Spettacoli

Orchestra del Regio, continua il botta e risposta tra la Mantelli e Maghenzani

Orchestra del Regio, continua il botta e risposta tra la Mantelli e Maghenzani
14

Resta calda la questione Regio relativamente alle decisioni sulle due orchestre, la Toscanini e quella del Regio. Era intervenuta sulla vicenda Carla Mantelli, il segretario cittadino del Pd. Che con le sue parole ("Pizzarotti ha scoperchiato una pentola. Ma basta divisioni"- leggi) ha provocato la reazione di Enrico Maghenzani, amministratore dell'Orchestra del Regio: "Quante illazioni... E' questa la posizione del Pd. E ora arriva la replica della Mantelli: "I dubbi sulla gestione dell'Orchestra non li ho certo inventati io". Leggi qui sotto i due testi.

 

L'INTERVENTO DI MAGHENZANI

"Sono rimasto esterrefatto dall’intervento del segretario cittadino del PD, Carla Mantelli, che nel suo eloquio imperniato sulla valorizzazione del nostro Teatro, anziché esprimere la solidarietà alla nostra orchestra buttata fuori dal Festival Verdi, si lascia sfuggire alcune considerazioni sulla trasparenza – argomento che nulla a che vedere coi fatti in questione - non distinguendo le responsabilità della gestione del Teatro Regio da quelle della nostra società. In dodici anni di attività non abbiamo mai avuto il piacere di conoscerla. Se avesse avuto dei dubbi, dubbi veri, avrebbe potuto chiederci informazioni. Avrebbe così saputo, a proposito della trasparenza, che i compensi dei professori d’orchestra, dati ovviamente sensibili, sono certificati ogni anno dalla nostra società alla Fondazione Teatro Regio. I moduli statali specificano i compensi e i contributi, pagati nominalmente, cioè per ogni singolo musicista, per ogni singola opera, per ogni giorno di attività. La nostra certificazione non è mai stata oggetto di contestazione da parte di alcuna delle varie autorità preposte al controllo, tant’è che il Regio ha sempre percepito i contributi statali assegnati a consuntivo dell’attività.

Del resto lei non ci ha mai chiesto niente perché probabilmente i dubbi non li aveva. Per le illazioni, infatti, non serve alcuna documentazione. Tuttavia essendo lei segretaria di un partito, vorremmo far riflettere chi l’ha eletta, che non può ignorare il contenuto di uno dei Verbali che il suo gruppo politico ha richiesto. Si tratta del Verbale del C.d.A del Regio del 31 gennaio 2012. In esso la Convenzione della nostra società con la Fondazione Teatro Regio viene ratificata, prendendo atto dei cambiamenti societari nero su bianco, e rinnovata fino al 31 dicembre 2015 con la seguente motivazione:

“Valutate le prestazioni artistiche dell’orchestra e la qualità sempre crescente e riconosciuta del lavoro svolto dalla nostra compagine orchestrale in questi anni (sottolineo il significato di nostra, perché deliberante è il Teatro Regio) … il Consiglio all’unanimità delibera il rinnovo della convenzione con la Società “Orchestra del Teatro Regio di Parma s.r.l.”

Noi siamo sempre stati alla luce del sole, così come non siamo mai stati seduti dentro alcun CDA della Fondazione Teatro Regio. Siamo ormai abituati a subire una vera e propria persecuzione per la novità che abbiamo portato a questa città. Abbiamo dimostrato che la qualità dell’offerta musicale non è direttamente proporzionale al grado di privilegi di una stabilità a totale carico delle casse pubbliche. Le orchestre in Italia chiudono e, per poter lavorare, il nostro modello si è dimostrato efficace e precorritore dei tempi. Lei si schiera invece nel MERITO in piena sintonia con le scelte del Sindaco, nonostante la legittimità dei rapporti appena rinnovati.

Ma la sorpresa maggiore è il silenzio sul METODO con cui siamo stati buttati in strada. Ci saremmo aspettati che il segretario cittadino di un partito nato a difesa dei lavoratori, si sentisse offeso, per la tradizione che rappresenta, da un’estromissione nemmeno preannunciata!

Ma questa che esprime è poi veramente la posizione del PD?

Nonostante tutto non vogliamo pensarlo. Non l’abbiamo pensato durante Il lungo silenzio e le brevi telefonate a voce di bassa di chi timidamente ci esprimeva solidarietà… anche se, dopo queste dichiarazioni, il nostro connaturato ottimismo comincia a vacillare".

 

LA REPLICA DELLA MANTELLI

"Forse il signor Maghenzani ha letto un po' distrattamente il mio appello alla coesione sul ruolo del Teatro Regio. Appello che nasce da un' attenzione costante nei confronti del Teatro e di tutto il sistema culturale della città, da me vissuta in dieci anni di Consiglio Comunale nel quale ho ricoperto il ruolo di componente della Commissione Cultura e, negli ultimi anni, di Presidente della Commissione di Controllo su Enti e Società partecipate. Commissioni che più volte si sono occupata della Fondazione Teatro Regio. Non è obbligatorio che il sig. Maghenzani lo sappia ma mi fa piacere informarlo. Per il resto, i dubbi sulla gestione dell'Orchestra che ha preso il nome del Teatro non li ho certo inventati io (anche se ebbi modo di riportarli in una interrogazione presentata in Consiglio un anno e mezzo fa) e nemmeno mi sono schierata con le scelte dell'attuale Sindaco. Ribadisco. Bisogna fare un passo avanti rispetto ai problemi fin qui evidenziati da molti e decidere di collaborare per il rilancio del nostro Teatro di Tradizione come "traino" di tutto il sistema culturale di Parma. E' questo il punto. E per dirlo non ho fatto altro che basarmi sul programma presentato dal Partito Democratico alla ultime elezioni amministrative".
Carla Mantelli - segretaria cittadina PD

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enrico Maghenzani

    09 Agosto @ 17.08

    Senza entrare in alcuna polemica vorrei ribadire solo due cose: L'orchestra del Teatro Regio non e' stata pagata e l'attuale amministrazione non ha rispettato gli impegni dei commissari in tal senso, e pertanto ad oggi non ha ricevuto alcun compenso per la Stagione lirica e concertistica 2012 terminate ad aprile. Non vi e' alcun atto, corrispondenza o altro a riguardo dei supposti costi inferiori della FIlarmonica Toscanini, che non sono stati resi pubblici. Inoltre l'amministrazione del teatro non ha messo al corrente la nostra Orchestra eventualmente della necessita' di praticare sconti sui propri compensi convenzionali, sconti concessi in altre occasioni, se richiesti, con ribassi fino al 40 per cento. Lascio ai lettori la valutazione, soprattutto morale, dell'operato, soprattuto delle insinuazioni al limite della calunnia e della diffamazione utilizzate da chi cerca inutilmente di giustificare, senza altri argomenti, cio' che non e' giustificabile.

    Rispondi

  • stefano

    07 Agosto @ 00.26

    La Mantelli è riuscita a dire niente in 30 righe, il nulla assoluto.

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    06 Agosto @ 23.55

    Uno, al pomodoro, l'altro alle cipolle.............per tirar su l'agricoltura.

    Rispondi

  • Guido

    06 Agosto @ 18.18

    Abbiamo capito che i politici del PD si basano sul sentito dire. Perchè non verificare di persona chiedendo un incontro con gli interessati. Se la politica arriva a dar più credito a lettere anonime o a blog di decerebrati,siamo caduti in basso. Se l'orchestra fosse stata gestita da delinquenti,sarebbe stata sulla scena per 12 anni? Nel CDA c'è stato pure Bernazzoli. Volete dire che Bernazzoli si è reso complice di una gestione poco pulita? Ma che partito siete diventati? Fratelli coltelli? Dove state trascinando la(vostra?) storia?Dovreste smettere di andare a commemorare le barricate. Con gente come voi Balbo sarebbe sindaco. E non è detto che farebbe peggio di quello che abbiamo adesso.

    Rispondi

  • Guido

    06 Agosto @ 18.01

    Ciò che la Mantelli non dice è se il suo partito è d'accordo sul metodo di piantare a casa 50 lavoratori senza preavviso e senza motivazione. Questo significa collaborare? Questo è il PD,il partito che si vanta di rappresentare i lavoratori:E' lo stesso partito che vuole mantenere i posti a Pomigliano? Siete ipocriti e spero che come me la maggior parte di chi non ha il paraocchi vi stracci la tessera davanti al muso(non dico faccia perchè non ce l'avete).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Vendono iPhone: ma è una truffa

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Calcio

Brodino per il Parma

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti