23°

Spettacoli

Film recensioni - Bella addormentata

Film recensioni - Bella addormentata
1

Filiberto Molossi

La vita al tempo di Eluana: il caso Englaro? Ora per tutti è diventato il caso Bellocchio: e il dibattito che infiammò un intero Paese - ipnotizzato dal sorriso di una ragazza che non sorrideva più da 17 anni - si è trasferito al cinema. Dove la verità chiede spazio, ma di certo non fa meno male.
E' un film sulla libertà (e sul libero arbitrio), sulla crisi di coscienza e sul declino morale (individuale e collettivo), sul senso stesso dell'etica, quello che il regista de «I pugni in tasca» ha girato con passione non riconciliata: ed è, soprattutto, un film - critico, sofferto e disilluso -, su un'Italia bella addormentata, sul nostro presente confuso e maldestro, su un'epoca senza lampi dominata dalla violenza anti illuminista di imporre agli altri il proprio pensiero, la propria idea, le proprie ragioni. 
Un fermo immagine impietoso (eppure non privo, paradossalmente, di pietas) scandito come una litania dal respiro artificiale di un'intera nazione: una pellicola pubblica e insieme privata, non priva di speranza, in cui il reale entra prepotentemente nella fiction e la morte di Eluana diventa il mezzo e la scossa per pretendere - tra l'ipocrisia della religione, il culto dell'immagine e lo smarrimento della politica («i parlamentari sono degli infelici e dei disperati: la tv li fa sentire importanti anche se non contano un cazzo») - la riscoperta di una seppure faticosa umanità.  
Importante, forte, sentito, anche se a volte l'eccessiva teatralità disturba e alcuni personaggi si rivelano sopra le righe, «Bella addormentata» - storia corale di alcuni uomini e donne di varie età che, in un modo o nell'altro, sono coinvolti in prima persona da ciò che sta accadendo a Eluana - fotografa la lacerante eutanasia di un Paese in coma da anni, con scarse possibilità di risvegliarsi: apparentemente incapace di salvare se stesso, di scuotersi dal suo torpore, dal suo stato vegetativo, là dove «la sofferenza non nobilita l'uomo, ma lo umilia» e il fanatismo, di ogni segno e credo, agita i dogmi furiosi di chi crede  di avere il monopolio del dolore.
Interpretato da una lunga lista di volti noti (tra cui Toni Servillo, Maya Sansa e uno splendido Roberto Herlitzka), il film è l'emblema di un cinema del dubbio che tiene conto di tutte le parti in causa, interrogando non solo la morale cattolica ma quella di ognuno: affidato al personaggio del parlamentare uno splendido monologo condannato al silenzio, Bellocchio racconta la crudele assurdità di una vita ad ogni costo: tra il lungo addio di chi è già morto e l'inatteso di risveglio di chi invece può ancora decidere di vivere.
Giudizio: 3/5
 
SCHEDA
REGIA:  MARCO BELLOCCHIO
SCENEGGIATURA:  MARCO BELLOCCHIO, VERONICA RAIMO, STEFANO RULLI
FOTOGRAFIA: DANIELE CIPRÌ 
INTERPRETI:   TONI SERVILLO, ISABELLE HUPPERT, ALBA ROHRWACHER, MICHELE RIONDINO, MAYA SANSA, ROBERTO HERLITZKA, PIERGIORGIO BELLOCCHIO, GIANMARCO TOGNAZZI.
GENERE:  DRAMMATICO
Italia/Francia 2012, colore, 1 h e 55’
DOVE: ASTRA, THE SPACE CINECITY
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sara

    10 Settembre @ 11.13

    Complimenti a Filiberto Molossi per l'esaustiva, competente e dettagliata recensione di questo film!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Uccide la moglie malata e si taglia la gola

A Felegara

Uccide la moglie malata e si taglia la gola

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato nel suo studio

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

Ozzano

Vandali al cimitero: auto danneggiate

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

TERENZO

L'Asiletto, i bimbi a scuola dalla natura

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

3commenti

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

xxx

notizia 4

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

anteprima gazzetta

Omicidio-suicidio: Felegara sotto choc

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

convegno

Barilla, Chiesi e Dallara: la lezione in Università di tre "big"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Trump assume la figlia come dipendente federale

La testimonianza

Carminati: "Sono un fascista degli anni '70"

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon