22°

Spettacoli

E il Festival salpa sulla nave dei film d'autore

E il Festival salpa sulla nave dei film d'autore
0
Dal nostro inviato
Filiberto Molossi
 
ROMA - Salpa su una nave senza mare né equipaggio, alla ricerca di un passato che non può tornare, cavalcando, ostinatamente, le onde dell’utopia, il film, dal forte valore metaforico, che ha inaugurato ieri la settima edizione del Festival di Roma. E forse non è un caso che il timoniere Muller, capitano coraggioso che rimbalza ogni critica, abbia scelto proprio «Aspettando il mare», la pellicola del tagiko Khudojnazarov, per prendere il largo nella tempesta delle polemiche. 
Il primo scoglio? Convincere l’opinione pubblica che il vascello capitolino nonostante qualche falla (il calo di spettatori, l’assenza del catalogo, la temperatura polare di alcune sale...) non imbarca acqua. Ma di certo un’apertura da più parti considerata in «tono minore», con un film di non grandissimo e comunque immediato appeal, non aiuta particolarmente a gonfiare le vele. Anche perché la pellicola di Khudojnazarov (già regista del notevole «Luna Papa») vive sì di suggestioni anche potenti, ma brucia molto di quello che ha da dire nella prima parte per poi dilungarsi in maniera ripetitiva verso un finale già scritto. Tra fiaba e melodramma, tradizione e superstizione, la ballata del mare smarrito dell’autore tagiko  è un invito scoperto a vivere - con determinazione - il presente, là dove la felicità di ieri è diventata l’inutile reperto archeologico dell’oggi e l’impossibilità di perdonarsi l’eterna prigione di chi non sa accettare il lutto. Forte di una vena surreale che ricorda a tratti certe soluzioni di Kusturica, il film racconta la storia di un marinaio che nel naufragio della sua barca perde tutti i suoi uomini e la donna che ama. Perseguitato dal senso di colpa, una volta uscito di galera pensa solo a rimettere a punto la sua vecchia nave per andare a cercare il suo equipaggio: peccato che il mare nel frattempo sia sparito... Porti dove non attracca più nessuno, distese d’acqua trasformate in sabbia, villaggi sperduti in un mondo che è il relitto di quello che è stato: Khudojnazarov va alla ricerca del tempo perduto, consapevole però che la nostalgia è una trappola. E che solo la caparbietà dei sognatori fa ancora girare (dalla parte giusta) il mondo.
Da un film aperto alla speranza a uno, al contrario, sadico e nerissimo: è toccato infatti al sanguinario «Lesson of the evil» dare il via al concorso (15 in tutto i film in gara, tra cui tre italiani, il primo in corsa oggi: «Alì ha gli occhi azzurri» di Claudio Giovannesi), senza lesinare in brutalità. Thriller di ambientazione scolastica con (lungo) massacro finale, l’ultimo film del prolificissimo giapponese Takashi Miike cita Poe e Brecht (l'uso ossessivo, in più versioni, de «La ballata di Mackie Messer», celeberrimo brano tratto dall’«Opera da tre soldi»...) scomodando anche il giovane Werther nella costruzione del suo thriller a due facce (la prima, più torbida e psicologica, la seconda decisamente «teen horror») di colta e patologica ispirazione. Abbandonati temporaneamente i suoi amati samurai, il 52enne Miike arma stavolta un eroe ferocemente negativo, tuffandosi nell’irrefrenabile vortice di pazzia di un professore modello, brillante e di bell'aspetto. Peccato solo che sia un serial killer... Passato in rassegna un intero campionario di genitori psicopatici, insegnanti molestatori e studenti nichilisti, l’autore giapponese sale in cattedra rivisitando con movimenti lenti e molto ben calibrati il cinema di genere in un gioco spietato di attrazioni e repulsioni, segreti e ricatti, dove agita anche gli spettri di stragi reali (quella di Columbine, ma soprattutto quella di Oslo): la mattanza, con sangue a fiotti, è eccessivamente prolungata (e potrebbe non finire nemmeno qui, visto che il film si annuncia come il primo di una serie), ma Miike dimostra di conoscere a memoria la lezione del male.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

7commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

1commento

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon