12°

Spettacoli

Brian Auger e i gioielli di famiglia: il «re» delle tastiere nel regno di Verdi

Brian Auger e i gioielli di famiglia: il «re» delle tastiere nel regno di Verdi
0

 Giacomo Marzi

Giovani e meno giovani (fra cui qualcuno che aveva già assistito al suo concerto all'Astrolabio nel lontano 1975) e anche tanti musicisti, con il «gotha» del tastierismo parmense rappresentato da Vito Castelmezzano, «Satomi» Bertorelli e «Pampa» Pavesi. 
 
Un pubblico così, eterogeneo e competente, si muove solo se ne vale la pena: e Brian Auger, organista elettrico dalla carriera che attraversa cinque decenni, merita ancora tanta attenzione a dispetto dei suoi 70 anni suonati. Nella swingin' London degli anni sessanta il tastierista nativo della City (lui scherzando ha detto di essere nato a «Londonium» ai tempi di Giulio Cesare), leader dei Trinity e degli Oblivion Express, suonava già con personaggi come John Mayall, Jeff Beck, John McLaughlin - in un trio che si potrebbe definire «proto-Mahavishnu» con Rick Laird - e ha collaborato più o meno con tutti i «grandi» del rock e del jazz.
Camicia hawaiiana, pantaloni della tuta e scarpe da ginnastica,  Auger ha infiammato domenica sera il Teatro Verdi di Busseto, andato sold out per la seconda serata della sesta edizione del Barezzi Live Festival, con il suo gruppo «a gestione familiare» comprendente i suoi figli: alla voce la splendida Savannah Grace, cantante d’impostazione jazzistica (buona la sua interpretazione del bellissimo standard «Cry Me a River») e alla batteria il prestante Karma, dal drumming molto rock. Completava  la line-up, al basso elettrico, l’ormai affermato Les King. 
Con questa formazione il grande organista attacca citando la Marcia Trionfale dell’«Aida» raccogliendo risate e  primi applausi, per poi impostare la parte iniziale del set prevalentemente sulla produzione più accattivante. Auger - mani come due espressi e grande mimica facciale -  lascia che sia la musica a parlare, ma ogni tanto si alza in piedi per raccontare qualcosa di sè: sfoggiando un italiano fluente (la sua seconda moglie è italiana e anche i suoi due figli parlano un’ottima lingua di Dante), ringrazia il pubblico calorosissimo, e mostra una sincera gioia nel suonare in un teatro così bello: «Ora vivo in America, e là non ci sono posti del genere».
Finisce la prima parte e un’atmosfera da jazz club avvolge l’austerità di un teatro che poche volte ha ospitato il jazz ed il rock. La novità del Barezzi Live 2012 è infatti questa: fra i due «tempi» del concerto è possibile per il pubblico gustare un buon buffet, incontrare i musicisti, fare con loro foto-ricordo, e ascoltare il dj Robert Passera, nello stile del miglior jazz bar. Auger, nell'intrattenersi con i fans (nel frattempo ha cambiato camicia) ha venduto personalmente i suoi cd autografati, prima di ritornare sul palco e onorare la tradizione fondamentale del Barezzi Live Festival: reinterpretare un pezzo classico. Niente di più facile per l’organista: il suo repertorio infatti annovera da tempo la «Pavane» di Gabriel Faurè. Ma nel concerto non sono mancati altri grandi classici tra cui le sue cover - ai bei tempi cantate da Julie Driscoll - di «Season of the Witch» (Donovan), «Light My Fire» (Doors), «This wheel's on fire» (Dylan), oltre a una «caravanesca» versione della coltraneiana «A Love Supreme». Tradizione e innovazione: la firma del Barezzi Live Festival. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

gossip

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

Angelina Jolie finalmente sorride, in Cambogia

cinema

Angelina Jolie finalmente sorride. In Cambogia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Telefonini a scuola: divieti e sanzioni

I presidi

Telefonini a scuola: divieti e sanzioni

3commenti

Traversetolo

Scuola, in bagno solo all'intervallo

2commenti

parma-samb

Gol di Baraye e Calaiò. Parma-Sambenedettese 2-2

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

3commenti

Polizia Municipale

Bocconi sospetti anche al parco di via Micheli

la domenica

Sapore di Carnevale, ciaspole e... Schifitombola: l'agenda

Soragna

Senza patente da sempre, maxi-multa

5commenti

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

1commento

SCUOLA

Troppe richieste per il Marconi: si andrà al sorteggio

Collecchio

«Ozzano è senza medici, ne vogliamo almeno uno»

sert

"I minorenni? Usano la droga per calmarsi"

Parla la dirigente del Sert: "Oggi arrivano persone dalla vita apparentemente normale"

2commenti

il moro

Tir distrutto dalle fiamme nel cortile di una ditta. Danni al "vicino"

FiDENZA

Studente 15enne del Solari in gita, all'ospedale per intossicazione alcolica

13commenti

terremoto

Piccola scossa con epicentro tra Calestano e Terenzo

lega pro

Pordenone ko, il Venezia vola. Parma obbligato a vincere

2commenti

Montecchio

In cassa non trova niente: e il rapinatore se ne va imprecando

Ricerche anche nel Parmense

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

Modena

Le unioni civili valgono anche al cimitero

TECNOLOGIA

Bill Gates: "I robot paghino le tasse"

3commenti

WEEKEND

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

VELLUTO ROSSO

Teatro: orsi, Leonardo e Caino. Tutti insieme appassionatamente

SPORT

dal tardini

Aggressione ai tifosi crociati, lo striscione che risponde ai veneziani Video

Bayern

Dito medio di Ancelotti ai tifosi dell'Hertha: "Mi hanno sputato"

MOTORI

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv

ANTEPRIMA

Nuova Honda Civic, la nostra pagella