-4°

Spettacoli

"Einstein on the Beach" un capolavoro nel tempo

"Einstein on the Beach" un capolavoro nel tempo
0

di Alessandro Rigolli
Quella andata in scena sabato e ieri al Teatro Valli di Reggio Emilia è una delle fondamentali esperienze di teatro musicale del secondo Novecento.
Grazie a Pomegranate Arts Inc., in associazione con Change Performing Arts, dopo trentasei anni è ritornato in Italia «Einstein on the beach», un lavoro nato nel ’76 (e ospitato all’epoca alla Biennale di Venezia) dalle visioni di tre giovani artisti (ora settantenni) che hanno messo sul palcoscenico le loro idee: quella di teatro di Bob Wilson, quella di musica di Philip Glass e quella di danza di Lucilda Childs. Intercettato nell’ambito di una tournée che va da Montpellier a Londra (in occasione delle Olimpiadi) e da New York a Mexico City, questa produzione riprende l’allestimento originale con la supervisione dei tre autori, coinvolgendo le medesime compagini artistiche dell’epoca, come i bravissimi componenti della Lucinda Childs Dance Company e del Philip Glass Ensemble, diretto oggi come allora da Michael Riesman. Opera non narrativa e non convenzionale per definizione – ma dall’impianto organizzativo ed economico comunque «impegnativo» – già dal titolo «Einstein on the beach» richiama differenti ipotesi di rimandi e fonti di ispirazione, come il possibile riferimento al romanzo post-apocalittico di Nevil Shute, che s’intitolava appunto «On the Beach». Oppure, per il ruolo rivestito dal personaggio-uomo che passa da macchine ancora in qualche maniera antropomorfiche (la locomotiva, l’autobus) ad altre come l’astronave che hanno caratteri extra-umani – e grazie anche alla suggestione del monolite luminoso che abita il buio totale della scena del quarto atto – l’opera pare evocare «2001: odissea nello spazio» di Stanley Kubrick.
Al di là di queste ed altre ipotesi, questo è un lavoro sul tempo che impone una dilatazione rappresentativa che quasi immobilizza i quadri scenici. La sostanza cinetica del teatro si stempera in un’articolata ritmica del gesto, attraversata a tratti da interventi coreografici atletici, in un controllatissimo tumulto di minimi accadimenti, in un incanto onirico che si trasmette come un’ipnosi allo spettatore. La visione scenica di Wilson è riuscita a teatralizzare l’infinitesimale attraverso l’utilizzo di effetti luminosi, tableaux sospesi, musicisti, coro, ballerini e attori, creando quadri d’immobile plasticità, attraversati da gesti ripetuti. A questo carattere statico della messa in scena, che richiede un diverso approccio del pubblico – che poteva entrare e uscire liberamente dalla sala durante le 4 ore e mezza di messa in scena ininterrotta – contribuisce la musica di Glass, in cui il compositore applica i metodi maturati partendo da schemi ritmici orientali, innestati su un impianto tonale essenziale. Un carattere applicato ora alla scomposizione del numero filtrata attraverso le note e brani recitati, ora ad ampi interventi corali basati sulla sillabazione inglese di numeri e interventi di danza, e così via. Una funzione complessa che partecipa alla rappresentazione caratterizzando anche sul piano timbrico l’opera con l’energia caratteristica dei fiati amplificati e degli organi elettrici. In questo quadro, il suono del violino riveste un ruolo particolare grazie alla funzione di simbolo, la rappresentazione di Einstein stesso, che si manifesta quando il violinista, con parrucca e baffi bianchi, accompagna i movimenti sul palco seduto sul bordo del proscenio, quasi un novello Orfeo che incanta  i propri alter-ego presenti sulla scena. Una riflessione sul tempo che parla del proprio tempo come solo i capolavori sanno fare, salutata dai convinti applausi del pubblico che è riuscito a comprenderne lo spirito, che lo stesso Glass nel ’79 ha così riassunto: «Io metto lì la mia opera, loro [il pubblico] si mettono lì pure, e se non si aspettano alcunché, abbastanza sicuramente qualcosa accade».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

2commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

1commento

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta