19°

Spettacoli

"Diaz", anteprima che brucia

"Diaz", anteprima che brucia
Ricevi gratis le news
0

Enrico Marcoz

A Genova arriva «Diaz», film di Daniele Vicari sulle violenze compiute dalle forze dell’ordine in occasione del G8 del 2001, e nella città ligure si riapre una ferita mai del tutto rimarginata. Come un lutto non elaborato, come uno choc mai smaltito, le drammatiche vicende di quei giorni riaffiorano nella memoria collettiva al primo spunto. Ne è sicuro l’assessore genovese alla cultura, Andrea Ranieri, che parla del bisogno di «ricucire una delle ferite peggiori della democrazia italiana». Ne è sicuro il regista Daniele Vicari, secondo cui «Genova è ancora investita dall’onda d’urto del G8 e tutt'ora si interroga su cosa è accaduto: sono passati troppo pochi anni per dimenticare». Ne è sicuro il produttore Domenico Procacci, che parla «della tragedia di una società, anzi di una civiltà». Ma soprattutto ne è sicuro Ignazio Oliva, attore e genovese doc, che all’epoca dei fatti era in piazza tra i manifestanti: «Sono stati i giorni più brutti della mia vita. È stata una sensazione forte rivivere quei momenti davanti alla telecamera. Le ferite qui a Genova non si sono per niente rimarginate».
Il film è stato girato solo in parte (una decina di giorni) nel capoluogo ligure mentre il set principale è stato allestito alla periferia di Bucarest. «Appena arrivati a Genova ci sono stati sequestrati tutti i mezzi di scena, non è stato un gran benvenuto» rivela Vicari sorridendo. «Vedendo il film - aggiunge – si scoprono molte cose. È una cucitura di avvenimenti complessi che da soli perdono significato: non si capiscono i fatti della Diaz senza quelli della caserma di Bolzaneto e viceversa». La ricostruzione è stata fatta sugli atti processuali e sulle sentenze della Corte di Appello, «che ho impiegato tre anni, giorno dopo giorno, a leggere» sottolinea il regista. Poche le immagini di repertorio: l’irruzione della polizia nella scuola Diaz, l’uscita dei feriti, la morte di Carlo Giuliani, il premier Berlusconi che accoglie i capi di Stato, gli scontri. «E' un film selettivo – prosegue Vicari – che racconta in modo stretto i fatti. È anche un film corale, perchè la vicenda coinvolge tutta la collettività». Il cosiddetto “livello politico” nella catena delle responsabilità è rimasto fuori, «per non tradire un avvenimento che non può avere alcuna giustificazione». «Temo comunque – osserva Domenico Procacci – che il film possa diventare terreno di scontro politico, come in Italia da parecchi anni accade su tutto».
«Diaz» uscirà nelle sale italiane il 13 aprile e sarà distribuito in numerosi paesi esteri. «C'è stata tanta richiesta, non accade spesso ai film italiani» spiega il fondatore della casa di produzione Fandango, prima di rivelare di aver «sviluppato all’inizio un progetto sulla morte di Carlo Giuliani, in particolare sul tentativo dei genitori di arrivare al processo, ma che non è andato a buon fine». Poi ammette: «Sarebbe bello fare un film anche su di lui...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

10commenti

Parma

Ai domiciliari per maltrattamenti, va a lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

IL CASO

Albero travolge un taxi e due auto in centro a Roma: un ferito Foto

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro