-1°

Spettacoli

Jessica Pratt: "La lirica in Italia è come la pasta"

Jessica Pratt: "La lirica in Italia è come la pasta"
0

 Mara Pedrabissi 

Ha inaugurato il 2012 cantando al Concerto di Capodanno alla Fenice di Venezia. Da lì, avanti tutta in quello che sembra essere l'anno fortunato di Jessica Pratt, giovane soprano australiano, che si sta facendo notare per preparazione e talento. Quest'estate ha trionfato al Festival di Pesaro come Amira nel «Ciro in Babilonia». Ora è pronta a tornare a Parma, dove si esibì lo scorso anno all'Auditorium del Carmine. E' attesa a ottobre al Festival Verdi, per dar voce a Gilda nel «Rigoletto» (alternandosi all'ottima Desirée Rancatore); prima ancora, il 14 settembre, sarà protagonista di un récital benefico organizzato dal Cral Amici della Lirica Cariparma. Dalla casa sul Lago di Como, suo habitat  d'elezione («Sono nata sull'acqua, a Bristol in Inghilterra. In Australia ho vissuto in città d'acqua, Sidney e Brisbane. Arrivata in Italia, ho cercato l'acqua») annuncia che eseguirà gli autori del suo repertorio favorito, Rossini, Bellini, Donizetti, gli italiani della prima metà dell'800. Verdi? C'è il ruolo di Gilda dietro l'angolo, da debuttare «al chiuso» al Regio (lo ha eseguito già all'aperto, alle Terme di Caracalla) e in un punto in fondo al cuore Violetta, dalla «Traviata». Incline alla risata, che fa capolino tra le parole, come il sole nelle mattine di primavera, Pratt  racconta un mondo di «patria, parenti, amici» in maniera schietta e immediata. 
Molti critici la elogiano per la sua tecnica, come si prepara?
«Faccio esercizi ogni giorno, per darmi sicurezza in scena. Il mio corpo deve andare “in automatico” quando sono sul palcoscenico. Così io posso pensare solo al personaggio. Voglio provare prima tutto, esagerare per sapere esattamente dove sono i miei limiti». 
Per questo ha seguito anche lezioni di yoga agli esordi?
«Esattamente ho seguito la Tecnica Alexander, messa a punto da un artista australiano, per rieducare e controllare i muscoli. E' simile al Metodo Feldenkrais. E, pensi, se non avevo soldi per permettermi entrambi, il canto e l'Alexander, sceglievo il secondo».
Ripete spesso dei sacrifici a inizio carriera... 
«Sì, in famiglia siamo tre fratelli. Ho fatto anche la cameriera a 14 anni da Mc Donald's, in Australia. Poi mi sono licenziata quando hanno licenziato mio fratello. Avevano pienamente ragione loro e torto mio fratello. Però un fratello è sempre un fratello!»
Parlando di Australia, non si può non citare Johan Sutherland. Un modello?
«E' un modello, certo, come lo sono, per altri aspetti, la Devia, la Scotto o la Cuberli. Di Sutherland mi piaceva il modo di studiare, di lavorare. Però la voce era molto diversa della mia. Lei è un mito. Ascolto la sua scena della pazzia in “Hamlet”, perfetta. Anche la Callas era un mito ma non possiamo cantare tutti come la Callas, siamo persone diverse, con voci diverse, con corpi diversi, con vite diverse»
Papà è stato il primo a insegnarle a cantare e ancora adesso lo fa, collegandosi via Skype
«Sì, mi controlla. (Ride) Prima mi arrabbiavo,  adesso posso dire che la connessione è rotta e chiudere il computer...»
Come si trova nel nostro Paese, vista anche la situazione difficile dei teatri lirici, la diffusa lentezza dei pagamenti, non solo al nostro Regio?
«In Italia è sempre stato così, me lo diceva anche il mio primo maestro che aveva lavorato qui negli anni ''50-'60. Anche adesso, c'è sempre il pericolo che ti mandino via alla prova generale. In Italia sono sicura di cantare solo dopo la “prima”. Detto ciò, quella dei soldi a volte è una scusa per abbassare i cachet. Mi piace dire che in Italia  c'è l'esempio positivo della Fenice di Venezia che non solo non ha i conti in rosso ma fa  profitto. E' vero lì ci sono i turisti, ma i turisti ci possono essere anche a Napoli o a Roma o da altre parti. Hanno realizzato un milione di euro in un anno solo per fare visitare il teatro». 
E' un consiglio, lo scriveremo...
«In Italia gli stranieri vengono per due cose: mangiare pasta e pizza e vedere l'opera. Anche chi non è melomane». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria