-2°

Spettacoli

SempreVerdi - Recensioni verdiane da tutto il mondo - Trovatore a Tolosa

SempreVerdi - Recensioni verdiane da tutto il mondo - Trovatore a Tolosa
0

TOULOUSE

Elena Formica


 

Passata è la tempesta (la strage alla scuola ebraica di Toulouse), ma non si deve dimenticare. Gli orrori, nella società della “comunicazione”, tardano a diventare storia: come se la cronaca, dopo averli monitorati istante per istante, li sotterrasse in un limbo dove sedimentare insieme ad altri “fattacci”. Un po’ come accade con le scorie radioattive, che si fa finta non esistano.

Ben più potente è il melodramma, che la storia la trasforma o la inventa, ma in qualche modo la fissa. Di un bambino gettato nel fuoco – evento terribile - parla Il Trovatore. E proprio al Théâtre du Capitole di Toulouse, di recente, è andato in scena un Trovatore con cast di lusso, sul podio Daniel Oren, regia di Gilbert Deflo. Un’altra tappa del nostro viaggio “verdiano” in giro per il mondo. Nel ruolo del titolo l’inossidabile Marco Berti, che invero un po’ arrugginito lo era a causa di un malanno di stagione (donde l’annuncio di indisposizione), ma conservava tanto di quel materiale da potersi permettere di scatenare applausi insistenti, anzi ostinati, ovviamente dopo la “Pira” e non solo. Di più non si può dire, poiché il tenore stava evidentemente in guardia, presidiando la recita con enorme attenzione; certo non un Manrico di stampo eroico, ma un Trovatore capace e coerente.

Carmen Giannattasio, che all’estero spopola, non stava benissimo e anche per lei, di rito, l’annuncio d’indisposizione. Ma che Leonora, comunque! Soprano di grande intensità interpretativa, a tratti persino di palese originalità d’approccio, voce intrigante, scura e flessibile a un tempo, emozionante. Perché in Italia la si ascolta così poco (o niente?). Mistero. Comunque sarà impegnata in un prossimo Trovatore al Metropolitan.

Scoppiava di salute, al contrario, il baritono Roberto Frontali, che non si è fatto precedere dalla dichiarazione di cagionevolezza e ha pienamente restituito del Conte di Luna il carattere aspro e focoso, ma sempre sulla linea di un’aristocratica fierezza, com’è nello stile dell’artista romano, che nel fraseggio ha un’arma imbattibile. Frontali – com’è noto - sarà Stankar nell’imminente Stiffelio al Teatro Regio di Parma.

“Chapeau” alla gloriosa Luciana D’Intino, un’Azucena di straordinaria forza drammatica, vocalmente (assai) discontinua, ma tutta dentro alla parola e al teatro di Verdi. Fervida ed elegante l’Orchestra del Capitole, un complesso che è stato bello ascoltare nel Verdi travolgente e fascinoso del Trovatore; sul podio Daniel Oren, appassionato e accorto come nei momenti migliori. Ottimo il Coro forgiato da Alfonso Caiani. Molto bene Nahuel Di Pierro nel ruolo di Ferrando.

Pollice verso, invece, per la regia di Deflo e i costumi di William Orlandi (meglio le scene). L’ipotesi d’un vuoto siderale, cioè di una scena che, dominata esclusivamente da sole e luna in alternanza, avrebbe dovuto ospitare personaggi quasi stilizzati, dai gesti netti e geometrici come nell’Opera dei Pupi, s’è infranta contro il muro della realtà. Già, perché gli interpreti non erano attori del teatro Kabuki, ma erano ciò che devono essere: cantanti, vivaddio! L’esito, quando non ha sfiorato la comicità, è stato d’un Trovatore quasi in forma di concerto.

Leggi anche - VIVE VERDI : il Maestro, nostro contemporaneo

Leggi gli altri  SEMPREVERDI


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017