10°

20°

Spettacoli

Tornano i Pooh: "Ma non è mai la stessa musica"

Tornano i Pooh: "Ma non è mai la stessa musica"
Ricevi gratis le news
0

Pierangelo Pettenati

Mercoledì 21 novembre tornano a Parma i Pooh. Ancora al Teatro Regio, come nel marzo 2011, e ancora con una veste nuova: l’anno scorso con i nuovi musicisti Ludovico Vagnone (chitarra), Danilo Ballo (tastiere) e Phil Mer (batteria), questa volta accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra diretta dal M° Giacomo Loprieno con la quale hanno inciso «Opera seconda», uscito circa un mese fa e da allora ai primi posti della classifica. Per la band continua il periodo di intensa attività, come confermano gli storici membri Roby Facchinetti, Red Canzian e Dodi Battaglia: «Alcuni colleghi, arrivati alla sessantina, decidono che non hanno più ragione d’essere nell’ambiente musicale; crediamo che la parola 'fine' o 'cambiamento di strategia', non siamo noi a doverla determinare. Crediamo che, quando fai il nostro mestiere – e con la gratificazione che abbiamo avuto noi – solo quando la gente smetterà di comprare i nostri dischi e smetterà di venire ai nostri concerti, arriverà il segnale che tu non sei più adatto a fare questo mestiere. Per noi, invece, è un momento bellissimo, magico, e non bisogna scalare le marce finché il motore è a regime».
«Opera seconda» è basato su 11 vostre canzoni riarrangiate con l’orchesta sinfonica; cosa vi ha guidato nella scelta delle canzoni e nella nuova interpretazione? 
«Siamo partiti dalla voglia di ripercorrere una strada già percorsa nel '72 quando abbiamo fatto quattro date con un’orchestra sinfonica. Lì capimmo che avevamo la possibilità di fare grande musica, ma la cosa è poi ripartita quasi casualmente: quando siamo rimasti in tre ci siamo detti che questa poteva essere l’occasione per sperimentare altri modi di suonare. Tra le nostre trecento canzoni, abbiamo cercato quelle che fossero idoneee per essere suonate con l’orchestra, ma anche che avessero nel loro dna una storia più lunga di quella che avevano già percorso e che fossero ancora attuali. E siamo andati a riscoprire dei personaggi come Pierre, la storia di un omosessuale che noi cantammo in un periodo in cui era difficoltoso affrontare certi argomenti. O come Maria Marea che sceglie di finire la propria vita gettandosi nelle acque piuttosto che avere un amore non degno di essere chiamato così».
E in questo lavoro, siete venuti anche dalle nostre parti chiamando Mario Biondi a cantare «Ci penserò domani»... 
«Mario è una delle chicche, una delle più importanti del disco. A volte, queste collaborazioni nascono per esigenze di casa discografica, ma il nostro rapporto e la stima reciproca risalgono a tanto tempo fa, prima ancora che facesse successo: facemmo un provino con lui proprio con 'Ci penserò domani' e quando abbiamo deciso questa operazione, abbiamo subito pensato a lui, che per noi è come un fratello. Il connubio con noi è interessante perché ha una maniera molto internazionale di porsi e di cantare, mentre noi siamo più nazionalisti; e poi, la sua voce si sposa benissimo con quella di Dodi. Non sappiamo se a Parma salirà sul palco con noi come ha fatto a Milano, ma se dovesse essere a casa sicuramente verrà a trovarci».
 Come avete trasportato il disco nel concerto?
 «Abbiamo diviso il concerto in due tempi: il primo segue esattamente l’andamento del cd, pause comprese; nel secondo siamo andati alla ricerca di brani che, innanzitutto avessero una bella collocazione in uno spazio così, però abbiamo anche scelto quelli che la gente ci chiedeva a gran voce e che magari non eravamo riusciti a suonare nel corso degli anni proprio perché legati comunque a un discorso sinfonico che però non avevamo potuto riprodurre; canzoni come 'Infiniti noi', 'Eleonora mia madre', 'Parsifal'. Per renderle ancora più attuali, e perché qualcuno non pensasse a una semplice raccolta, abbiamo anche riscritto diverse parti delle canzoni, dando loro così una nuova vita».
Per informazioni e prevendita: Arci Parma e Caos Organizzazione Spettacoli tel 0521-706214. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

IL VINO

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

3commenti

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Garani è presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

Como

Anche la quarta figlia è morta nell'incendio

SPORT

Moto

Phillip Island: super Marquez, Dovizioso indietro

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

1commento

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: