-7°

Spettacoli

Vasco: "Ma io non mi ritiro"

Vasco: "Ma io non mi ritiro"
0

 Paride Sannelli

Dopo aver passato una vita a sorprendere il pubblico degli stadi, Vasco Rossi per una sera avrebbe voluto spiazzare mamma Novella presentandosi questa sera alla première de «L’altra metà del cielo», il balletto che ha voluto dedicargli la Scala, in smoking. Ma lo sciopero proclamato gli ha rovinato la festa. O meglio, gliel’ha rimandata a martedì prossimo. «I lavoratori hanno tutto il diritto di far sentire la propria voce e solidarizzo con loro, però è un peccato» allarga le braccia tra i velluti rossi della sala del Piermarini, dopo aver seguito la prova generale dal palco reale. Per tagliare corto sugli allarmismi circolati negli ultimi tempi sulle sue condizioni di salute, il maudit di Zocca si avventura in distinzioni lessicale: «i giornali dovrebbero scrivere convalescenza, non malattia» puntualizza improvvisandosi ufficio stampa di se stesso e con la sorridente determinazione della sua vera addetta stampa aggiunge: «Per me che non avevo mai avuto più di un raffreddore mezzo anno di clinica, tre malattie, e quattro mesi di antibiotici sono stati durissimi; ma, tolta la sofferenza, è stato anche uno dei periodi migliori della mia vita perché mi ha riportato in mezzo alla gente strappandomi alla solitudine in cui vivo ormai da tempo». Facendo di necessità virtù, mentre lui se ne sta in uno «stupido hotel» di Bologna a scrivere canzoni per il nuovo disco, in scena ci manda le sue donne. «Il medico mi ha detto che ci vorrà un anno per ristabilirmi completamente, ma sai come sono i medici; esagerano sempre. Certo è che non mi ritiro, né smetto di scrivere canzoni. Anzi, ne ho scritte di bellissime che non so però quando vedranno la luce in un album perché il mondo della musica ormai è cambiato. Quindi magari ne metterò su Facebook una ogni tanto, per sostenere il mio vero mestiere che è quello di  fare concerti. Pure qui alla Scala mi avevano chiesto di cantare, ma ho preferito lasciare la scena alle ragazze perché sennò, essendo notoriamente molto bello, tutti avrebbero guardato me. Spero solo che martedì sera qualcuno alzi un po’ il volume perché certe canzoni ti entrano dentro grazie anche ai decibel». Concepito dalla coreografa americana Martha Clarke, «L’altra metà del cielo» sovrappone in una enorme stanza bianca le storie di tre donne, Albachiara, Silvia, e Susanna, che nel corso della narrazione e del passaggio attraverso le varie fasi della vita si trasformano rispettivamente in Jenny, Laura e Sally. La colonna sonora, che Celso Valli attinge da sedici canzoni dell’epopea vaschiana adattate alle esigenze sinfoniche di una grande orchestra, costringe Rossi a cantare in maniera molto meno rock e molto più cantautorale del solito. «Questo mi spinge a raccomandare un ascolto de ‘L’altra metà del cielo’ senza pregiudizi, intendendolo non tanto come un nuovo capitolo della mia discografia ma piuttosto come ad un disco di musica classica cantato da me». Non ci sono «Vita spericolata» o «Rewind», ma piuttosto canzoni fortemente ripiegate sull’universo femminile come «Anima fragile», «Gabri», «Incredibile romantica», «Brava Giulia e su su fino a quella «Un senso» che ieri, a fine prova generale ha fatto scappare l’ex maudit di Zocca dal palco reale con le lacrime agli occhi. «Cantarle è stata un’impresa, mi ci sono voluti due mesi. Poi un giorno tutti i fattori si sono improvvisamente ritrovati e, impastati da una buona dose di disperazione, mi hanno spinto a cominciare a cantare con enorme tensione la prima canzone, “Sally”. Le cose hanno preso una piega così buona che un giorno sono riuscito ad incidere addirittura sei pezzi». Per l’uomo di “Liberi liberi” la vita ricomincia a sessant’anni, sul palco più ambito da quel pop sempre alla ricerca di legittimazioni “alte” che lo facciano andare oltre l’hit-parade. Merito di un russo, Makhar Vaziev, numero uno del corpo di ballo di via dei Filodrammatici, e di un francese, il sovrintendente Stéphane Lissner, i primi a credere in questo binomio tra Scala e palasport. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

MusicaU2, tutto esaurito a Roma. Annunciata la seconda data

Musica

U2, tutto esaurito a Roma: annunciata la seconda data

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Incidente sulla via Emilia: traffico bloccato a Parola

Fontanellato

Scontro auto-camion sulla via Emilia: un ferito grave a Parola

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

2commenti

CLASSIFICA DEL "Sole"

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

21commenti

Parma

Trovati in un giorno 3 veicoli rubati: uno scooter, una Clio e una Fiat Ritmo

Calcio

Il Parma acquista Munari: oggi la presentazione con Edera Video

Il centrocampista ha già giocato con la maglia crociata in serie A e in Coppa Italia

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

polemica

"Marchio Parma in Giappone", affondo della Lega, Casa risponde

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

musica

Giulia, una stella del jazz pronta a brillare

La felinese è in finale al Concorso Bettinardi

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

18commenti

FIDENZA

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

Senzatetto

Viaggio fra gli «invisibili». Ed è polemica fra Comune e Diocesi

3commenti

Gazzareporter

Il Mondo di Flo

Omicidio

«Ho prestato la mia auto a Turco, era solo un favore»

La storia

In via Po circondati dal degrado

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Le sfide della città

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

Motori

La Germania chiede il richiamo di Fiat 500, Doblò e Jeep-Renegade

BOLOGNA

Stupra disabile nel bagno di un bar: la Lega Nord chiede la castrazione chimica

SOCIETA'

Parma

Giocampus Neve da tutto esaurito

ISTAT

Grandi città fuori dalla deflazione. Sopra i 150mila abitanti Parma tra le più care

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

ARBITRI

Fischietto, che passione. Un'epopea lunga un secolo

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video