15°

Spettacoli

"Hunger Games", se il reality diventa un gioco al massacro

"Hunger Games", se il reality diventa un gioco al massacro
0

Alessandra Magliaro

ROMA - Al top del box office americano da oltre un mese con incassi intorno ai 350 milioni di dollari, arriva martedì 1° maggio nelle sale italiane «Hunger games», distribuito dalla Warner Bros (stasera alle 20,30 anteprima a inviti al The Space del Barilla Center, cui parteciperanno anche 30 lettori della «Gazzetta»).
Il film, con protagonista la star in ascesa Jennifer Lawrence, è un durissimo thriller-fantasy tratto dall’omonimo primo romanzo della trilogia di Suzanne Collins (portata in Italia da Mondadori e il cui terzo capitolo sarà il libreria a metà maggio): in Inghilterra, dov'è uscito alcune settimane fa, le mamme britanniche hanno protestato per l'assenza di divieti poichè ritengono la pellicola troppo «brutale» per i giovani spettatori.
In «Hunger Games» (letteralmente «giochi della fame»), è infatti ipotizzato un orrido scenario futuro per la  società, drogata di reality show e abbagliata dalla ricchezza decadente delle icone dell’entertainment agghindate di lustrini. Una società messa in riga da un regime repressivo che dà alla classe ricca dei suoi sudditi (imparruccata come nel Settecento e plagiata come le folle alle parate militari nei paesi totalitari), il «panem et circenses» rappresentato, anzichè dai gladiatori al Colosseo, da un atroce reality show in cui i giovani protagonisti, i Tributi, sono agnelli sacrificali che devono sottostare allo slogan «uccidi o muori» in una cruenta sfida per la sopravvivenza in mezzo alla natura. E a tutti gli altri, i «periferici» dei 13 distretti in cui è composta la nazione Panem (l'ex Nordamerica), offre solo povertà  assoluta, terrore ed estrema fatica nella produzione delle ricchezze per gli altri. Mentre la tecnologia è un gigantesco occhio per controllare il mondo e fare dell’interattività un’opzione in più per ingannare tutti nel gigantesco videogame in cui si è ridotta la nostra vita.
L'eroina di turno è Katniss (Jennifer Lawrence), giovane, bella, generosa e soprattutto non rassegnata a queste regole, così come il ragazzo di cui s'innamorerà, Peeta, interpretato da Josh Hutcherson. Nel ricco cast spiccano anche Donald Sutherland, Stanley Tucci, Liam Hemsworth, Elizabeth Banks, Woody Harrelson e il chitarrista rock Lenny Kravitz. Il regista è Gary Ross, che malgrado il successo del film ha già fatto sapere di non essere disponibile per dirigere l'inevitabile sequel.
«Sono un po' spaventata da questo successo - ha confessato la Lawrence, che molti già indicano come l'erede di Kristen Stewart, la Bella della saga di «Twilight» - ora sono sotto i riflettori e mi rendo conto che cose che ho detto magari qualche anno fa su un qualunque tema possono tornare di interesse. Se devo dirla tutta ho l’incubo dei paparazzi che ti spiano, vogliono coglierti in qualunque momento privato. Il mio futuro lo vedo un po' più normale del mio presente. Mi piacerebbe diventare madre e avere una famiglia».
Anche nei due film precedenti che l'hanno lanciata («The Burning Plain» di Guillermo Arriaga e soprattutto «Un gelido inverno» di Debra Granik che le è valso una candidatura all'Oscar),  Jennifer Lawrence interpretava un’eroina tosta e coraggiosa: «Ma in realtà non lo sono affatto, è tutta recitazione», dice lei modestamente.
Ma se le si chiede qual è il suo personaggio storico preferito, non ha dubbio: «Giovanna d’Arco tutta la vita».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia