-3°

Spettacoli

SempreVerdi - Recensioni verdiane da tutto il mondo La Traviata al Festival Puccini

SempreVerdi - Recensioni verdiane da tutto il mondo La Traviata al Festival Puccini
Ricevi gratis le news
0

 Elena Formica
La musica di Verdi: vince sempre, così si dice. Basta a se stessa. E’ teatro di per sé, è dramma, è vita. La “parola scenica” - lessico dell’anima che ha sillabe taglienti come bisturi per incidere la realtà e farle confessare tutto - la abita inquieta, infallibile. Proprio per questo il melodramma verdiano può fare a meno di tutto, ma non della verità.

Violetta, la luna e tu (che ascolti). Voci e luci, nulla di più. Solo questo, forse, sarebbe bastato per dare a Verdi quel che è di Verdi nella messa in scena di Traviata a Torre del Lago. Un evento. Per la prima volta Madamigella Valéry al Festival Puccini. Alla fine, applausi su applausi. Una proposta coraggiosa, un’idea che promette altre idee. Qualcosa di più di una novità.

Però l’allestimento, realizzato in coproduzione con il Teatro del Giglio di Lucca, il Verdi di Pisa e il Goldoni di Livorno, poco ha a che spartire con il nuovo, tranne l’aver fatto da cantiere ai giovani allievi del Maggio Fiorentino Formazione.

Non si capisce come dal disegno (pubblicato) di una scenografia economica, modesta, tradizionale con commoventi venature passatiste – ma concepibile e in vario modo registicamente fruibile - sia uscita una “mise en scène” grigio-marrone, triste, come incerottata e zitellesca. Quanto alla regia di Paolo Trevisi, calma piatta. Tutti schierati, sempre e comunque. Tutti vestiti di nero alle feste: un po’ funerale. Tutti impalati o quasi. Forse è un’altra storia, forse sono altre feste. Magari i ritrovi di mamme, babbi e figliole da sposare dell’avara borghesia provinciale. Non già i balli notturni dell’eccitato “demi-monde” parigino. E’ vero che Violetta è tisica e morirà, è vero che il preludio già lo dice, ma le serate parigine erano abbastanza sgualdrine: ‘sto nerume non ci sta. La verità – questo è il punto - è diversa. La verità è nella musica, nelle parole e negli accenti. Allora, via le scene! Via i pannelli, le finte tende. E largo al cielo di Massaciuccoli. Solo questo. Il cielo di Puccini sulla Traviata di Verdi.

Per fortuna c’era Silvia Dalla Benetta nel ruolo del titolo. Una Traviata tutta nella voce, una di quelle “Traviate” che senza inutili divismi – altamente depistanti – se la canta alla grande e non mente. Bella, solida, sicura. Brava. E anche affascinante, se solo liberata dalla superflua parruccona e accompagnata da una regia vitale.

Stefano Antonucci svetta come Germont. Un’interpretazione che, da sola, si spera serva da lezione ai giovani comprimari (e non solo) che ne hanno davvero bisogno. Acclamato Germont. Con questa classe, ragazzi del Maggio Formazione, va cantato Verdi.

Massimiliano Pisapia è un Alfredo che dà il meglio quando il canto si fa acceso e spinto. Nell’affrontare il ruolo, sembra avere più controllo sull’incontrollabile e trarne significativi effetti che non avere la pazienza, la cura, l’estro di infilarsi sinuoso tra le griglie del “passaggio”. Un Alfredo imbizzarrito, sregolato, da bulli e pupe. Ma di pupe, qui, non ce ne sono. Matematica la direzione di Fabrizio M. Carminati. La diresti “svizzera”. E’ certamente un bene. L’orologio musicale, così, funziona.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bafta, vincono Guadagnino, Gary Oldman e Frances McDormand

CINEMA

Bafta, vincono Guadagnino, Gary Oldman e Frances McDormand

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

confartigianato

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

PARMA 2020

«Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

serie b

Parma, confronto tra giocatori, staff e proprietà: al momento D'Aversa resta Video

6commenti

Ko a Empoli

Parma rosso di vergogna

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

serie B

Il Frosinone vince e (con l'Empoli) vola in fuga La classifica

1commento

anteprima gazzetta

Parma capitale della cultura 2020, parlano le eccellenze della nostra città

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

15commenti

domenica

Carnevale, ultimo atto. E poi favole, ciaspole e mercatini: l'agenda

INTERVISTA

Pizzarotti e Guerra: «Ora siamo un modello»

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

1commento

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Gli propone sesso ma gli ruba il finto Rolex: denunciata 25enne

domenica nera

Valanghe: tre morti e tre feriti in Svizzera, Alto Adige e in Alta Savoia

SPORT

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

TENNIS

Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa