-7°

Spettacoli

Teatro Regio, "Brindisi" per Verdi

Teatro Regio, "Brindisi" per Verdi
0

Elena Formica
«Countdown» da brivido. E’ già passato il 199° compleanno di Verdi: ieri, al Teatro Regio, il “gala” per festeggiarlo nel dì natale del 10 ottobre. Fra soli 80 giorni scatterà il fatidico 2013, quel bicentenario della nascita del Maestro che è affare globale, non solo parmigiano. Altrove - si sa - sono già pronti. Da noi, a Parma, no.
Ma festa è stata, ieri, di buone speranze. Pubblico acceso, il Regio che non demorde: il teatro della gente, per la gente. Protagonisti - acclamati quando non osannati - Inva Mula, Piero Pretti, Leo Nucci, Michele Pertusi. Con loro Alisa Zinovjeva (soprano), Seung Hwa Pack (tenore), Jong Hwang Tae (basso). Bella, bellissima l’orchestra. La Verdi che suona Verdi, da Milano con amore. Sul podio Ivan Repusic, bacchetta croata di casa alla Deutsche Oper di Berlino. Ottimo il coro del Regio forgiato da Martino Faggiani.
Mancano solo 80 giorni, il 2013 incalza. Però v’è chi, in 80 giorni, ha portato a termine un romanzesco giro del mondo su treni non ad alta velocità, sicché è lecito scommettere oggi sul tandem Fontana-Arcà, rispettivamente neo amministratore esecutivo e neo direttore artistico della Fondazione Teatro Regio, per veder realizzata in tempi fulminei (così dev’essere, non si scappa) una programmazione verdiana che faccia del bicentenario celebrato qui - ossia fra Parma, Busseto e le terre dell’opera più sanguigna - un atto di vera, di rigenerata dignità culturale. E’ stato detto chiaramente, nella conferenza di ieri mattina al Regio, che la situazione economica e finanziaria del teatro è difficile. Ma un certo Albert Einstein, che tra l’altro amava la musica, sosteneva che il primo passo per risolvere i problemi è sganciarsi dalla mentalità che li ha generati. Insomma i soldi servono, eccome, ma non è tutto oro quello che luccica. Rompere con talune metodiche (e retoriche) di un passato non solo recente potrà essere l’asso nella manica dei nuovi vertici del Regio. Meno parole, più fatti. In Verdi, finalmente, veritas?
E adesso vai con la festa! La Sinfonia da Nabucco, per dare il “la” alle emozioni. E poi Michele Pertusi con Les vêpres siciliennes (aria e cavatina di Procida). Pertusi, Verdi, l’ottimo francese del basso parmigiano. C’è un modo di cantare Verdi che è “verdiano” per l’attinenza, il gusto, la ricercatezza (da ricerca) del dare senso e bellezza ai concetti, musicali e non. Questo è il Verdi “di” Pertusi. Lo stesso udito nel coro, aria e cabaletta di Pagano dai “Lombardi”.
Il fascino, la grazia di Inva Mula. Prima con “Merci, jeunes amies” da Les vêpres siciliennes, quindi “Addio del passato” da Traviata. L’artista albanese fu una splendida Marguerite nel Faust (con Aronica e Pertusi) andato in scena al Regio nel 2006. In forma smagliante Piero Pretti: “Quando le sere al placido” da Luisa Miller, poi aria e cabaletta di Manrico dal Trovatore, con acuto intrepido. Sempre intenso, sempre “lui”, sempre grande Leo Nucci: di Simon Boccanegra tutto il cuore, l’ardore, l’amore nella scena, duetto e finale atto III.  Alla fine, applausi scanditi, incessanti. Ovazioni. Bis richiesto a gran voce: per due volte il “Brindisi” da Traviata.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

usa

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

1commento

maradona

calcio

Maradona torna a Napoli: tifo da stadio sotto l'hotel Video

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Vetri sfondati e interni distrutti: auto devastata davanti a casa

Collecchio

Vetri sfondati e interni distrutti: auto devastata davanti a casa Foto

Le foto sono state pubblicate su Facebook

CLASSIFICA DEL "Sole"

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

6commenti

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

FIDENZA

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

Senzatetto

Viaggio fra gli «invisibili». Ed è polemica fra Comune e Diocesi

2commenti

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

14commenti

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

La storia

In via Po circondati dal degrado

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

ARBITRI

Fischietto, che passione. Un'epopea lunga un secolo

Lega Pro

La Top 11 del girone B

Omicidio

«Ho prestato la mia auto a Turco, era solo un favore»

meteo

Domenica coi fiocchi: la neve imbianca il Parmense

Inviate le vostre foto

2commenti

natura

Cronache di ghiaccio: un Appennino di gelida bellezza Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Le sfide della città

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

KIRGHIZISTAN

Aereo caduto a Biskek, forse errore umano

BOLOGNA

Stupra disabile nel bagno di un bar: la Lega Nord chiede la castrazione chimica

SOCIETA'

curiosità

E' il "lunedì nero": è considerato il giorno più triste dell'anno

ISTAT

Grandi città fuori dalla deflazione. Sopra i 150mila abitanti Parma tra le più care

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

tennis

Australia Open: Vinci e Schiavone ko all'esordio

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video