21°

Spettacoli

Pertusi: "Nessuna idea per celebrare Verdi"

Pertusi: "Nessuna idea per celebrare Verdi"
1

 Enrico Gotti

«Bisogna partire dalle idee per celebrare Verdi». Ne è convinto il basso Michele Pertusi. Ieri il  cantante lirico era ospite dell’associazione Tyche e del dipartimento di Economia e non ha mancato di criticare la gestione del Teatro Regio di Parma.
«Per il bicentenario di Verdi, Parma deve presentare un’idea di spettacolo che non si veda da nessuna parte, con una spesa accettabile» - sostiene Pertusi. Che propone, nell’ordine: un concerto con gli strumenti antichi dell’epoca, l’esecuzione di composizioni che Verdi scrisse quando era organista nella chiesa di Busseto, mai presentate, un confronto fra i libretti d’opera e la poesia del tempo, una mostra dei grandi pittori dell’epoca del cigno di Busseto. In sintesi: portare la musica fuori dal teatro. 
«Nei festival Verdi precedenti si sono messe in programma opere che pochi mesi prima erano alla Scala. Un’operazione senza senso. A noi è mancato il dire: nel nostro piccolo facciamo un Verdi che non sentiamo da nessuna parte. Ci sono mille idee, ma per metterle in pratica bisogna cambiare gli uomini, che hanno dimostrato di non sapere gestire il Regio - continua il basso parmigiano -. Dal 2007 ad oggi le sovvenzioni dei soci pubblici e degli sponsor sono state pari a 59,8 milioni di euro. Hanno generato però un buco di debiti verso le banche di 6 milioni di euro, 3,2 milioni di euro ai fornitori e 2 milioni e mezzo di perdite pregresse. Io trovo sia una follia aver speso tanto, anche per spettacoli di buon livello, però senza una differenza decisiva con le gestioni precedenti. La gestione Rubiconi, nel 2005, lasciò un teatro con 40.000 euro di attivo». 
«L’altro paradosso è lo stipendio del sovrintendente - continua Pertusi - in Europa lo rapportano alle alzate di sipario; a Vienna si va dalle 280 alle 295 recite all’anno. Il sovrintendente di Vienna è meno pagato di quello di Parma e al Regio si alza il sipario 50 volte. Viene a costare cifre enormi, che non ti permettono di produrre opere. Ben venga l'idea di Ciclosi di tagliare. In più, nel Regio ci sono tre cariche strapagate che potrebbero essere svolte da una sola persona».
Ad invitarlo nell’aula Keynes di via Kennedy è stata l’associazione Tyche che riunisce laureati, amici e docenti dell’Università di Parma, presieduta da Giovanni Fracasso. «Ci vorrebbe un piano industriale serio anche nei teatri - osserva Pertusi -. Bisogna sapere quanti soldi ci sono, cercare sponsor, fare progetti che vanno da tre a cinque anni. Non si possono aspettare i finanziamenti statali di anno in anno, è una follia. Lo Stato però deve sostenere la cultura, perché vuol dire sostenere l’identità. In Italia Verdi è stato il collante linguistico». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gian paolo

    16 Maggio @ 19.14

    Michele dimostra tutto il suo amore per Parma e per il teatro con interventi incisivi,di semplice realizzazione se c\'è preparazione culturale e voglia di fare cose nuove( oggi molto carenti in quelle tre cariche alle quali si riferisce ). Bravo Michele , continua a incalzare coloro che dal teatro hanno solo pensato a fare soldi .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

eventi

Mostra del fumetto: il Wopa come...Wonderland Gallery

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

3commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

3commenti

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Addio a Erin Moran, "Sottiletta" Joanie di Happy Days Videoricordo

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"