Spettacoli

Battistoni: "Qui c'è il Verdi che verrà"

Battistoni: "Qui c'è il Verdi che verrà"
0

Lucia Brighenti
Qui è già Aida» suggerisce Andrea Battistoni all’Orchestra del Teatro Regio durante le  prove di «Stiffelio», per far capire come interpretare un certo passaggio. Scritta nel 1850, l’opera di Giuseppe Verdi che andrà in scena al Teatro Regio (la «prima» domani alle 20) è in effetti considerata lavoro di preparazione per le opere successive. Battistoni, che dirigerà un cast formato da Roberto Aronica (Stiffelio), Yu Guanqun (Lina) e Roberto Frontali (Stankar), spiega: «Stiffelio è il momento di passaggio dagli anni di galera ai drammi borghesi, in cui si sviluppa l’indagine sui personaggi e tutto quanto costituirà il grande lascito verdiano. Quest’opera precede di poco Rigoletto, anticipa le atmosfere di Traviata e Trovatore, per certi aspetti della scrittura vocale ricorda Otello o Aida, il duetto tra Lina e Stankar è un cartone preparatorio per quello tra Violetta e Germont. È in tutto un’opera di studio sull’introspezione dei personaggi». Così, nell’interpretazione di un’opera che è una prima esecuzione per quasi tutti gli interpreti, i riferimenti a titoli più noti fanno da traccia, perché, spiega Battistoni: «Verdi ha una lingua tutta sua che, pur cambiando da opera a opera, si mantiene sempre molto riconoscibile. In questo caso è mirabile come sia riuscito a non far cadere il ritmo: Verdi rende musicalmente il meccanismo vero dell’opera, cioè il confronto drammatico tra moralità opprimente della religione da un lato e gli istinti più umani dall’altro». Per dare spessore a questo meccanismo Battistoni ha trovato una buona intesa con il regista Guy Montavon, che nasce musicista (fagottista per l’esattezza): «La sua preparazione musicale aiuta molto - afferma il direttore - perché una regia è efficace se si muove assieme alla musica. Da questo punto di vista Montavon ha fatto un’attualizzazione della vicenda centrata sulla partitura, ha colto un’atmosfera musicale che anch’io ho riconosciuto subito e ha deciso di ambientare la vicenda in una comunità Amish, rendendo bene la chiusura opprimente della setta religiosa».
 Ormai conosciuto a Parma in quanto primo direttore ospite del Teatro Regio, Battistoni fa parlare di sé anche nel resto d’Italia: recentemente ha pubblicato il libro «Non è musica per vecchi», presentato nella trasmissione di RaiTre «Che tempo che fa», scritto, spiega, «con il desiderio sincero di comunicare ai miei coetanei la passione per una musica che non ha niente di elitario ma appartiene a tutti». Dal 23 marzo Battistoni è inoltre il più giovane direttore d’orchestra a essere salito sul podio del Teatro alla Scala, dove ha debuttato con «Le Nozze di Figaro»: «È andata molto bene - ammette - nonostante qualche contestazione da parte dei loggionisti: forse il loggione è formato da persone che amano troppo il passato e poco disposte ad ascoltare un giovane direttore». Il 26 aprile Battistoni sarà ancora al Teatro Regio per dirigere la Quarta e la Settima Sinfonia di Beethoven, mentre è ancora da stabilire la data per la Nona Sinfonia («Che assolutamente faremo» assicura). La prossima estate lo aspetta la «Turandot» all’Arena di Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma 1913: D'Aversa per la panchina, Sensibile-Faggioni ballottaggio ds

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

EMILIA ROMAGNA

Nuovi orari ferroviari sulle linee regionali dall’11 dicembre

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery