13°

24°

Spettacoli

Battistoni: "Qui c'è il Verdi che verrà"

Battistoni: "Qui c'è il Verdi che verrà"
Ricevi gratis le news
0

Lucia Brighenti
Qui è già Aida» suggerisce Andrea Battistoni all’Orchestra del Teatro Regio durante le  prove di «Stiffelio», per far capire come interpretare un certo passaggio. Scritta nel 1850, l’opera di Giuseppe Verdi che andrà in scena al Teatro Regio (la «prima» domani alle 20) è in effetti considerata lavoro di preparazione per le opere successive. Battistoni, che dirigerà un cast formato da Roberto Aronica (Stiffelio), Yu Guanqun (Lina) e Roberto Frontali (Stankar), spiega: «Stiffelio è il momento di passaggio dagli anni di galera ai drammi borghesi, in cui si sviluppa l’indagine sui personaggi e tutto quanto costituirà il grande lascito verdiano. Quest’opera precede di poco Rigoletto, anticipa le atmosfere di Traviata e Trovatore, per certi aspetti della scrittura vocale ricorda Otello o Aida, il duetto tra Lina e Stankar è un cartone preparatorio per quello tra Violetta e Germont. È in tutto un’opera di studio sull’introspezione dei personaggi». Così, nell’interpretazione di un’opera che è una prima esecuzione per quasi tutti gli interpreti, i riferimenti a titoli più noti fanno da traccia, perché, spiega Battistoni: «Verdi ha una lingua tutta sua che, pur cambiando da opera a opera, si mantiene sempre molto riconoscibile. In questo caso è mirabile come sia riuscito a non far cadere il ritmo: Verdi rende musicalmente il meccanismo vero dell’opera, cioè il confronto drammatico tra moralità opprimente della religione da un lato e gli istinti più umani dall’altro». Per dare spessore a questo meccanismo Battistoni ha trovato una buona intesa con il regista Guy Montavon, che nasce musicista (fagottista per l’esattezza): «La sua preparazione musicale aiuta molto - afferma il direttore - perché una regia è efficace se si muove assieme alla musica. Da questo punto di vista Montavon ha fatto un’attualizzazione della vicenda centrata sulla partitura, ha colto un’atmosfera musicale che anch’io ho riconosciuto subito e ha deciso di ambientare la vicenda in una comunità Amish, rendendo bene la chiusura opprimente della setta religiosa».
 Ormai conosciuto a Parma in quanto primo direttore ospite del Teatro Regio, Battistoni fa parlare di sé anche nel resto d’Italia: recentemente ha pubblicato il libro «Non è musica per vecchi», presentato nella trasmissione di RaiTre «Che tempo che fa», scritto, spiega, «con il desiderio sincero di comunicare ai miei coetanei la passione per una musica che non ha niente di elitario ma appartiene a tutti». Dal 23 marzo Battistoni è inoltre il più giovane direttore d’orchestra a essere salito sul podio del Teatro alla Scala, dove ha debuttato con «Le Nozze di Figaro»: «È andata molto bene - ammette - nonostante qualche contestazione da parte dei loggionisti: forse il loggione è formato da persone che amano troppo il passato e poco disposte ad ascoltare un giovane direttore». Il 26 aprile Battistoni sarà ancora al Teatro Regio per dirigere la Quarta e la Settima Sinfonia di Beethoven, mentre è ancora da stabilire la data per la Nona Sinfonia («Che assolutamente faremo» assicura). La prossima estate lo aspetta la «Turandot» all’Arena di Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

1commento

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

1commento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

La Massese resta piena di pericoli

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

1commento

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

27commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, allagate due cittadine

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery