Spettacoli

"Piazza Fontana, verità e misteri"

"Piazza Fontana, verità e misteri"
Ricevi gratis le news
0

Nicoletta Tamberlich

ROMA - Non si non sofferma sulle sequenze più violente: sia l’attentato che le morti dei protagonisti avvengono fuori campo. «Romanzo di una strage», l’attesissimo film di Marco Tullio Giordana, nelle sale da venerdì, si apre comunque con l'esplosione alla Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Fontana a Milano (17 persone persero la vita, 88 i feriti), e si conclude con l’agguato al commissario di polizia Luigi Calabresi, ucciso a colpi di pistola da militanti di Lotta Continua a pochi passi da casa.
L'attentato del 12 dicembre del 1969 rimane una delle pagine più oscure della storia italiana. Ispirato al libro «Il segreto di Piazza  Fontana» di Paolo Cucchiarelli e sceneggiato dal duo Sandro Petraglia-Stefano Rulli (oltre che dallo stesso Giordana), vede Valerio Mastandrea nei panni del commissario Calabresi e Pierfrancesco Favino in quelli dell’anarchico Giuseppe Pinelli. Fabrizio Gifuni è Aldo Moro, Laura Chiatti è la moglie di Calabresi, Michela Cescon quella di Pinelli, mentre Giorgio Colangeli è Federico Umberto D’Amato, Omero Antonutti è il presidente della Repubblica Giuseppe Saragat, Luigi Lo Cascio il giudice Ugo Paolillo, Giorgio Tirabassi il professore. Attorno a loro ruotano politici, servizi segreti, giornalisti, estremisti di destra (come Giovanni Ventura e Franco Freda).
Giordana ha realizzato un film a tratti didascalico ma che ha il coraggio della verità storica: ad esempio mostra chiaramente che il commissario Calabresi non si trovava nella stanza quando Pinelli morì precipitando dal quarto piano della Questura durante un interrogatorio. Inoltre demolisce alcune dicerie di quegli anni: il «colpo di karate» su Pinelli era, come spiega il medico del Tribunale impersonato in un piccolo cameo da Luca Zingaretti, l'ematoma lasciato dal tavolo dell’obitorio. Un falso creato ad arte era anche la voce che voleva Calabresi un uomo Cia.
Alla conferenza stampa di presentazione, Giordana ha spiegato così la scelta di fare questo film: «Oggi noi sappiamo. Se una tragedia come quella di piazza Fontana entra a far parte della cultura di un popolo, allora non può essere solo un punto di domanda. "Romanzo di una strage" è rivolto soprattutto ai ragazzi più giovani, a chi non sa nulla di quegli anni ed ha il diritto di sapere». Poi il regista aggiunge: «il mio film è lontano da qualsiasi partigianeria e ideologia: serve a spiegare degli avvenimenti attraverso lo strumento dell’arte. Se Pasolini a proposito delle stragi scrisse "Io so, ma non ho le prove", dopo 40 anni possiamo fare nomi, ed è giusto farli».
Giordana nel film mette in evidenza la pretestuosità della scelta della pista anarchica nelle indagini e il ruolo dei giovani neofascisti, coperti dai servizi segreti deviati ma anche da quelli americani e non solo, pronti a reazioni clamorose di fronte ai movimenti del '68. Sullo schermo vengono mostrate le piste seguite e quelle occultate (come l'ipotesi che quel giorno scoppiarono due bombe, una anarchica e una fascista), le infiltrazioni negli opposti movimenti estremisti, quindi la nascita della strategia della tensione. «Su Piazza Fontana è stato fatto un lavoro di disinformazione e depistaggio - ha sottolineato ancora il regista - su cui sono caduti anche i grandi giornali: io mi sono messo nei panni di tutti per raccontare personaggi controversi, evitando giudizi».
E a proposito delle parole di Mario Calabresi, direttore della 'Stampa' e figlio del commissario (che in un’intervista al Corriere della Sera ha ammesso il suo apprezzamento per il film, ma si è detto perplesso per l’assenza della campagna di odio di Lotta Continua contro suo padre) Giordana risponde: «Mario ha perso il padre quando era molto piccolo in maniera drammatica. A lui manca e certo non può restituirglielo il mio film». Giordana rivela anche di aver conosciuto il commissario: «Ero uno studente che aveva occupato il proprio liceo, fui interrogato da lui. Era un vero intellettuale, per nulla violento. La ricostruzione esatta dell’interrogatorio di Pinelli non è stata possibile farla, perchè noi non eravamo in quella stanza: ma di certo non si è suicidato e non è caduto dalla finestra per sbaglio. È stato un pasticcio, ma la questura non avrebbe dovuto nascondersi dietro un cumulo di menzogne. Da quel momento ha avuto origine il veleno gettato addosso a Calabresi che ha distrutto l'innocenza di chi credeva nella democrazia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Oscar: 'La forma dell'acqua' accusata di plagio

cinema

Accuse di plagio per il film "La forma dell'acqua", candidato a 13 Oscar

Polvere bianca in una lettera a Harry e Meghan 

LONDRA

Polvere bianca in una lettera a Harry e Meghan 

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Carambola di auto e frontale, due incidenti nella zona Ovest di Parma: due feriti Foto e Video

Pioggia

Carambola di auto e frontale, due incidenti nella zona Ovest di Parma: due feriti Foto e Video

POLIZIA

Vende cocaina in viale dei Mille: giovane pusher arrestato. Ma è subito libero

Il giudice ha convalidato l'arresto e ha disposto la scarcerazione in attesa del processo, fissato per il 23 marzo

15commenti

PARMENSE

Neve anche a quote basse, pioggia in città Invia le tue foto

A Corniglio, 20 centimetri di neve

1commento

INCIDENTI

Incidente a Tortiano: disagi e deviazioni in mattinata. Scontro in piazza a Soragna

Auto fuori strada in A15: un ferito

COMUNE

Varato un piano triennale di opere pubbliche: investimenti per 134 milioni Video

I punti principali del programma di lavori pubblici: le interviste del TgParma

CORTE DEI CONTI

Nomina del direttore generale, Pizzarotti e Giorgi citati in giudizio

3commenti

Terremoto

Scossa di magnitudo 3.3 a Castelnovo Monti. "Avvertita anche a Traversetolo"

Commenti sui social: c'è chi ha avvertito la scossa anche nella Val d'Enza parmense

Viale Piacenza

10eLotto, in otto vincono 160mila euro

LUTTO

Addio al ragionier Bandini

tg parma

Domani Venezia-Parma: Ciciretti out ma il modulo non cambia Video

GAZZAREPORTER

Incidente nella rotatoria del Petitot Foto

borgotaro

Caso Laminam: Oggi l'incontro al tavolo tecnico senza il comitato

Noceto

In piazza Lunardi residenti ostaggio delle fogne

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

1commento

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

GAZZAFUN

Come è bella Parma! Scegli il tuo posto all'aperto preferito!

ITALIA/MONDO

Modena

"Il contratto non prevede di spostare i letti, i bimbi dormano in terra"

12commenti

STATI UNITI

Florida: personale armato di fucile a scuola dopo la strage

1commento

SPORT

Formula 1

E' nata la nuova Ferrari

SPORT

Formula Uno: la Mercedes svela la W09

SOCIETA'

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra