18°

Spettacoli

Film recensioni - Prometheus

Film recensioni - Prometheus
2

 Filiberto Molossi

«E tu, a cosa vuoi credere?».
Tra il divino e l'umano (troppo umano) di domande assolute che non conoscono tempo né risposta (da dove veniamo? Chi siamo?), il segreto di una creazione che nessuno dovrebbe mai violare: là, nel profondo più fondo dell'enigma di Dio, all'origine della vita. Dove è solo la morte, però, a dettare le regole. E la ricerca non può mai davvero dirsi finita, terminata, conclusa. Scomoda grandi – ed eterni – quesiti, muovendosi sulla linea sottilissima che separa la fede dal dubbio, la scienza dal mistero, il kolossal fanta-filosofico con cui il «gladiatore» Ridley Scott viaggia nell'ignoto che siamo sulle orme di «Alien» (che girò, dando vita a una saga con pochi eguali, 33 anni fa), consapevole che anche stavolta «il trucco è dimenticare che fa male». 
Atteso così a lungo (in Italia esce tre mesi e mezzo dopo che negli altri Paesi) da bruciare molto del possibile effetto sorpresa, «Prometheus» conserva però intatta la suggestione potente di un cinema che usa il genere (le sue infinite possibilità come i suoi limiti) per andare molto oltre ad esso, avventurandosi nei territori più intimi e pericolosi della «sci-fi» antropologica e antievoluzionista, là dove il sogno malato di vivere per sempre è l'ultimo inganno di un'umanità che pensando di innalzarsi verso le stelle precipita nel pozzo sordido dell' «ubris», scoperchiando nuovamente il vaso di Pandora. 
Cupo e ultra tecnologico, feroce nel suo genetico mutarsi in horror, il film, ambientato nel 2093, racconta di una spedizione terrestre alla volta di un pianeta lontanissimo: qui alcuni scienziati, accompagnati da un automa in tutto o quasi simile a noi, sono convinti di potere trovare le ultime tracce dei creatori del genere umano...
Padri e figli (in senso trascendente o «semplicemente» terreno), robot cinefili che aspirano alla libertà dell'imperfezione, archeo-esploratrici che non si separano mai dal proprio crocifisso: nella certezza che il prezzo da pagare per un'inestinguibile sete di conoscenza può (e deve) essere il sacrificio, l'autore di «Blade runner» mira in alto, costellando il suo viaggio di molteplici riferimenti letterari e cinematografici (molto più di una citazione o di un omaggio il legame con «Lawrence d'Arabia» e con la figura, complessa, di T.E. Lawrence) e immergendo il suo manipolo di moderni «argonauti» in una tensione palpabile (e «fisica») sin dalle prime inquadrature.
Perché se l'intreccio ricorda sin troppo quello di «Alien» (di cui «Prometheus» è il non dichiarato prequel) e l'approccio metafisico mira sotto sotto alla serialità (non a caso uno degli sceneggiatori, Damon Lindelof, viene dalla serie culto «Lost»), il film, nonostante a tratti non riesca a mascherare il sapore di già visto,  di brividi addosso ne mette parecchi,  comunicando un senso - strisciante e viscido - di disagio. Merito anche di una fotografia che privilegia i toni più freddi (gli azzurri gelidi, i neon, i bianchi che annullano, l'acciaio pesante e senza poesia) e di una scenografia in cui l'«architettura aliena» più che una «semplice» ambientazione (anelito monumentale di una civiltà che dorme un sonno solo apparentemente eterno) è un sentimento color piombo fuso: universo di spessore dove si muove a suo agio un cast eterogeneo di femminea forza (a fare davvero la partita sono Noomi Rapace e l'algida Charlize Theron) in cui però risalta lo splendido automa disegnato da Michael Fassbender, che, biondo platino come il migliore Peter O'Toole, coglie la commovente (e meschina) ambiguità del robot che sognava i sogni degli altri.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
 REGIA: RIDLEY SCOTT 
CON: MICHAEL FASSBENDER, CHARLIZE THERON, NOOMI RAPACE, PATRICK WILSON, IDRIS ELBA, SEAN HARRIS, GUY PEARCE, KATE DICKIE, RAFE SPALL, LOGAN MARSHALL-GREEN;  EMUN ELLIOTT 
GENERE: Fantascientifico, Usa 2012
DURATA: 124 minuti
DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER E CINECITY; ODEON SALSOMAGGIORE; CRISTALLO BORGOTARO
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianni

    22 Settembre @ 14.19

    Io l'ho trovato bello. E lo consiglio a tutti gli appassionati del genere. Ma lo sconsiglio a chi non ama i film di fantascienza.

    Rispondi

  • Marco Stuppini

    17 Settembre @ 09.04

    probabilmente a causa di una mia aspettativa troppo alta (sognavo il livello dell'originario Alien) ho trovato il film troppo frammentato, la storia è debole, i caratteri un po' scontati... Salvo la citazione di 2001 (Dave) e Fassbender. Dave...

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Il Parma torna alla vittoria: 4-1 a Gubbio. E' al secondo posto in classifica

LEGA PRO

Il Parma vince 4-1 a Gubbio e sale al secondo posto Foto

Gol di Calaiò e Nocciolini; autorete dei padroni di casa e infine gol di Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino

Gubbio-Parma

Il Parma ha capito gli errori commessi: il commento di Pacciani Video

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

6commenti

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

1commento

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

6commenti

Dai lettori

"Borgo delle Colonne e piazzale D'Acquisto: parcheggi selvaggi ma niente multe di notte" Foto

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

16commenti

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

1commento

Il commosso addio di Collecchio a Graziella

Collecchio

Ladri incappucciati messi in fuga dai residenti  

1commento

podisti

Tutti i protagonisti della Manarace di Fontevivo Foto

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017