21°

31°

Spettacoli

La musica di Vasco in un balletto.

3

Confusa già sulla carta, l’operazione artistica di portare la musica di Vasco Rossi al Teatro alla Scala attraverso un balletto si è confermata con «L’altra metà del cielo» un compromesso non felice.
Per avvicinare un nuovo pubblico al balletto e all’opera forse non si dovrebbe cambiare la programmazione, ma le modalità di accesso ai nostri invidiati teatri, come per altro La Scala già fa con le prime del 7 dicembre offerte ai giovani per 10 euro a biglietto, serate under 30 e recite per le scuole a prezzi calmierati.
Le canzoni di Vasco Rossi, per l’occasione addomesticate dall’orchestrazione classica di Celso Valli, raccontano fieramente un certo mondo di provincia generazionale e maledetto, che nella trasposizione in balletto per un teatro internazionale qual è la Scala non è riuscito a trovare il respiro e l’alterità della dimensione artistica.
 Le donne, al centro dell’universo musicale del rocker emiliano, anche sulla scena sono portatrici di una visione della femminilità che può non piacere per il suo fondo vagamente retrivo.
Ostentatamente spregiudicate ma alla fine vittime di uomini rozzi e superficiali, Albachiara (Sabrina Brazzo), Susanna (Beatrice Carbone) e Silvia (Stefania Ballone) sono solo figurine: la prima, romantica e fragile, perde la ragione a causa di un amore; la seconda, disinibita e frivola, patisce il tradimento e l’abbandono; la terza, all’apparenza indipendente, resta sola con un bambino non voluto.
Strana anche la scelta della coreografa, caduta su Martha Clarke, signora della danza e del teatro americani d’avanguardia, che non riesce a interpretare e trasfigurare il mondo a lei sconosciuto e distante di Vasco Rossi.
Sarebbe interessante la sua idea di procedere per immagini teatrali invece che per quadri coreografici, se tali immagini, forse per mancanza di ispirazione, non risultassero statiche e ormai usurate, didascaliche e a tratti ingenue, all’occorrenza rianimate da posticci sprazzi di virtuosismo che non sembrano neppure di sua firma.
 Alla fine, le parole della strofa iniziale della canzone di chiusura, «Un senso» («Voglio trovare un senso a questa sera, anche se questa sera un senso non ce l’ha»), strappano sorrisi amari a molti spettatori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • keith

    11 Aprile @ 16.57

    Sono perfettamente d'accordo con il giornalista: ora Vasco Rossi rimane tra i compositori assoluti del Teatro alla Scala dal 1778 ad oggi (solamente 21...!), in compagnia di Puccini, Verdi, Rossini... I testi delle sue canzoni propongono un tipo di esibizione adatta alla televisione, ecco perchè la coreografa non è riuscita a rendere niente di teatrale nelle immagini proposte. Tutto questo non appartiene di certo al massimo Teatro italiano, ma neppure Vasco Rossi vi appartiene, è inutile che cerchi con i suoi soldi di conquistarlo approfittando della superficialità del momento storico. In un'intervista a sky tg24 definisce il Direttore del Corpo di Ballo "un Russo grosso che non capisce niente di niente"... il Sovrintendente Lissner "un Francese che capisce e apprezza l'idea" e il Direttore d'orchestra Baremboim "un Sudamericano che ha capito benissimo e ha accettato anche lui" (salvo poi trovarsi a Berlino durante la rappresentazione). "se ci fosse stato un Italiano non sarei qua di sicuro!" (testuali parole). Vasco Rossi è riuscito a creare sul massimo Teatro la barzelletta dei tre stranieri più l'Italiano. Come nella barzelletta, l'Italiano (Vasco) ha messo nel sacco gli stranieri!... o non saranno questi stranieri che stanno mettendo nel sacco il nostro Teatro?

    Rispondi

  • Fabrizio

    07 Aprile @ 18.05

    Non so chi sia l'autore di questo articolo, ma senza dubbio qui si ignora la "cultura", ed è triste dover leggere un articolo tale sulla gazzetta di PARMA! Meno male che in molti hanno colto l'essenza del "L'altra metà del cielo"!

    Rispondi

  • marco

    06 Aprile @ 15.47

    Mi sembra una grossa STR...ATA

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso (degrado) ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Ancora risse davanti alla stazione

Piazza Dalla Chiesa

Ancora risse davanti alla stazione

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

ballottaggio

Parma al voto per decidere il nuovo sindaco Video: le info

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

Meteo

Ferrara rovente: temperatura percepita 49°. Parma (da podio) non scherza, 41°

La città emiliana è la più calda d'Italia

corniglio

Signatico: si ribalta con la Jeep, grave un ottantenne

calcio

Il Parma si tuffa nel mercato: Faggiano punta Bianco e Piccolo. Cassano spera Video

arresto

Taccheggiatore picchia l'addetto alla sicurezza dell'Ovs per scappare

2commenti

FURTI

Ladri in azione in un'azienda di via Borsari: rubati 400kg di barre d'acciaio

fidenza

Catena di soccorsi e affetto salva un capriolo investito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

di Francesco Bandini

1commento

ITALIA/MONDO

Salerno

Investe una donna e la uccide: è un attore di "Don Matteo" e "1993"

Stati Uniti

Boss mafioso scarcerato per vecchiaia: ha 100 anni

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse