Spettacoli

I "nuovi" Nomadi riuniscono ancora tre generazioni

I "nuovi" Nomadi riuniscono ancora tre generazioni
0

Silvio Tiseno

Sono almeno tre le generazioni che sabato sera si sono incontrate in piazzale Melli, a Langhirano, nell'ambito del Festival del Prosciutto, per accogliere i Nomadi, band che in quasi 50 anni di carriera (li festeggerà nel 2013)  ha cambiato diversi elementi ma non ha certo perso il fascino. Sul palco c'erano Cico Falzone, Beppe Carletti, Massimo Vecchi, Sergio Reggioli, Daniele Campani e al posto di Danilo Sacco, che ha lasciato la formazione dopo 19 anni per dedicarsi alla carriera solista, c'era la new entry Cristiano Turato, nuova voce della band.  Un concerto simile ad una grande jam session, durata oltre due ore, dove Falzone e Vecchi, oltre a far cantare le corde di chitarra e basso, hanno mostrato di avere eccelse doti canore. Successi di ieri e di oggi hanno infiammato l’arena langhiranese gremita di pubblico. «Ricordarti nella nebbia, sei un faro ormai lontano troppo tenue per un mondo fatto solo di rumori», così è iniziato il concerto, con il brano «Ricordarti» dedicato al grande Augusto Daolio, vera anima dei Nomadi di cui quest'anno ricorre il ventennale della scomparsa. Dopo essere stato presentato al pubblico, Cristiano Turato ha voluto ricordare i terremotati dell’Emilia, poi uno straordinario Sergio Reggioli, con il suo violino, ha intonato «Lo specchio ti riflette». Mentre per «Trovare Dio» Cico Falzone ha usato una double neck, regalando altra poesia ad un brano semplicemente fantastico. Successivamente Sergio Reggioli ha letteralmente stregato le migliaia di persone presenti con un assolo di violino, accompagnato dalle tastiere di Carletti, intenso e potente. La parte calda della serata è arrivata quando Cico Falzone ha esposto la bandiera del Tibet, simbolo di libertà, ed è stata intonata «Auschwitz». L’intera durata del brano è stata accompagnata da un grande coro fatto dalle voci di ragazzi, genitori e nonni, tutti insieme a cantare quel desiderio di pace tanto sognato da Augusto. E dopo «Ofelia» e «La collina», dove Turato ha provato ad essere la forza trainante del palcoscenico, una sfilata di grandi successi: «Gli aironi neri» e «La storia», cantate da un eccezionale Massimo Vecchi, poi «L'uomo di Monaco», «Ti lascio una parola», «Vent'anni», «Ma che film la vita» e «Dio è morto». Brani senza tempo, ancora in grado di accendere gli animi e scaldare i cuori. E  Turato, nuovo «nomade», ha rischiato quasi di passare in secondo piano: probabilmente gli servirà ancora un po' di tempo per diventare protagonista del palcoscenico proprio come lo sono stati i suoi predecessori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti