15°

Spettacoli

Festival Verdi: applausi per Rigoletto

Festival Verdi: applausi per Rigoletto
12

LA PRIMA

Un Rigoletto applauditissimo. La prima opera del Festival Verdi è accolta dal Regio in modo molto caloroso.

Applausi a scena aperta soprattutto per Leo Nucci e Jessica Pratt (baritono e soprano). Alla fine del secondo atto, Nucci-Rigoletto ha concesso il bis della Vendetta. Applausi anche al direttore Oren e all'allestimento.

 Oggi sulla Gazzetta di Parma due pagine con cronaca, foto e interviste

   La sera della prima: guarda la fotogallery

L'ATTESA 

 Mara Pedrabissi (Gazzetta di Parma 1-10)

«C'è più musica ne “La donna è mobile” che in tutta la Tetralogia di Richard Wagner», scriveva a proposito di Rigoletto Igor Stravinskij. 

Già, Rigoletto inaugura, stasera al Teatro Regio, l'edizione 2012 del Festival Verdi. Non un Rigoletto qualsiasi, ma un'edizione coi galloni sui costumi di scena: è lo storico spettacolo di Pier Luigi Samaritani, che il mondo ci chiede e c'invidia, qui ripreso da Elisabetta Brusa. Il baritonissimo Leo Nucci, dopo 500 recite in carriera, porta ricamati sulla pelle i panni del buffone di corte. Completano il cast gli eccellenti Piero Pretti, Jessica Pratt, Michele Pertusi. Daniel Oren, direttore di razza, sta sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini.
Tutto bene, allora? No. Ad essere sinceri non c'è da stare più allegri rispetto a un anno fa, quando s'attendeva l'inaugurazione del Festival 2011 sotto l'ingombrante vuoto del palco reale, assente per recentissime dimissioni il primo cittadino Pietro Vignali, dopo la tempesta giudiziaria scoppiata tra i suoi collaboratori. Il resto è storia: l'arrivo del commissario straordinario Ciclosi, il «buco» di bilancio di oltre 5 milioni di euro, il concorso - indetto ma non portato a termine - per sovrintendente  cui aveva partecipato anche Mauro Meli (il cui contratto è scaduto a fine giugno). E' sempre di giugno l'insediamento della nuova amministrazione comunale e il “fulmine a ciel sereno” - per le modalità con cui è avvenuta - della sostituzione dell'Orchestra del Teatro Regio con la Filarmonica Arturo Toscanini. Polemiche e guerre sulle cifre che hanno generato altre polemiche e guerre sulle cifre (ad esempio il numero di disdette dall'estero). Fino all'uscita dalla Fondazione del Regio di Camera di Commercio e Fondazione Monte (Provincia e Fondazione Cariparma già erano fuori) per mancanza di chiarezza e condivisione sul progetto.  
Questo il clima in cui debutta stasera il Festival. Un Festival senza “totem” e senza pubblicità: solo qualche cartellone sulla facciata del Regio. Stasera nel palco reale ci sarà  il sindaco «Cinque stelle» Federico Pizzarotti, forse in compagnia di Beppe Grillo se il leader genovese manterrà la promessa fatta in città una settimana fa. Non sarà con loro, ma probabilmente in un palco di prima fila, Carlo Fontana, da venerdì nominato ufficialmente - se n'era già fatto un gran parlare -  amministratore esecutivo della Fondazione Teatro Regio di Parma. Più milanese del panettone, ex sovrintendente della Scala, ex senatore del Pd,  Fontana dovrebbe - stando ai “si dice” - essere affiancato da Paolo Arcà che si è dimesso a luglio dal Maggio Musicale Fiorentino. Vedremo. Sempre stando ai "dicunt", Fontana sarebbe favorevolmente accolto dal "corpus" del Regio.  Fontana stasera avvalorerà un progetto Festival che non  ha pensato. Un Festival nato, tra mille difficoltà  (vero è che l'opera inaugurale avrebbe dovuto essere Otello), in un vuoto di potere, in seno alla macchina-teatro guidata dal polso di Tina Viani e con l'asse artistico Leo Nucci-Michele Pertusi. Il vero ruolo di Fontana sarà il programma per il 2013, che tutto il mondo saluterà come anno del bicentenario verdiano (e wagneriano, s'intende) e per il quale i principali teatri al mondo hanno già predisposto fior di cartelloni. Tessere alleanze sarà probabilmente la mossa più utile a Fontana, vista l'esiguità di tempo e risorse. Lì si giocherà il suo nome. Lì potrà smentire i  “maliziosi” che lo accusano di venire a Parma per prendersi la rivincita su Meli per via della vecchia ruggine scaligera.
Un compito per niente facile: un altro uomo di teatro, Walter Le Moli, giusto due giorni fa aveva detto che il Regio è ormai un cadavere. «Un malato grave» aveva puntualizzato l'assessore Ferraris. Lo vedremo il 10 ottobre (giorno del compleanno del Maestro) quando si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della nuova governance. Intanto stasera si alza il sipario. 
 
----------------------------------------------------------------------------
Tv Parma, stasera dalle 20. Diretta della prima di Rigoletto
Torna la grande lirica a Parma e com'è tradizione, grazie alla disponibilità della Fondazione Teatro Regio, Tv Parma trasmetterà in diretta le due opere e il recital verdiano, eventi principali del cartellone del Festival Verdi 2012. Stasera alle 20, appuntamento con la diretta integrale di «Rigoletto»; un primo collegamento con il foyer del Regio avverrà già durante il Tg delle 19,30. Saranno Francesca Strozzi e Mauro Biondini a raccontare l'atmosfera della prima e realizzare interviste durante gli intervalli.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • carlo rondani

    04 Ottobre @ 15.55

    Ho seguito su TV Parma tutta la serata della prima del Rigoletto e ho notato una cosa molto strana. Il foyer era stranamente poco frequentato durante gli intervalli e i 2 giornalisti che curavano la diretta, (Biondini e Strozzi) facevano una fatica boia a trovare qualcuno che si facesse intervistare. Come mai tutte quelle cariatidi che ronzavano continuamente intorno all'operatore non si sono fatte vedere ? Perche' forse avrebbero dovuto ammettere a denti stretti che la prima stava riuscendo magnificamente alla faccia del sig. Meli che per fortuna non c'e' piu' ? I vari Bernazzoli, Zanlari, ecc.ecc. probabilmente assenti, spero, o rintanati in qualche palco ?? Mi piacerebbe sapere come sono andate le cose.

    Rispondi

  • Tiziano

    02 Ottobre @ 17.27

    Le questioni politiche non mi interessano. Se qualcuno è stanco di Rigoletto al Regio, puo' sempre andare al Campovolo a Reggio!!! Io non mi stanco mai, e tutte le volte che ci sono artisti come quelli di ieri sera, mi sento (quasi) in paradiso! Nucci è l'icona vivente di Rigoletto, la Pratt una degna allieva della Sutherland. Migliorare? Se possibile sempre, certo, ma non cerchiamo la "luna nel pozzo" solo perchè siamo al Regio! P.S. Peccato che "il quartetto" non sia terminato come usava la Sutherland. Il resto è gloria.

    Rispondi

  • oberto

    02 Ottobre @ 17.11

    ottima serata, e un grande grazie a Nucci e Pertusi.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    02 Ottobre @ 15.43

    E' fantastico vedere la malafede di lettori come Edoardo (dico malafede perchè l'alternativa è che lei non sappia leggere....). Infatti, 1) gli applausi al Regio sono stati da ieri sera la prima notizia, e lì sono rimasti fino a questa mattina, quando come sempre sopraggiungono le notizie nuove. 2) Il trionfo di Rigoletto-Nucci apre anche la prima pagina della Gazzetta di Parma di carta, che vi dedica due pagine 3) Ritenti: sarà più fortunato.....

    Rispondi

  • vè

    02 Ottobre @ 15.10

    che inutili snobberie, la solita passerella fatta per mostrare quello che non si è e non si ha.....per poi magari parlare di "cvisi" il giorno dopo....che disgusto

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia