-1°

Spettacoli

Un finale carico di ambiguità per suggellare uno spettacolo arduo e scabroso

Un finale carico di ambiguità per suggellare uno spettacolo arduo e scabroso
0

Un finale sospeso carico d’ansie, di ambiguità. Una sarebbe riuscita a raggiungere Ray? Avrebbe davvero affrontato la compagna dell’uomo? Ed è giusto sospettare che quella ragazzina, apparsa all’ultimo, così insistentemente affettuosa con Ray, possa essere in pericolo, che il passato possa ripetersi? Uno spettacolo arduo, con al centro un tema penoso, quasi insostenibile, il rapporto tra un uomo adulto con una ragazzina di dodici anni. In un confronto diretto, in uno spazio claustrofobico molto tempo dopo, i due protagonisti, Ray e Una, in qualche modo ormai ugualmente adulti - e diversamente fragili. E’ stato in prigione lui, e poi ha cambiato nome, ha trovato un lavoro, ha una sua vita. Dice di aver dimenticato - ma poi si scopre che non è vero. Lei ha avuto tante relazioni, ha continuato a vivere nella stessa casa, provocando i genitori, raccontando loro quello che faceva con gli uomini che incontrava. Il mondo intorno, i vicini, non le avrebbero comunque permesso d’immaginarsi un’altra persona... Si resta con il fiato sospeso nel seguire il dialogo serrato, angoscioso, di «Blackbird»di David Harrower, presentato a Teatro Due, una magnifica interpretazione di Massimo Popolizio, affiancato da un’eccellente Anna Della Rosa, in quella sorta di grigio magazzino sporco, cui si accede solo dall’alto, una scala in ferro: nel vedersi, nel riconoscersi, i due sembrano come presi da un vortice che li avvolge, li trascina, li attira, li lascia sbigottiti. Lui all’inizio domanda più volte perché, perché lei aveva voluto incontrarlo, la tiene a distanza, è spaventato, vorrebbe che lei se ne andasse. Ma tra loro pare esserci una sorta di calamita - e un bisogno violento, trascinante di parole. Si scoprirà che lei gli aveva scritto più e più volte, ma solo per indicazione terapeutica. A distanza di tanti anni, a volte ancora rileggeva quelle lettere, riconoscendosi in tanta rabbia. Anche lui le aveva scritto, era ancora in prigione, non gli avevano permesso di spedirla. Le domande si fanno incalzanti, i due più vicini. Ripercorrendo quanto accaduto. Ricordando quell’episodio centrale, determinante, definitivo. Lei credeva di essere stata abbandonata, lei che lo amava tanto. Lui invece era tornato, e l’aveva cercata a lungo... Sembra che si sciolga qualcosa in entrambi, un grumo di dolore che si dissolve e pure si rinnova in altra forma. Provocazione e affetto, impetuosità e rivalsa, difficile decifrare quella necessità di vicinanza, quel bisogno di baciarsi... Ma perché lui all’inizio aveva tanto insistito di non essere «uno di quelli», un pedofilo? E quali sono i suoi rapporti con quella ragazzina che era venuto a prenderlo? 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria