18°

28°

Spettacoli

Blade Runner, quando il noir scoprì il futuro

Blade Runner, quando il noir scoprì il futuro
0

L'estate del 1982 fu per la fantascienza ciò che era stato per la cultura occidentale il 1968: il momento magico in cui tutto si rivela possibile. Forse non è un caso che il film che segnava lo spartiacque del genere fantastico, 2001: odissea nello spazio di Stanley Kubrick, fosse apparso proprio nel '68. Quindici anni dopo, mentre il festival di Cannes si concludeva con la favola bella di E.T., a settembre le luci della Mostra di Venezia si illuminarono con un diluvio di applausi per il primo film «americano» dell’inglese Ridley Scott. Nasceva il mito di Blade Runner e gli appassionati del genere trovavano l’artista capace di dipingere a tinte fosche quel futuro che Spielberg immaginava con la grazia del sogno.

Due modelli e due miti contrapposti: se il primo si impose subito diventando uno dei maggiori successi della storia del cinema, il secondo sopravvive alla sua incerta sorte commerciale (all’epoca riuscì a malapena a pareggiare le spese), diventando un classico. A legare i due film c'è lo stesso afflato spirituale, la voglia di utilizzare il meccanismo della favola come veicolo di riflessione sull'uomo contemporaneo. Ma i modelli e le radici di Blade Runner sono autonomi e portano in bella mostra la cultura europea del suo autore, lo stesso che aveva stupito il mondo con l’opera d’esordio, I duellanti, dal racconto di Joseph Conrad, e conquistato Hollywood nel 1979 con il terrificante horror futuribile Alien.
Nato nel '37, secondogenito di tre fratelli legatissimi tra loro (il maggiore scomparso tragicamente, Tony Scott impegnato a ricalcare i trionfi di Ridley), reso famoso dalle pubblicità per la tv, il regista di Blade Runner si appassiona alla storia per caso, in una pausa del frustrante tentativo di portare sullo schermo una leggenda maledetta della fantascienza come Dune. E' allora che gli capitano tra le mani il romanzo di Philip K. Dick Il cacciatore di androidi (uscito proprio nel 1968) e la sceneggiatura di Hampton Fancher. Il copione vaga da un paio d’anni sui tavoli dei più diversi produttori, ma è Michael Deeley a convincere Scott coinvolgendo nel progetto la Warner Bros e la potente Ladd Company. Nel 1980 si comincia a scrivere la nuova sceneggiatura e nel team entrano un finanziatore di Hong Kong e gli inglesi della Filmways. Con poco più di 20 milioni di dollari e l’assenso di P. K. Dick sulla nuova versione, il regista accetta anche un attore emergente come Harrison Ford per il ruolo del protagonista. La sceneggiatura originale era stata scritta per Robert Mitchum, i candidati erano stati tantissimi, con Dustin Hoffmann in cima alle preferenze, ma alla fine hanno la meglio i consigli di Spielberg.
A quell'epoca, mentre già era consumato da un male mortale che lo avrebbe stroncato due anni dopo alla vigilia della prima del film, Philip K. Dick è un appartato autore di culto. Oggi la letteratura Usa lo elegge tra i suoi massimi rappresentanti del secondo '900 e lo celebra come pioniere del cyberpunk, ma negli anni '70 era quasi sconosciuto, tanto che la sceneggiatura tratta dal suo «Do Androids Dream of Electric Sheep?» prese il titolo di «Blade Runner» con un’ardita fusione tematica da un romanzo di William Borroughs sui cacciatori di androidi. Scott e il suo sceneggiatore David Webb Peoples salvarono solo quel dettaglio dalla fonte secondaria e ripresero invece molte delle tematiche mistiche di Dick, fondendole con stereotipi del film noir, a cominciare dalla caratterizzazione del protagonista, il cinico e romantico Rick Deckard, cui il capitano Bryant ordina di ritornare in servizio per cacciare ed eliminare quattro replicanti sfuggiti ai controlli e pericolosamente il libertà in una Los Angeles piovosa e decadente nell’anno 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

PGN

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

Lealtrenotizie

Ragazzo a terra, è gravissimo

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

2commenti

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

Lutto

L'ultima lezione di Angela

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

1commento

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

16commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

3commenti

L'allerta

Il maltempo flagella il Centro Nord: allagamenti e trombe d'aria

L'Italia divisa in due. Sbalzo di 20 gradi tra la Valle d'Aosta e la Sicilia

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

4commenti

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

omicidio

Italiano ucciso a Londra: la coinquilina (arrestata ieri) accusata di omicidio

chiesa

Il cardinale Pell incriminato per pedofilia. "Rifiuto le accuse, torno in Australia a difendermi"

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat