valli e Vasco si sono così adoperati per un’operazione «crossover» mai tentata prima dal Blasco, in cui al rock si mescola la classica.
Dice Martha Clarke: «i temi delle canzoni di Vasco sono nuovi e universali: parlano di amore, perdita, sessualità, crescita. Ci stiamo lavorando partendo da zero con un corpo di ballo: sono fantastici, desiderosi di provare cose nuove. Stiamo uscendo dagli idiomi del balletto per cercare un vocabolario che scaturisca dalle canzoni e non dal balletto classico. Il mio lavoro è far esprimere loro ciò che suscitano le canzoni, un lavoro dunque impostato sulle immagini, movimenti del corpo basati quasi sulla recitazione». La newyorchese Clarke, che ha basato la sua opera coreografica sulla fusione tra la danza, il teatro, le arti visive e l’opera ha ricevuto nel 2010 il Samuel H. Scripps 2010/American Dance Festival Award for Lifetime Achievement, considerato per i coreografi il premio alla carriera più importante. «E' un progetto di grande sfida musicale - spiega l’artista - su cui giorno dopo giorno stiamo scrivendo la sceneggiatura e i ballerini ne sono entusiasti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CARMELOG.

    16 Marzo @ 15.23

    avete ragione ma che può farci poveretto??? comunque che sia la scala o l'anfiteatro di canicattì Sally cantata da Vasco o Albachiara è tutta un'altra musica... al diavolo i tokio hotel o valerio scanu o emma o modà o negramaro... fanno tutti cagare.. commerciali che scompariranno presto... vi ricordate il cantante dei litfiba? non piero peù, quello che è venuto dopo, coi capelli lunghi, sembrava un dio.. una volta a parma gli ho chiesto ingenuamente l'autografo (avevo 26 anni, adesso ne ho 35) e non mi ha neanche cagato... che vada a lavurar nei campi!!!! così come emma... che mi sta proprio sul C

    Rispondi

  • Luca

    16 Marzo @ 08.13

    Poi vedremo Vasco in versione ballo liscio, poi reggae, poi all'ocarina e infine coi rutti....ma perche' non provano a farla finita quando non viene piu' niente (esistono le prugne)

    Rispondi

  • marco

    15 Marzo @ 16.46

    Marco, per i "giovani" di ieri, Vasco è un grande... ma ai giovani "di adesso", credo che Vasco non faccia nè caldo nè fredo, come a noi, negli anni '80, lasciava indifferenti Gino Paoli. E' proprio per questo che Vasco (i suoi agenti) si inventano i balletti della Scala... roba per spremere soldi dal personaggio ormai logoro, ed evidentemente rivolto agli EX giovani... Se Vasco fosse ancora un grande, non si lascierebbe usare x spettacoli senza senso. Se va avanti così ce lo troviamo ad un reality o a ballando con le stelle.

    Rispondi

  • Marco

    15 Marzo @ 13.36

    Paolo.....ma va a c....!!credo di parlare a nome di tutti quelli a cui piace vasco e dei giovani!!specialmente dei giovani!!

    Rispondi

  • PAOLO

    15 Marzo @ 11.28

    Mi dispiace, anche la Scala verrà coinvolta da pseudo musica e da una tribù di zotici che devasteranno e lorderanno il teatro. Addio Scala!!!! Addio Milano!!!! Addio Musica. Valuteremo i danni alla fine!!!!

    Rispondi

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

9commenti

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

2commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

2commenti

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

4commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta