-2°

Spettacoli

Pertusi: "Nessuna idea per celebrare Verdi"

Pertusi: "Nessuna idea per celebrare Verdi"
1

 Enrico Gotti

«Bisogna partire dalle idee per celebrare Verdi». Ne è convinto il basso Michele Pertusi. Ieri il  cantante lirico era ospite dell’associazione Tyche e del dipartimento di Economia e non ha mancato di criticare la gestione del Teatro Regio di Parma.
«Per il bicentenario di Verdi, Parma deve presentare un’idea di spettacolo che non si veda da nessuna parte, con una spesa accettabile» - sostiene Pertusi. Che propone, nell’ordine: un concerto con gli strumenti antichi dell’epoca, l’esecuzione di composizioni che Verdi scrisse quando era organista nella chiesa di Busseto, mai presentate, un confronto fra i libretti d’opera e la poesia del tempo, una mostra dei grandi pittori dell’epoca del cigno di Busseto. In sintesi: portare la musica fuori dal teatro. 
«Nei festival Verdi precedenti si sono messe in programma opere che pochi mesi prima erano alla Scala. Un’operazione senza senso. A noi è mancato il dire: nel nostro piccolo facciamo un Verdi che non sentiamo da nessuna parte. Ci sono mille idee, ma per metterle in pratica bisogna cambiare gli uomini, che hanno dimostrato di non sapere gestire il Regio - continua il basso parmigiano -. Dal 2007 ad oggi le sovvenzioni dei soci pubblici e degli sponsor sono state pari a 59,8 milioni di euro. Hanno generato però un buco di debiti verso le banche di 6 milioni di euro, 3,2 milioni di euro ai fornitori e 2 milioni e mezzo di perdite pregresse. Io trovo sia una follia aver speso tanto, anche per spettacoli di buon livello, però senza una differenza decisiva con le gestioni precedenti. La gestione Rubiconi, nel 2005, lasciò un teatro con 40.000 euro di attivo». 
«L’altro paradosso è lo stipendio del sovrintendente - continua Pertusi - in Europa lo rapportano alle alzate di sipario; a Vienna si va dalle 280 alle 295 recite all’anno. Il sovrintendente di Vienna è meno pagato di quello di Parma e al Regio si alza il sipario 50 volte. Viene a costare cifre enormi, che non ti permettono di produrre opere. Ben venga l'idea di Ciclosi di tagliare. In più, nel Regio ci sono tre cariche strapagate che potrebbero essere svolte da una sola persona».
Ad invitarlo nell’aula Keynes di via Kennedy è stata l’associazione Tyche che riunisce laureati, amici e docenti dell’Università di Parma, presieduta da Giovanni Fracasso. «Ci vorrebbe un piano industriale serio anche nei teatri - osserva Pertusi -. Bisogna sapere quanti soldi ci sono, cercare sponsor, fare progetti che vanno da tre a cinque anni. Non si possono aspettare i finanziamenti statali di anno in anno, è una follia. Lo Stato però deve sostenere la cultura, perché vuol dire sostenere l’identità. In Italia Verdi è stato il collante linguistico». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gian paolo

    16 Maggio @ 19.14

    Michele dimostra tutto il suo amore per Parma e per il teatro con interventi incisivi,di semplice realizzazione se c\'è preparazione culturale e voglia di fare cose nuove( oggi molto carenti in quelle tre cariche alle quali si riferisce ). Bravo Michele , continua a incalzare coloro che dal teatro hanno solo pensato a fare soldi .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto