Spettacoli

Bernardo Bertolucci: "Il mio prossimo film sarà in piena luce"

Bernardo Bertolucci: "Il mio prossimo film sarà in piena luce"
0

Francesco Gallo
Il maestro  Bernardo Bertolucci  a Roma per presentare «Io e te», già passato all'ultimo Festival di Cannes fuori competizione e ora nelle sale in 300 copie distribuite da Medusa dal 25 ottobre,  non ama parlare dei progetti futuri. «Ci ho preso gusto a girare. Per me è come una terapia, ma non posso dire nulla dei  miei film che sono sempre in divenire» dice. Ma poi, solo alla  fine, si lascia andare e, a margine dell'incontro, confessa: «Avete presente come finisce 'Io e te'? Con i due ragazzi che  escono in strada dalla cantina e vanno in piena luce. Il mio  prossimo film sarà così, all'aperto, in piena luce».
«Io e te», tratto dal romanzo omonimo di Niccolò Ammaniti (Einaudi) è infatti un racconto claustrofobico, ovvero la  storia di Lorenzo (Jacopo Olmo Antinori), adolescente solitario  che invece di partire per la settimana bianca si rinchiude nella  cantina di famiglia. Ma la sua solitudine verrà interrotta  dall'arrivo di una sorellastra ribelle e vitale come Olivia (Tea  Falco) che lo aprirà al mondo.
«Di questo film, che abbiamo ritoccato rispetto a Cannes  togliendo qualche fotogramma (un minuto e venticinque secondi in meno) - spiega il regista de “L'ultimo imperatore” -, abbiamo cambiato il finale. Siccome Olivia è tossica non per questo deve morire (come accade nel libro). Mi sembrava una cosa moralistica».   Questo film - ha continuato Bertolucci - «ha preso un'altra strada rispetto al libro. E' un film sulla liberazione. Il  pubblico che esce dalla sala cinematografica dovrebbe sentire tutto quello che accade a Lorenzo. Il suo incontro con questa ragazza che è un miscuglio tra King Kong e Marlene Dietrich. Lui a un certo punto, grazie a lei, deve accettare che esiste l'altro e per lui sarà come una sorta di iniziazione».  
Ma il premio Oscar Bernardo Bertolucci non manca di tornare sulla polemica che lo ha visto contrapposto al sindaco di Roma Gianni Alemanno. E questo dopo che il regista si è visto impossibilitato a raggiungere in Campidoglio la sala rossa dove si svolgeva il matrimonio dei suoi amici Mario Martone e Ippolita Di Majo. «Mi sono reso conto che anche vicino a casa mia è ormai un percorso di guerra. Nel mio quartiere  Trastevere, a vicolo delle Scala, come a vicolo del Moro i passaggi dedicati ai disabili sono sempre ostruiti. Vivo in una città proibita e spero che succeda, prima o poi, qualcosa. Ma una cosa va detta, dopo le mie lamentele,  la risposta del sindaco su YouTube la trovo patetica». E ancora: «E non mi si venga a dire che non si voleva  deturpare la bella facciata michelangiolesca del Campidoglio. Al British Museum c'è una rampa in bella vista, ora perché non mettere in Campidoglio una rampa di legno da tirar fuori all'occasione?».   Circa il fatto poi che  il cinema italiano ultimamente non va troppo bene mentre lui e i fratelli Taviani  riescono a fare prodotti di qualità low-cost, Bertolucci spiega: «Io non penso mai al pubblico quando giro un film. Molti cineasti italiani pensano troppo al pubblico. I miei film invece riflettono il mio stato incluse le aritmie. Questo è il segreto».
 La colonna sonora del film ha le musiche di Franco Piersanti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)