12°

22°

Spettacoli

Brusa: "La lezione di Samaritani, capire la potenza della tradizione"

Brusa: "La lezione di Samaritani, capire la potenza della tradizione"
0

A Parma, [...] l’intima connessione con la vitale ispirazione verdiana vieta di considerare la tradizione in termini di perfida routine, al contrario la tradizione è intesa nel senso più nobile di fedeltà allo spirito del compositore, il quale fu sempre e comunque innovatore, portatore di proposte audaci e contestate, come fu quella di imperniare
la vicenda sulla figura del laido, difforme buffone».
Così scriveva Pier Luigi Samaritani nel libretto di Rigoletto, suo allestimento nato nel 1987 che oggi appartiene a quella tradizione di cui egli stesso parlava grazie alle sue scene pittoriche, ai suoi costumi curati
 al dettaglio. Sarà l’attrice e regista Elisabetta Brusa, assistente  di Samaritani quando ormai era malato, a riportare questo storico «Rigoletto» sul palcoscenico del Regio di Parma, opera inaugurale del Festival Verdi (la prima lunedì 1 ottobre, ore 20).  La storia del «Rigoletto» di Samaritani è presto raccontata: nel 1987 l’allestimento nasceva con un secondo atto molto diverso da quello
attuale, che richiedeva un cambio di scena di quaranta minuti, troppo lungo per le esigenze del pubblico.
Fu perciò deciso che, in caso di ripresa, le scene sarebbero state modificate. L’allestimento fu ripreso nel 1994, quando Samaritani era ormai gravemente malato ma, pur ricoverato in clinica, si preoccupò di ridisegnare il secondo atto: «La cosa bellissima è che disegnò un teatro. - dice Elisabetta Brusa -.
È bello pensare che la sua ultima volontà fosse legata al teatro, era come mettere un punto a tutta la sua vita.
Non ci siamo parlati, perché lui non aveva più voce, ma ha passato le consegne a me, scrivendo al Regio di Parma di affidarmi la regia dell’opera». Da allora la regista ha riportato a teatro numerose volte questo Rigoletto, ogni volta scoprendo qualche nuovo risvolto ma sempre con il rispetto assoluto per le volontà di Samaritani: «Mi ha insegnato il tempo infinito dedicato allo studio, il rigore, la cura per dettagli che magari non sono visibili dalla platea (come i bottoni, copiati dai quadri d’epoca) ma che contribuiscono a creare la potenza del messaggio. Niente è per caso, tutto ha senso nell’obiettivo di comunicare la poetica della lirica che non deve essere trasgressiva ma girare attorno al concetto del sublime e del bello. Tornare periodicamente a questo Rigoletto mi permette di capire la potenza della tradizione che è solida, è affettiva, crea un legame con la platea e ci riconnette con i maestri del passato. Spesso la tradizione viene intesa come una cosa vecchia ma è sbagliato: in oriente è considerata sacra». Questo non vieta la ricerca di nuove strade, ma il nuovo va cercato componendo nuove opere liriche e teatrali. Elisabetta Brusa stessa, come insegnante di «Elementi di regia teatrale» all’Università Ca’ Foscari di Venezia, sperimenta con i suoi studenti nuove strade per applicare le moderne tecnologie al teatro. Quanto al «Rigoletto» in scena con Leo Nucci (Rigoletto), Pietro Pretti (Duca), Jessica Pratt (Gilda), Michele Pertusi (Sparafucile), la Brusa rivela di scoprire sempre nuove sfumature: «Lavorando con Jessica Pratt è emersa una Gilda che diventa il contraltare di tutto il mondo nero di Rigoletto: con il suo amore e il suo sacrificio consente la catarsi di Rigoletto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

imprese

Polo Industriale Chiesi: sottoscritto l’accordo di programma per l’ampliamento

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

politica

Bilancio di fine mandato, Pizzarotti: "Attuato il 73% del programma" Video

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato per l'infanzia

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

1commento

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non volevo andare sotto la curva per decenza»

1commento

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

torino

Stamina, nuova inchiesta: fermato Vannoni. Stava per lasciare l'Italia

INCIDENTI

Scontro tra mezzi ferroviari: due operai morti sulla Bolzano-Brennero Foto

SOCIETA'

gran bretagna

10 anni dal caso Maddie. E ora Scotland Yard segue una nuova pista

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

1commento

SPORT

36^Giornata

Parma - Sudtirol 0-1: gli highlights del match Video

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport