10°

20°

Spettacoli

Brian Auger e i gioielli di famiglia: il «re» delle tastiere nel regno di Verdi

Brian Auger e i gioielli di famiglia: il «re» delle tastiere nel regno di Verdi
0

 Giacomo Marzi

Giovani e meno giovani (fra cui qualcuno che aveva già assistito al suo concerto all'Astrolabio nel lontano 1975) e anche tanti musicisti, con il «gotha» del tastierismo parmense rappresentato da Vito Castelmezzano, «Satomi» Bertorelli e «Pampa» Pavesi. 
 
Un pubblico così, eterogeneo e competente, si muove solo se ne vale la pena: e Brian Auger, organista elettrico dalla carriera che attraversa cinque decenni, merita ancora tanta attenzione a dispetto dei suoi 70 anni suonati. Nella swingin' London degli anni sessanta il tastierista nativo della City (lui scherzando ha detto di essere nato a «Londonium» ai tempi di Giulio Cesare), leader dei Trinity e degli Oblivion Express, suonava già con personaggi come John Mayall, Jeff Beck, John McLaughlin - in un trio che si potrebbe definire «proto-Mahavishnu» con Rick Laird - e ha collaborato più o meno con tutti i «grandi» del rock e del jazz.
Camicia hawaiiana, pantaloni della tuta e scarpe da ginnastica,  Auger ha infiammato domenica sera il Teatro Verdi di Busseto, andato sold out per la seconda serata della sesta edizione del Barezzi Live Festival, con il suo gruppo «a gestione familiare» comprendente i suoi figli: alla voce la splendida Savannah Grace, cantante d’impostazione jazzistica (buona la sua interpretazione del bellissimo standard «Cry Me a River») e alla batteria il prestante Karma, dal drumming molto rock. Completava  la line-up, al basso elettrico, l’ormai affermato Les King. 
Con questa formazione il grande organista attacca citando la Marcia Trionfale dell’«Aida» raccogliendo risate e  primi applausi, per poi impostare la parte iniziale del set prevalentemente sulla produzione più accattivante. Auger - mani come due espressi e grande mimica facciale -  lascia che sia la musica a parlare, ma ogni tanto si alza in piedi per raccontare qualcosa di sè: sfoggiando un italiano fluente (la sua seconda moglie è italiana e anche i suoi due figli parlano un’ottima lingua di Dante), ringrazia il pubblico calorosissimo, e mostra una sincera gioia nel suonare in un teatro così bello: «Ora vivo in America, e là non ci sono posti del genere».
Finisce la prima parte e un’atmosfera da jazz club avvolge l’austerità di un teatro che poche volte ha ospitato il jazz ed il rock. La novità del Barezzi Live 2012 è infatti questa: fra i due «tempi» del concerto è possibile per il pubblico gustare un buon buffet, incontrare i musicisti, fare con loro foto-ricordo, e ascoltare il dj Robert Passera, nello stile del miglior jazz bar. Auger, nell'intrattenersi con i fans (nel frattempo ha cambiato camicia) ha venduto personalmente i suoi cd autografati, prima di ritornare sul palco e onorare la tradizione fondamentale del Barezzi Live Festival: reinterpretare un pezzo classico. Niente di più facile per l’organista: il suo repertorio infatti annovera da tempo la «Pavane» di Gabriel Faurè. Ma nel concerto non sono mancati altri grandi classici tra cui le sue cover - ai bei tempi cantate da Julie Driscoll - di «Season of the Witch» (Donovan), «Light My Fire» (Doors), «This wheel's on fire» (Dylan), oltre a una «caravanesca» versione della coltraneiana «A Love Supreme». Tradizione e innovazione: la firma del Barezzi Live Festival. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Bocconi killer, un nuovo caso

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera. Bilancio comunale: avanzo di 54 milioni

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Parma

Coppini, sì del Consiglio all'iter per l'ampliamento della sede di strada Vallazza

La minoranza si divide fra astenuti e favorevoli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

Primarie Pd

Renzi, Emiliano e Orlando: divisi su tutto nel dibattito tv

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport