Spettacoli

Teatro Due, presentato il nuovo calendario. Polemica sul Teatro Regio

Teatro Due, presentato il nuovo calendario. Polemica sul Teatro Regio
5

E' stata presentata questa mattina la stagione 2012-2013 del Teatro Due. Per la stagione 2012/2013, Fondazione Teatro Due produrrà 14 allestimenti (7 nuovi titoli e 7 riprese, per complessive 230 repliche in sede e fuori sede), ospiterà 12 compagnie e teatri italiani, concerti e creazioni di danza, oltre a incontri e conferenze che prevedono un’apertura del Teatro per circa 270 “alzate di sipario”, anche in contemporanea, nei quattro spazi di rappresentazione.

 Il programma completo

POLEMICHE SUL TEATRO REGIO. LE MOLI: "E' UN CADAVERE". LA FERRARIS: "NO, PUO' DARE ANCORA MOLTO A PARMA". Durante la conferenza stampa di presentazione si è parlato anche della situazione del Teatro Regio. E non è mancata la polemica. Dà fuoco alle polveri lo sfogo di un uomo di teatro come Walter Le Moli, che definisce il Regio «un cadavere»: «Diciamocelo, a Parma non c’è solo il Teatro Regio», sbotta il regista. L'assessore alla Cultura del Comune, Laura Ferraris, lo corregge: «E’ un ferito grave, ma che ancora molto può dare a questa città». Le Moli continua: " Ora sembra che ci sia un cadavere del quale si debba per forza parlare, però non c’è solo il Teatro Regio! Questa benedetta città ha iniziato già negli anni ‘70 processi diversi affiancando alla difesa della tradizione anche altri territori, ha fatto regola, ha aperto nuovi strumenti giuridici, ha permesso ai teatri di altre citta di iniziare quello che in Germania è da tutti riconosciuto come “interesse pubblico”. Il fallimento culturale italiano sta tutto dove c’è solo il settore pubblico, bisognerebbe reinventare un sistema, togliendo i consigli di amministrazione politici! Ci si domanda a cosa servano dato che in Germania ci sono 130 teatri stabili di prosa e altrettanti di opera e funzionano senza consigli di amministrazione. Ma come faranno!? Per come sono gestite le cose adesso in Italia il direttore artistico (o il sovrintendente) è deresponsabilizzato: ogni membro del consiglio di amministrazione tira l’acqua al suo mulino e cerca di modificare la rotta, questo comporta che di fronte a un fallimento, non si possano individuare i responsabili. Non si riesce mai a dare un giudizio di merito e di valore! Chi l’ha detto che le cose debbano restare così? Bisogna impegnarsi a trovare nuovi modelli, non perseverando in questa sorta di parodia del parlamento Le commissioni sono strumenti fatti per il paramento: trasferendo questo modello a sistemi altri, si umilia la politica e anche la responsabilità dei singoli". E se il sindaco Federico Pizzarotti ribadisce di aver aperto il Regio alla città («Mi sembra chiaro a tutti ormai che non possa più considerarsi una “torre d’avorio”»), Paola Donati - direttore artistico del Teatro Due - torna ad auspicare un cambio di mentalità:«Il Regio non può considerarsi una monade, ma parte del sistema teatro di questa città».

 

IL COMUNICATO DI PRESENTAZIONE DEL CALENDARIO 2012-2013 DEL TEATRO DUE.
L’attività di Fondazione Teatro Due è realizzata con il sostegno istituzionale di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma, Fondazione Monte di Parma, con la collaborazione della Provincia di Parma e il contributo di Conad Centro Nord.

Il Teatro come punto di riferimento per la comunità, come luogo di elaborazione di idee, spazio aperto in cui i contenuti vengono elaborati attraverso lo sguardo degli artisti e condivisi nel confronto con i cittadini: questo il cardine dell’attività di Fondazione Teatro Due che, per la Stagione 2012/2013, ribadisce la funzione primaria della scena nella formazione “civile” e delle identità individuali nella comunità. Il teatro come scuola di curiosità, come tempo dove circola il vento fresco dell’intelligenza e la memoria si riattiva attraverso le domande che gli artisti si pongono e sollecitano, sia interrogando i classici, che inventando le parole e le forme per i contenuti cogenti di oggi. Le urgenze della creazione in teatro si esprimono nella produzione e, in questo senso, Fondazione Teatro Due è punto di riferimento nel panorama nazionale e internazionale per l’attività di prosa, musica e danza. Fondazione Teatro Due è l’unico teatro stabile italiano ad avere un Ensemble permanente di attori e ad ospitare due formazioni artistiche in residenza: l’Orchestra Europa Galante diretta da Fabio Biondi e Balletto Civile diretto da Michela Lucenti.
Per la stagione 2012/2013, Fondazione Teatro Due produrrà 14 allestimenti (7 nuovi titoli e 7 riprese, per complessive 230 repliche in sede e fuori sede), ospiterà 12 compagnie e teatri italiani, concerti e creazioni di danza, oltre a incontri e conferenze che prevedono un’apertura del Teatro per circa 270 “alzate di sipario”, anche in contemporanea, nei quattro spazi di rappresentazione.

Tra le principali produzioni del 2013 segnaliamo la prima rappresentazione italiana di ENRON di Lucy Prebble, diretto da Leo Muscato, già regista dell’acclamato Tutto su mia madre, che nelle scorse stagioni ha conquistato il pubblico di tutta Italia. L’Ensemble di Teatro Due e gli attori-danzatori di Balletto Civile saranno i protagonisti della creazione italiana, dopo i successi di Londra e Broadway. Il crack finanziario del 2001 della multinazionale texana è raccontato dall’autrice londinese, ventitreenne al momento della stesura del testo e diventata famosa in seguito con la serie tv Diario segreto di una squillo per bene. La Prebble ha ricomposto il complesso puzzle dell'ascesa e del tracollo del colosso dell'energia texano, protagonista della più grande bancarotta della storia degli Stati Uniti. Diventato il volto e il simbolo dell’avidità capitalista, dell’euforia finanziaria, di un sistema dopato e corrotto, il caso Enron diventa uno spettacolo musicale che scava nella psicologia e nelle dinamiche della “corporate culture” offrendo una spietata indagine sullo stato di salute della dignità umana.

Portavoce dei valori che la società descritta dalla Prebble ha smarrito, Albert Camus, intellettuale scomodo, scrittore, giornalista, pensatore, drammaturgo e regista, fervente difensore della libertà, ha consacrato la sua intera opera all’onestà intellettuale e all’integrità morale. SOLITAIRE ET SOLIDAIRE è il titolo della dedica che Fondazione Teatro Due realizzerà nel mese di marzo in occasione dei 100 anni dalla nascita del grande scrittore francese: installazioni, incontri, esposizioni, letture e la messa in scena de LO STRANIERO, con la regia di Franco Però, nell’adattamento di Robert Azencott tradotto da Enzo Siciliano. Lo spettacolo, in prima nazionale, segue la vita di un uomo che “attraversa da straniero la strada che parte dalla morte della madre e arriva alla vigilia della sua: naturale la prima, provocata la seconda. Nel mezzo c’è un amore, vissuto come una sospesa passione, e l’assassinio di un uomo, che lui compie inconsciamente, un giorno, su una spiaggia deserta, accecato dal sole”, scrive Franco Però. Scritto tra il 1938 e il 1940, pubblicato nel 1942, Lo straniero è l’opera certamente più apprezzata di Camus, tradotta in quasi tutte le lingue, trasposta anche sullo schermo nel film di Luchino Visconti e giudicata un capolavoro. 

Kurt Weill e l’amara, sarcastica, cinica visione del mondo cantata da alcune delle sue celebri canzoni tratte dall’Opera da tre soldi di Bertolt Brecht, sono al centro di una creazione che ha come protagonisti i musicisti di Nextime Ensemble, diretti da Danilo Grassi, e l’eccentrica, graffiante voce di Nevruz: KURT WEILL SONGS.

Dell’intellettuale anticonformista dello scorso secolo George Bernard Shaw, Premio Nobel nel ’25, verrà realizzata la commedia COME LUI MENTÌ AL MARITO DI LEI, una gustosa prova di arguta vena ironica e di originale abilità drammaturgica, una divertente critica del mondo borghese e delle sue ipocrisie.

L’attività di produzione è resa possibile dall’intenso lavoro dell’Ensemble Attori Teatro Due, composto da Roberto Abbati, Alessandro Averone, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Gigio Dall’Aglio, Paola De Crescenzo, Luca Nucera, Tania Rocchetta, Massimiliano Sbarsi, Nanni Tormen, Marcello Vazzoler, e si incentra, secondo il modello delle grandi istituzioni europee, sulla ricchezza e l’articolazione del repertorio. La stagione 2012/2013, a testimonianza del successo di pubblico degli spettacoli realizzati, prevede la ripresa di 7 titoli, a Parma e nelle maggiori città italiane.
In concomitanza con la Giornata della Memoria, torna L’ISTRUTTORIA di Peter Weiss. Rappresentato tutti gli anni ininterrottamente dal 1984 a Parma, lo spettacolo è stato ospitato nei maggiori teatri italiani, a Milano (dove è tornato nel 2012 per la quinta volta), a Roma (in due occasioni), a Venezia, Napoli, Cremona, Pavia, Perugia, Pistoia, Torino, Genova, Trento, Ancona, Udine, Modena, Carpi, Prato, Reggio Emilia, Bergamo, oltre che al Festival de l’Union des Théâtres de l’Europe a Bucarest e all’Habimah National Theatre di Tel Aviv in Israele dove non era mai stato messo in scena. Da 29 anni gli stessi attori, caso unico in Europa, portano in scena una delle testimonianze più alte e forti che siano mai state scritte per il teatro. Ogni anno il rito del Teatro si compie accompagnando le diverse generazioni nell'Inferno di Auschwitz, in un viaggio-tragedia della Storia contemporanea in cui non può compiersi nessuna catarsi.

NON SI UCCIDONO COSÌ ANCHE I CAVALLI?, grande successo della scorsa stagione, tratto dal testo di Horace McCoy e reso celebre dalla trasposizione cinematografica di Sydney Pollack, sarà in scena a Udine, Reggio Emilia e al Teatro Argentina di Roma.
LE RANE di Aristofane, diretto e interpretato da Roberto Abbati, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Gigi Dall’Aglio, Luca Nucera, Tania Rocchetta e Marcello Vazzoler, sarà al Teatro Due a fine ottobre poi al Teatro Elfo Puccini di Milano e al Teatro Sociale di Como.
Saranno inoltre ripresi COSI’ FAN TUTTI - tutti i trucchi per fondare una banca & diventare ricchi & farsi stramaledire curato da Franco Però e Walter Le Moli, LA VISITA DELLA VECCHIA SIGNORA di Friedrich Dürrenmatt, diretta da Alessandro Averone in scena a Parma e a Lugano, NEMA PROBLEMA di Laura Forti, diretto da Pietro Bontempo con Giampiero Judica (a Parma, Napoli e Salerno) e LINE – LA FILA di Israel Horovitz, con la regia di Walter Le Moli.

Le ospitalità completano e arricchiscono le attività di Fondazione Teatro Due, allargando lo sguardo a un panorama nazionale e internazionale, raccogliendo le istanze artistiche e le esperienze sceniche più significative del momento.
In apertura Stagione e di Teatro Festival 2012, la straordinaria compagnia belga Peeping Tom, guidata da Gabriela Carrizo e Franck Chartier, metterà in scena 32 RUE VANDENBRANDEN, uno spettacolo che supera le distinzioni di genere, attraverso un lirismo del gesto e del corpo con il quale il gruppo si muove tra danza, circo e teatro.
Dalla coralità della creazione, alla centralità dell’interprete, unico portavoce dei significati profondi del testo e del proprio talento, Teatro Due accoglierà tre fra gli artisti più apprezzati della scena italiana, poliedrici e carismatici: Paolo Rossi con la sua nuovissima produzione L'AMORE É UN CANE BLU; Anna Bonaiuto, che sarà LA BELLE JOYEUSE, al secolo Cristina Trivulzio, Principessa di Belgioioso, figura femminile che attraversò da grande protagonista il Risorgimento italiano; Maria Paiato in ANNA CAPPELLI - uno studio, dramma contemporaneo di Annibale Ruccello, autore divenuto di culto ma prematuramente scomparso. Inoltre sul palco anche BLU, con Laura Caridi, monologo scritto da Laura Forti, una delle drammaturghe italiane contemporanee più amate all’estero, e diretto da Giampiero Judica.
Dall’esperienza dei grandi registi della scena italiana, quattro creazioni rivolgeranno uno sguardo nuovo al repertorio classico del teatro mondiale: la neo-nata Popular Shakespeare Kompany, guidata da Valerio Binasco, proporrà LA TEMPESTA di William Shakespeare, misterioso e affascinante dramma giocoso sulla fine della civiltà; padre della drammaturgia italiana contemporanea e acuto indagatore del rapporto tra verità e finzione, Pirandello sarà rappresentato da due “preziosità” poco conosciute: TROVARSI messo in scena da Enzo Vetrano e Stefano Randisi; LA TRAPPOLA, diretta e interpretata da Gabriele Lavia.
In occasione della commemorazione del duecentesimo anno dalla morte di Heinrich von Kleist, Cesare Lievi metterà in scena in uno spazio neoclassico sospeso e irreale la drammatica vicenda de IL PRINCIPE DI HOMBURG, in cui l’immaginazione si presenta come forza fondamentale per decidere la vita, il suo senso e il suo destino.

TEATRO FESTIVAL – REGGIO PARMA FESTIVAL 2012
(14/25 NOVEMBRE 2012)

Integrato da due anni al progetto produttivo di Fondazione Teatro Due, Teatro Festival costituisce il punto di partenza dell’attività, con creazioni che mettono al centro la scrittura scenica ed elaborazioni drammaturgiche che mettono in forte risalto il lavoro attorale.
Teatro Festival, con il Festival Aperto di Reggio Emilia e il Verdi Festival, è parte di REGGIO PARMA FESTIVAL, un network teatrale articolato in sezioni che, coinvolgendo contemporaneamente due città, unite non solo dalla vicinanza geografica, ma anche da una particolare sensibilità verso la cultura, promuove e coordina 3 manifestazioni culturali che si distinguono per l’alta qualità e il carattere innovativo delle proposte.
Da due anni Teatro Festival è anche parte di InContemporanea Parma Festival, un progetto ideato da Teatro Due, Teatro delle Briciole e Lenz Rifrazioni e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, con il sostegno della Provincia di Parma. Un programma coordinato di appuntamenti in cui s’intrecciano i cartelloni di Teatro Festival, Zona Franca e Natura Dèi Teatri.
 

LA FORMAZIONE

BLITZ TEATRALI - SCUOLE MEDIE SUPERIORI
In collaborazione con la Provincia di Parma e Conad Centro Nord prosegue per le Scuole Medie Superiori, dopo il grande successo delle precedenti edizioni, il percorso di formazione teatrale rivolto a studenti e insegnanti, articolato in un ciclo di incontri che si svolge a scuola in orario scolastico. Ideato come un viaggio nella storia del teatro, adottando la prospettiva delle sue figure più rappresentative, il percorso metterà la scena in relazione con le dinamiche sociali e civili delle diverse epoche, dall’antichità al contemporaneo, per creare spettatori consapevoli e attivare un dialogo continuativo con il mondo della scuola.
E’ naturalmente inoltre previsto un programma dedicato alle Scuole Medie Superiori con proposte differenziate per filoni tematici e modalità di fruizione, sia in matinée che in serale.

PROGETTO UNIVERSITA’ - A BRAVE NEW WORLD, Proposte per il nuovo millennio
Nasce a Teatro Due un laboratorio pensato per gli studenti universitari, articolato in incontri teorici e lezioni pratiche, finalizzati alla discussione dei temi proposti, all’elaborazione di un testo e alla sua realizzazione in forma scenica. In un momento storico in cui si assiste al paradosso dell’esaltazione della gioventù accompagnata dalla sua castrazione, si rende necessaria una riflessione sul ruolo e sulle possibilità di questa generazione, e si fa forte l’urgenza di dare corpo e voce alle sue idee. Il coinvolgimento in questo percorso di studenti di diverse discipline dell’Università di Parma permetterà un allargamento delle prospettive, attraverso il confronto su contenuti che saranno i partecipanti stessi a proporre e a mettere in gioco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • didi bozzini

    27 Settembre @ 11.39

    Ha ragione LeMoli quando si lamenta della gestione partitica dei teatri. Quello che si dimentica di dire è che proprio grazie a quel tipo di gestione lui prende lo stipendio da quarant'anni.

    Rispondi

  • Francesco

    27 Settembre @ 10.57

    ALLORA , PIZZAROTTI HA ESONERATO DAL FESTIVAL VERDI L' ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO ED HA INCARICATO LA "TOSCANINI" , MA DOVRA' PAGARLE TUTTE E DUE , perchè la "convenzione" con l' orchestra del Regio è tuttora vigente. Sembra inoltre che , la stessa orchestra del Regio vanti , un credito di circa 540000 Euro , che sono stati richiesti con una lettera alla quale il "trasparente" , finora , non ha neanche risposto. Forse aspetta di trovare i soldi togliendoli dall' assistenza agli anziani ed ai disabili...............

    Rispondi

  • francesca

    27 Settembre @ 10.54

    Le Moli sembra tirar acqua al suo mulino, ma in effetti il grosso problema del Regio ora anche del Paganini sono i middleman (e women) ovvero gente messa a far lì non si sa bene cosa con 10 000 euro di stipendio al mese che sostanzialmente si girano i pollici e stanno attaccati/e allo scranno dovendo poi chiamare per i lavori concreti vari giovani a progetto. Quindi abbiamo un carrozzone che costa troppo, ma nell'ordine di dieci volte troppo, e andrà sempre e solamente in perdita tentando inoltre di recuperare ed automantenersi sulla pelle di chi vuole noleggiarlo per eventi esterni, spesso più interessanti e soprattutto al passo con i tempi di quanto propongono autonomamente questi enti. Situazione tragica che ne dica oggi il Sindaco l'unica soluzione per il Regio sarebbe chiuderlo e farlo ripartire dopo un anno o due da zero secondo un'organizzazione meritocratica e non politica.

    Rispondi

  • paolo fabi res

    26 Settembre @ 23.23

    bravi bravi fate tante cose ma prendete anche tanti finanziamenti quindi rischio zero spesati dalla regione dalla provincia dal conad e anche dal Ministero (1.012.755,00 miseri euro) per un totale di tre milioni di euro Ma a chi la raccontate? Basta con il teatro sovvenzionato dallo stato cioè da noi. State sul mercato come tutti allora si che sareste degli eroi.

    Rispondi

  • massimiliano

    26 Settembre @ 22.02

    Cadavere??? Appellatio troppo aulico per una struttura finita purtroppo sotto le grinfie di questa giunta da baraccone. Se di cadavere si tratta, dal puzzo di fallimento che emana, grazie al sempre sorridente occupatore della casa comunale e dai suoi paggi,deve essere ormai spirato da tempo, può ncora dare molto???? Cara Aseessore Ferraris, se continuate così può giusto giusto dare del compost per l'orticello sinergico del Pizzarotti....

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma 1913: D'Aversa per la panchina, Sensibile-Faggioni ballottaggio ds

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

EMILIA ROMAGNA

Nuovi orari ferroviari sulle linee regionali dall’11 dicembre

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery