22°

34°

Spettacoli

"Diaz", anteprima che brucia

"Diaz", anteprima che brucia
0

Enrico Marcoz

A Genova arriva «Diaz», film di Daniele Vicari sulle violenze compiute dalle forze dell’ordine in occasione del G8 del 2001, e nella città ligure si riapre una ferita mai del tutto rimarginata. Come un lutto non elaborato, come uno choc mai smaltito, le drammatiche vicende di quei giorni riaffiorano nella memoria collettiva al primo spunto. Ne è sicuro l’assessore genovese alla cultura, Andrea Ranieri, che parla del bisogno di «ricucire una delle ferite peggiori della democrazia italiana». Ne è sicuro il regista Daniele Vicari, secondo cui «Genova è ancora investita dall’onda d’urto del G8 e tutt'ora si interroga su cosa è accaduto: sono passati troppo pochi anni per dimenticare». Ne è sicuro il produttore Domenico Procacci, che parla «della tragedia di una società, anzi di una civiltà». Ma soprattutto ne è sicuro Ignazio Oliva, attore e genovese doc, che all’epoca dei fatti era in piazza tra i manifestanti: «Sono stati i giorni più brutti della mia vita. È stata una sensazione forte rivivere quei momenti davanti alla telecamera. Le ferite qui a Genova non si sono per niente rimarginate».
Il film è stato girato solo in parte (una decina di giorni) nel capoluogo ligure mentre il set principale è stato allestito alla periferia di Bucarest. «Appena arrivati a Genova ci sono stati sequestrati tutti i mezzi di scena, non è stato un gran benvenuto» rivela Vicari sorridendo. «Vedendo il film - aggiunge – si scoprono molte cose. È una cucitura di avvenimenti complessi che da soli perdono significato: non si capiscono i fatti della Diaz senza quelli della caserma di Bolzaneto e viceversa». La ricostruzione è stata fatta sugli atti processuali e sulle sentenze della Corte di Appello, «che ho impiegato tre anni, giorno dopo giorno, a leggere» sottolinea il regista. Poche le immagini di repertorio: l’irruzione della polizia nella scuola Diaz, l’uscita dei feriti, la morte di Carlo Giuliani, il premier Berlusconi che accoglie i capi di Stato, gli scontri. «E' un film selettivo – prosegue Vicari – che racconta in modo stretto i fatti. È anche un film corale, perchè la vicenda coinvolge tutta la collettività». Il cosiddetto “livello politico” nella catena delle responsabilità è rimasto fuori, «per non tradire un avvenimento che non può avere alcuna giustificazione». «Temo comunque – osserva Domenico Procacci – che il film possa diventare terreno di scontro politico, come in Italia da parecchi anni accade su tutto».
«Diaz» uscirà nelle sale italiane il 13 aprile e sarà distribuito in numerosi paesi esteri. «C'è stata tanta richiesta, non accade spesso ai film italiani» spiega il fondatore della casa di produzione Fandango, prima di rivelare di aver «sviluppato all’inizio un progetto sulla morte di Carlo Giuliani, in particolare sul tentativo dei genitori di arrivare al processo, ma che non è andato a buon fine». Poi ammette: «Sarebbe bello fare un film anche su di lui...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

fori imperiali

degrado

Sesso (degrado) ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

La Rai propone a Fazio un contratto da 2,2 milioni l'anno

Fabio Fazio, in una foto d'archivio

Tv

La Rai propone a Fazio un contratto da 2,2 milioni l'anno

2commenti

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

francia

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Siccità mai così grave dal 1878

EMERGENZA

Crisi idrica mai così grave dal 1878 (La mappa della siccità)

Il ministro: "Dobbiamo aumentare i bacini" - Leggi

vacanze

A1, traffico intenso tra Piacenza-Fidenza. Ad Aulla sull'Autocisa la coda ora è di 7 km

Al Campus

Ladri in azione a Biologia e Fisica

1commento

DUE FOSCARI

Busseto piange il ristoratore Roberto Morsia

L'AGENDA

Il primo sabato d'estate da vivere nel Parmense

L'INTERVISTA

Cassano: «Parma vorrei riportati in A»

Langhirano

I 5 stelle contro il fuoriuscito: proteste in consiglio

Fidenza

Ballotta, un restyling da 200mila euro

Suore

Due vietnamite diventano Orsoline

Lutto

Colorno piange Cadmo Padovani

Tg Parma

Samboseto, 75enne esce di strada e muore Video

polizia

Minacciato con coltello, sequestrato e rapinato in stazione: in carcere due dei tre aggressori Video

8commenti

mercato

Cassano: "Vorrei riportare il Parma in A" Audio Faggiano: "Fantantonio qui? Non lo escludo" Video

5commenti

Protezione civile

Ondata di caldo: allerta "arancione" fino a domenica - I consigli - Video

3commenti

Anteprima Gazzetta

Domenica il voto, appello a recarsi alle urne

fiamme gialle

Guardia di finanza: in 5 mesi scoperti 20 evasori totali. Tutti i numeri della Gdf

Durante la cerimonia del 240° della fondazione del Corpo 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Maturità, temi lontani dalla realtà della scuola

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

cina

Frana, 141 persone sepolte vive

Lutto

E' morto il giurista Stefano Rodotà

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

Calcio

Messi, convertita in multa (455 mila euro) la condanna per frode fiscale

calcio

Rivoluzione: la U20 cinese giocherà la serie D tedesca

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

SERIE SPECIALE

695 Rivale Abarth: lo scorpione sullo yacht...